1° titolo di campione d’Asia per il Kalleh Mazandaran – foto Farnoosh Moradmand
TEHERAN – Dopo il successo dell’Al Arabi nella passata edizione il Campionato Asiatico per Club viene vinto per la 9° volta (su 14 edizioni) da una formazione irananiana. Ad aggiudicarsi il titolo è il Kalleh Mazandaran guidato in regia da Vlado Petkovic che in finale supera 3-0 l’Al Rayyan di coach Travica e degli stranieri Michael Sanchez Bozhulev, Tine Urnaut e Philippe Barca-Cysique. La formazione del Qatar ci prova nel 1° (avanti 18-20) e nel 3° set (in scia fino al 20-20), ma il team di casa si mostra più completo e rodato e vince con un netto 3-0.
Nelle finaline vincono Taipei, Almaty e South Gas Club. Il premio di MVP va allo schiacciatore del Kalleh Zarini.

Risultati 29 aprile
Finali
1°-2° posto: Kalleh Mazandaran (Iri) – Al-Rayyan (Qat) 3-0 (25-22, 25-17, 25-21)
a seguire tabellino

3°-4° posto: Liaoning Club (Cin) – Taiwan Power (Tpe) 0-3 (22-25, 23-25, 13-25)
Top Scorer: a seguire

5°-6° posto: Toyoda Gosei Trefuerza (Jpn) – VC Almaty (Kaz) 1-3 (20-25, 25-17, 17-25, 23-25)
Top Scorer: a seguire

7°-8° posto: ONGC Dehradun (Ind) – South Gas Club (Irq) 2-3 (23-25, 27-25, 20-25, 25-22, 8-15)
Top Scorer: a seguire

Sanchez contro il muro del Kalleh – foto Farnoosh Moradmand
Premi individuali
MVP: Hamzeh Zarini (Kaleh)
Top Scorer/Best Scorer: Michael Sánchez-Bozhulev (Al-Rayyan)
Miglior attacco/Best Spiker: Huang Chien-feng (Taiwan Power)
Miglior muro/Best Blocker: Mohammad Mousavi (Kaleh)
Miglior servizio/Best Server: Farhad Ghaemi (Kaleh)
Miglior alzatore/Best Setter: Vlado Petkovic (Kaleh)
Miglior libero/Best Libero: Kong Fanwei (Liaoning)