VOLLEYBALL.IT Comunichescion

I blog | Pagina del sito www.volleyball.it

domenica, 18 marzo 2012


Juantorena un mercenario? Che eresia

Juantorena, stella italocubana di Trento
Juantorena, stella italocubana di Trento

"Juantorena è un mercenario". Ho sentito anche questa nella sera della sconfitta e me ne vergogno. Solo per averlo riportato.

Sono il primo a dire che l'italocubano, nella serata polacca di semifinale, ha forse reso meno di quanto ci ha sin qui abituati. Ma quel “ci ha abituati” è un livello di eccellenza tale che un'atleta non può accendere a comando.

E' il bello di questo sport, è il bello dello sport in generale. Se fosse così facile vincere a comando, allora che servirebbe allenarsi, sudare, andare in campo e in trasferta, fare e disfare valige ogni tre giorni.

Dire che "Juantorena è un mercenario", sentirlo dire da chi l'ha osannato sino a ieri, da chi pagherà il biglietto per tifare per lui nelle prossime partite magari anche il 22 aprile, è un brutto segnale. Un segnale che i valori dello sport non sono insiti in maniera ferma nemmeno nel nostro dna di pallavolisti...

Significa non comprendere che chi scende in campo non pensa a quanti dollari vale una schiacciata.

Anche perché nel sabato della semifinale Osmany non è stato il solo a non essere “il solito” in campo. Tutta la squadra non ha girato al meglio. Amen. Il resto è solo dietrologia che né lui, ne altri pallavolisti di Trento e di altri club si meritano.

INCOGNITA TRENTO – E' stata la prima volta di Trento. Nemmeno il V-Day di Bologna è stato un ko così cocente. Anche perché la sconfitta arriva nel bel mezzo di quella che sarà una piccola rivoluzione, quella di un dopo Juantorena già ufficiale. Non sappiamo se la decisione di anticipare l'annuncio della sua partenza abbia scatenato contro indicazioni. L'unica certezza è che se l'offerta russa è quella riportata da più parti in un periodo come questo la società trentina ha il dovere di accettarla.

Quello che ci resta da vedere, con curiosità, è come Trento colmerà questo vuoto. La società del Presidente Mosna per anni ci ha abituati a creare le sue squadre con largo anticipo sugli avversari nel mercato nazionale e mondiale. Con un dopo Cormio di fatto già annunciato anch'esso, come, quando e con chi la società correrà ai ripari?

CIAO BARBOLINI – A proposito di partenze, siamo già al dopo Barbolini in azzurro. Siccome uno più uno continua a fare due, le volontà del Ct azzurro e quelle del presidente federale Carlo Magri proprio non collimano. Da una parte si chiede elasticità per un doppio incarico soprattutto in un 2013 poco impegnativo, dall'altra si dice “no al doppio incarico” come filosofia. Quindi? Barbolini dopo i Giochi non sarà più CT azzurro. Semplice e lineare. Ma soprattutto senza polemiche. A meno che alla guida della Fipav dal prossimi ciclo olimpico non ci sia più Magri. Cosa assai improbabile dopo che il Governo gli ha garantito i fondi per il Mondiale 2014.
L'unica cosa che importa però ora è mettere in un cassetto questa vicenda e lasciare lavorare al meglio il gruppo azzurro.

domenica 18 marzo 2012, 15:20
Nessun commento a questo intervento.

Non è possibile inserire commenti.

L'autore

Luca Muzzioli, giornalista sportivo, appassionato di tutto quello che è vero sport, ha iniziato a scrivere di pallavolo sulle pagine modenesi de Il Resto del Carlino negli ultimi anni '80; redattore prima e direttore poi della rivista mensile Supervolley; redattore del mensile Block Volleyball Magazine; responsabile di uffici stampa di eventi e società, ideatore e fondatore nel 2000 di Volleyball.it di cui è da oltre 12 anni Direttore Responsabile.

Ha vissuto l'epopea dell'Italia di Velasco e se ne vanta...

Sei mondiali alle spalle, tre Olimpiadi (Atlanta 1996, Pechino 2008, Londra 2012).

Ideatore della prima testata web italiana accreditata da indipendente alle Olimpiadi nel 2008!

Pensa che in Fipav abbiano buttato la risonanza che poteva avere il movimento dopo 4 mondiali vinti consecutivamente. Anche oggi non sanno cosa sia comunicazione e marketing, promozione e quant'altro. E non paiono intenzionati a cambiare...

Di cosa si parla

Comunicazione nella pallavolo e, più genericamente, pallavolo a 360°.

Dalla vita dei club a quella di chi vive nel beach volley, club e nazionali, pallavolo maschile e femminile, o giovanile.

Dalle Leghe alla Fipav....

I mille risvolti della pallavolo...

Trova

Statistiche blog

  • 142 interventi
  • l'ultimo il 20.06.2014
  • 19 commenti
  • l'ultimo il 27.02.2014
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,031 sec.



Sponsor

Partner