VOLLEYBALL.IT Granelli di Sabbia

I blog | Pagina del sito www.volleyball.it

mercoledì, 28 marzo 2012


Prove tecniche... di Londra 2012

Prove tecniche di… decorazioni olimpiche
Prove tecniche di… decorazioni olimpiche

Hi everybody!

Perdonateci se è un po’ che non ci facciamo sentire, ma dovete sapere che in questo ultimo periodo siamo state particolarmente occupate! Abbiamo infatti avuto l’opportunità di fare svariati servizi fotografici per importanti agenzie come La Presse, Periscope,….ma vorrei iniziare a parlarvi del più impegnativo nonché ultimo servizio fotografico che abbiamo fatto per Smart a Londra.

Dico “impegnativo” perché il tutto si è svolto nell’arco di 3 giorni, ogni mattina la sveglia non suonava più tardi delle 5:30 e non era possibile fare previsioni sull’orario di ritorno in albergo, la sera. C’è da dire però che è stato molto divertente ed io non posso fare a meno di raccontarvi l’episodio secondo me più spassoso del nostro soggiorno a Londra.


Eravamo circondate da una quindicina di persone tra assistenti, fotografi, truccatori e di certo non poteva mancare la figura della stylist che, per l’occasione, si era portata con sé 3 valigie piene di abiti e scarpe solo ed esclusivamente firmati.


Dunque, la sera prima di iniziare il fatidico tour londinese siamo andate appunto dalla nostra stylist Christine per la prova vestiti e qui viene il bello… Prima di allora io e Greta non avevamo ben chiari i concetti di “fashion”, “style” ma adesso che ne siamo venute a conoscenza, siamo giunte alla conclusione che, per quel che ci riguarda, non potremmo mai rientrare nella categoria di donne alla moda in quanto MODA significa in poche parole accostare indumenti e colori senza alcun criterio. Ebbene si, questo è quanto: la sobrietà non è ammessa… Quindi con un bel vestitino nero è sempre bene abbinare un paio di scarpe rosa carne sbiadito, una giacca color verde acido e magari, perché no, una raffinatissima pochette rosso fuoco. (A voi la scelta del foulard…..)    

Nel giro di un quarto d’ora, mano a mano che Christine ci faceva provare i vestiti, io e Greta eravamo piegate in due dalle risate….roba da crampi allo stomaco! Fatto sta che la fantastica gonna a vita alta color arancione fluorescente, alla fine, se l’è beccata la sottoscritta.


A parte questo, ci tenevo a dire che è stato davvero emozionante aver potuto respirare l’atmosfera della città che ci ospiterà in occasione dei Giochi Olimpici a fine luglio, ma soprattutto, esser state nel posto preciso in cui verrà allestito lo stadio in cui giocheremo: la Horse Guards Parade di Whitehall. Chiudendo gli occhi, sono riuscita ad immaginarmelo… Robe da pazzi! E ovviamente non poteva mancare il saluto alla Regina (Buckingham Palace si trova a pochi minuti dalla Horse Guard Parade), la quale, abbiamo saputo, ci aveva invitato a Palazzo ma avendo poco tempo a disposizione non ce lo siamo potute permettere! ;-)

Chiusa la parentesi Londra, ci terrei a raccontarvi della bellissima festa che tutti i bimbi della mia ex scuola elementare mi hanno organizzato circa 2 settimane fa in occasione del mio ritorno a casa. Mai avrei immaginato una meraviglia del genere: al mio ingresso nella palestra tutti i bambini hanno cantato l’inno d’Italia, a seguire i bambini della classe 5° hanno suonato col flauto l’inno Europeo e infine i bambini più piccoli hanno recitato una fantastica filastrocca che vi riporto qui di sotto:


Dopodichè tutti insieme abbiamo guardato un video dei momenti più significativi dal 2009 ad oggi ma il momento più divertente è stato quando i bambini mi hanno letteralmente riempito di domande, dalle più filosofiche alle più simpatiche, tra cui “come faccio a diventare bella come te?”, “perché sei così simpatica?” ma la migliore è stata la proposta che una bambina di 2°elementare mi ha fatto presentandomi il suo biglietto da visita scritto a mano e dicendomi in maniera del tutto disinvolta che se mi dovesse capitare, un giorno, di non aver niente da fare e di annoiarmi, posso tranquillamente chiamarla o meglio ancora andare a farle un saluto a casa sua tanto ho sia indirizzo sia numero di cellulare... Ed il colmo è che le maestre mi hanno garantito che era tutta farina del suo sacco! Grandiosa. Sono stati davvero tutti fantastici, mi hanno accolta con un calore incredibile ed è stato a dir poco emozionante ritornare con la mente a quando ero io stessa a correre per quei corridoi, a colorare e a scrivere su quei banchi, a giocare spensierata con le mie amichette. Ma ancor più emozionante è stato l’affetto e la gioia che ho potuto cogliere nelle loro parole e nel loro modo di essere….di essere bambini, di essere veri.

Un saluto a tutti,
Rio ci ha già abbracciato...
A presto!!!

mercoledì 28 marzo 2012, 10:52
Nessun commento a questo intervento.

Non è possibile inserire commenti.

L'autore

Marta e Greta sono la punta di diamante del beach volley italiano nel mondo.

Greta è nata ad Osio Sotto, in provincia di Bergamo il 23 agosto del 1982, ex pallavolista indoor, anche azzurra, si dedica al beach volley a tempo pieno da due stagioni.

Marta, nata a Rovigo il 16 agosto 1990, è il classico talento naturale cresciuto sulla sabbia già sul podio mondiale in rassegne giovanili.

Insieme sono un mix vincente.

Nazionali del beach volley italiano, fanno parte del Gruppo Sportivo dell'Aeronautica Militare

Di cosa si parla

Nel loro blog le due azzurre raccontano della loro vita nel circuito del beach volley.

Gioco e viaggi, vita e agonismo. Sentimenti e rapporti umani nel circuito della specialità, Cucina e svago.

Tutto quanto è spettacolo e sport...

Trova

Statistiche blog

  • 32 interventi
  • l'ultimo il 25.06.2014
  • 0 commenti
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,062 sec.



Sponsor

Partner