Elezioni Fipav: In Piemonte vince Ferro. Naufraga la strategia magriana del “ricambio”

1556
Ezio Ferro, presidente della Fipav Piemonte puntualizza

TORINO  – Ezio Ferro è stato confermato alla presidenza del Comitato Regionale Piemonte della Federazione Italiana Pallavolo. Il dirigente piemontese si impone in una delle regioni che erano al centro della strategia della cordata di Carlo Magri, quella del cercare di cambiare il presidente nei territori non allineati alla prossima assemblea federale nazionale… Il Piemonte è allineato alla cordata del cambiamento di Bruno Cattaneo.

Vince Ezio Ferro, una vittoria doppia, contro il candidato Giancarlo Dametto, personaggio di forte appeal, visti anche i trascorsi azzurri, appoggiato anche da alcune realtà imprenditoriali legate al mondo del volley. 

L’assemblea elettiva, tenutasi questa mattina presso la Sala Convegni dell’Hotel Royal Torino in Corso Regina Margherita, 249, ha come detto eletto il Presidente e il Consiglio Regionale per il quadriennio 2017/2020. Ferro ha ottenuto 5875 voti contro i 3770 dello sfidante Giancarlo Dametto su 9689 voti a disposizione. Eletto anche il Consiglio Regionale, che sarà formato da Paolo Brugiafreddo, Fabio Gay, Mauro Loris Marengo, Giovanni La Coppola, Michele Buo ed Edoardo Rovarini. 

“Grande soddisfazione per la fiducia concessa dalle Società – sono state le parole a caldo del Presidente Ferro – Sono molto felice del risultato, visto che di fronte avevo vecchi atleti della Nazionale Italiana. Estrema soddisfazione perché è stata confermata anche l’intera squadra di consiglieri presentata, segno della maturità delle Società che hanno compreso l’importanza del Consiglio Regionale per la realizzazione del programma nel suo complesso”. 

PRESIDENTE
Ferro Ezio 5875
Dametto Giancarlo 3770

CONSIGLIERI
Brugiafreddo Paolo 6530
Gay Fabio 6450
Marengo Mauro Loris 6230
La Coppola Giovanni 6050
Buo Michele 5850
Rovarini Edoardo 5760

REVISORE DEI CONTI TITOLARE
Puntoni Roberto 5302

REVISORE DEI CONTI SUPPLENTE
Casalis Mauro Loris 4163

Hanno riportato voti ma non risultato eletti, i seguenti candidati alla carica di Consigliere che potranno essere integrati nei casi previsti dall’art. 36 cap 1 dello Statuto Federale: 

Ariagno Roberto 4290
Primasso Gino 4250
Pilotti Ernesto 3490
Belluz Davide 3480
Facchetti Davide 3310.