ISERNIA – “Parto con l’obiettivo di dare il massimo apporto alla squadra, ritagliandomi, laddove possibile, un mio spazio”.

Sono queste le prime parole in biancoazzurro di Alessio Fiore schiacciatore ventiseienne di 195 cm, lo scorso anno tra le fila del Club Atletico Bari e in Serie A2 nella stagione 2005/06 con la maglia giallorossa della Salento d’Amare Taviano.

Tanti anni trascorsi sui campi di serie B (Squinzano, Biella, Taranto, Brindisi le altre casacche vestite dal laterale tarantino) che lo hanno reso “un giocatore testardo” – come afferma lo stesso Fiore “a cui piace molto lavorare sodo in palestra e a cui piacciono le piazze calde perché per un giocatore come me costituiscono lo stimolo a fare meglio. Isernia è una di queste, come ho avuto modo di vedere nella stagione di Taviano; davanti a un pubblico così caloroso fa davvero piacere giocare, anche da avversario, a maggior ragione quando lo si ha a proprio favore: rappresenta una marcia in più”

Quasi chiusa la partita laterali (Fiore va ad aggiungersi alla diagonale di posto 4 formata dal riconfermato Lorenzo Gemmi e dal neo acquisto, lo slovacco Peter Janusek), la massima dirigenza pentra spera, per l’inizio della prossima settimana, di aggiungere qualche altro tassello alla formazione che per il sesto anno consecutivo porterà in alto i colori della Regione Molise.