Play Off: Conegliano in semifinale. 3-0 al Firenze

Quinta semifinale consecutiva per le campionesse d'Italia

666
Imoco vincente

IMOCO VOLLEY CONEGLIANO – IL BISONTE FIRENZE 3-0 (26-24, 25-20, 25-17)
IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Ortolani 15, Robinson 12, Malinov 1, Cella, Folie 10, Skorupa 3, Fiori, De Gennaro (L), Danesi 6, Fawcett 13. Non entrate Costagrande, Barazza. All. Mazzanti.
IL BISONTE FIRENZE: Sorokaite 18, Bechis, Bayramova 7, Norgini, Enright 13, Bonciani, Melandri 4, Parrocchiale (L), Pietrelli, Calloni 6. Non entrate Brussa, Repice. All. Bracci.
ARBITRI: Zucca, Gnani.
NOTE – durata set: 36′, 26′, 26′; tot: 88′.

TREVISO – Poco più di 24 ore di riposo e via per gara3 tra Imoco e Il Bisonte al Palaverde. E’ la gara-verità per passare il turno verso la semifinale, e alla fine sono le Pantere dell’Imoco a far valere esperienza e organico dopo una serie durissima.
Imoco Volley quindi in semifinale per il quinto anno consecutivo.

Imoco senza Bricio (infortunatasi ieri) e De Kruijf, sestetti invariati rispetto a ieri con Ortolani schiacciatrice al posto della giovane messicana.

LA GARA – Le toscane come successo nelle prime due gare partono fortissimo 3-6, 6-10. E’ Però 10-11 con i colpi vincenti di una scatenata Ortolani (2) e una fast di Robinson. Il Bisonte non si scompone, chiede time out e poi torna a macinare punti con il muro, per tornare avanti +4 (10-14). Stavolta è coach Mazzanti a chiedere time out. Alla ripresa del gioco Skorupa manda a schiacciare senza muro una Ortolani efficace (6 punti nel set), ma la costante di queste sfide è un Bisonte inferocito nell’avvio di gara, Enright e compagne infatti allungano ancora (11-16). L’Imoco prova a risalire con le “pipe” di una Robinson con il coltello tra i denti, ma Il Bisonte sbaglia poco, difende molto e costringe spesso Conegliano ad azioni lunghe spesso chiuse a favore delle ospiti che volano 17-21. Squadre già stremate, con le tossine della partita di ieri sulle spalle, dopo una serie di azioni infinite. Si entra allo sprint finale con Calloni e compagne avanti 20-23, Sorokaite (7 punti nel set) piazza il pallonetto del 20-24, sembra finita, ma bisogna fare i conti con il “pride” delle americane di casa: Fawcett riduce le distanze, poi Robinson (6 punti nel set) e ancora Fawcett annullano tre set point, per il quarto ci pensa ancora “Kesh” con un gran muro su Calloni, 24 pari. Firenze spegne la luce e l’Imoco in trance agonistica si porta a casa il set: esplode il Palaverde sui muri di Danesi e ancora di Kelsey Robinson: 26-24.

Secondo set con le Pantere esaltate dalla grande rimonta che partono subito bene, Folie piazza attacco e muro e subito Conegliano avanti 7-4. Il muro della squadra di casa, abbastanza assente nelle prime due gare, dopo l’exploit del finale di set precedente comincia a funzionare: Anna Danesi chiude la porta per il 10-5. Risponde Sorokaite, mai doma, ma Ortolani schiaccia sulla riga e l’Imoco resta avanti. Time out di coach Bracci sul 12-6 che tonifica un po’ le sue ragazze, Enright mura per il -4 (12-8), poi Sorokaite spreca e le Pantere di casa non tremano. Pero’ la squadra ospite conferma di essere tosta e torna a far sentire il fiato sul collo alle Pantere: il muro di Melandri dà il -2 (17-15), è Fawcett stavolta a respingere l’assalto. Sorokaite fa la voce grossa, ma la “baby” Danesi risponde per il 20-17. Nel testa a testa finale, è ancora il muro di casa a decidere: il 23-19 è di Robinson, poi entra Malinov e piazza il colpo di prima dopo una grand difesa di Moki De Gennaro. La chiusura di set (25-20) è affidata a Folie e l’Imoco allunga 2-0.

Dopo tanta sofferenza, il terzo set è sul velluto per le Pantere che finalmente hanno rotto gli argini: tra difese, muri e contrattacchi micidiali, De Gennaro e compagne prendono subito il largo e diventano irraggiungibili: 7-1, poi 10-4 con l’ace di Ortolani. Ora il gioco sgorga fluido, mentre Firenze per la prima volta nella serie sembra mollare, ma è solo un’impressione. Entra anche Pietrelli per Baymanova, ma il cambio non dà esito. Fawcett continua a colpire bene da seconda linea, Skorupa piazza un ace beffardo e le Pantere scheggiano a +7 (13-6). C’è un sussulto del Bisonte, con le ex Bechis e Calloni che chiamano a raccolta le ultime energie della squadra ospite, capace di risalire fino al -4 (13-9). Si riprende a combattere su ogni pallone, ma le Pantere vogliono chiudere e Nicole Fawcett di classe piazza due palloni per il 16-11. Nonostante fino all’ultimo Il Bisonte voglia prolungare la sua fantastica stagione, ormai l’Imoco è tornata lo schiacciasassi che ha dominato la stagione regolare e la squadra di coach Mazzanti non corre più rischi fino alla fine, chiudendo il conto 25-17 con il muro finale di Folie .

Gli oltre 3500 del Palaverde in festa per il sofferto approdo in semifinale, la quinta consecutiva dalla fondazione del club nel 2012.

Avversaria la vincente di Bergamo-Modena che sono sull’1-1 e domani avranno lo spareggio al PalaNorda.

HANNO DETTO – Monica De Gennaro, libero Imoco Volley: “Siamo state brave a gioocare una partita tosta dall’inizio alla fine. Abbiamo sofferto come al solito in questa serie nel primo set, poi dopo una bella rimonta siamo riusciti a portarlo a casa e da lì è stato un po’ più facile, anche se loro non mollavano mai e si sono dimostrate una grande avversaria. Ora siamo in semifinale e guardiamo avanti in campionato e soprattutto alla Final Four di questo fine settimana. Non poteva esserci allenamento migliore per noi contro una squadra che ci ha sempre tenuto sulla corda. Ora tiriamo il fiato e poi via verso due giorni fantastici che giocheremo a casa nostra, sarà bellissimo e non vediamo l’ora di giocare questa Final Four”.