VNL Femminile - 01 luglio 2023, 10:32

VNL F.: L'Italia supera la Croazia 3-0 e vola alle Finals

Azzurre matematicamente tra le otto del torneo

VNL F.: L'Italia supera la Croazia 3-0 e vola alle Finals

 ITALIA – CROAZIA 3-0 (25-14; 25-17; 25-17)

ITALIA: Bosio 4, Degradi 13, Danesi 8, Nwakalor S. 20, Omoruyi 4, Mazzaro 3, Parrocchiale (L), Villani 6, Gennari, Malual 1, D’Odorico 2. N.E.: Nwakalor L., Squarcini, Fersino (L). All. Mazzanti

CROAZIA: Karatovic, Strunjak 4, Fabris 8, Milos 1, Samadan 6, Antunovic, Stimac (L), Milnar 2, Mihaljevic 5, Deak 2. N.E.: Butigan, Markovic, Trcol e Dapic. All. Akbas

Arbitri: Pawel Burkiewicz (POL) e Dobromir Dobrev (BUL)

Durata: 17’, 19’, 21’

Spettatori: 2300

Italia: a 6, bs 5, m 12, et 22.

Croazia: a 2, bs 4, m 6, et 19.

BANGKOK (Thailandia) - L’Italia è matematicamente qualificata alle Finals di Volleyball Nations League. Grazie al secondo successo consecutivo conquistato a Bangkok contro la Croazia (25-14; 25-17; 25-17) e la sconfitta della Serbia al tiebreak per mano della Repubblica Dominicana, le azzurre hanno blindato l’ottavo posto in classifica generale staccando il pass per l’ultimo atto di VNL 2023.

Match senza storia quello vinto dalle ragazze del CT Davide Mazzanti che domani alle ore 12.00 (diretta Sky Sport Summer) sfideranno il Giappone in una sfida che potrebbe consentire all’Italia di scalare ulteriormente la classifica evitando subito un incrocio proibitivo nei quarti di finale.

SESTETTI -  L’Italia parte con Bosio in palleggio e Nwakalor opposto, Mazzaro e Danesi al centro, Omoruyi e Degradi schiacciatrici e Parrocchiale libero con Fersino out per un leggero stato influenzale. Le croate invece partono con Antunovic in regia con Fabris in diagonale, Strunjak e Samadan al centro, Karatovic e Milos schiacciatrici, e Stimac libero.

LA PARTITA - Dopo qualche fase di studio, le azzurre iniziano a prendere confidenza con il match trovando con Bosio (due ottime giocate sottorete) e Nwakalor lo scatto del 9-6 che costringe coach Akbas al primo timeout. È l’inizio della fuga giusta: Parrocchiale in difesa copre tutto mentre iniziano a scaldarsi le spalle di Degradi e Danesi. La Croazia non entra mai in partita anche per merito di un buon turno al servizio di Mazzaro (16-7) dando il là all’ultimo strappo per chiudere il set 25-14.

La musica non cambia dopo il break: le azzurre riprendono con il piglio giusto murando letteralmente una Croazia costretta subito al timeout da 4 muri di Nwakalor e Omoruyi (2 a testa) per il 4-1 di inizio secondo parziale. Nonostante qualche guizzo offensivo di Mihaljevic e Fabris, le azzurre continuano a macinare punti con Omoruyi (poi sostituita da Villani), Degradi, Nwakalor ed una solidissima Danesi a muro e al servizio (14-7). L’Italia continua a premere sull’acceleratore salvo concedere un piccolo break di 3-0 alle avversarie guidate da Fabris e Mihaljevic. Mazzanti cambia la diagonale concedendo minuti in campo a Gennari e Malual per poi riaffidarsi al duo Bosio-Nwakalor per chiudere il parziale 25-17 e portarsi ad un solo set dalla qualificazione alle Finals.

Stesso copione anche nel terzo parziale con l’Italia che parte subito forte (bene Nwakalor e Villani) e la Croazia che non trova mai continuità in attacco oscurata dal muro di Danesi (anche un ace per la capitana in campo). Le azzurre scattano subito sul 7-3 salvo poi subire 3 muri consecutivi che ridanno morale alla Croazia. Mazzanti prova a spegnere l’entusiasmo delle avversarie con un timeout mentre in campo ci pensano Degradi con un attacco da seconda linea, Villani con un mani out, e Bosio con un muro, a tenere la Croazia a debita distanza 11-8. Lo sforzo massimo della Croazia (11-10) non scalfisce le sicurezze azzurre che si trasformano immediatamente nel break decisivo impreziosito dalle  giocate di Nwakalor, Degradi, Villani e della neoentrata D’Odorico per il 25-17 che mette la parola fine al match e permette all’Italia di staccare il pass per le Finals  

 


Redazione Volleyball.it

SU