Europei Maschili | 31 agosto 2023, 10:36

Europei: Oggi Italia-Estonia. Azzurri, vietato dormire sugli allori

Alle 21.15 torna la nazionale di De Giorgi

Europei: Oggi Italia-Estonia. Azzurri, vietato dormire sugli allori

PERUGIA - Dormire sugli allori? No, grazie non è lo stile di questa Italia. Un gruppo campione d'Europa e del Mondo che a livello di comunicazione trasmette chiaramente che non vuole difendere il titolo, ma vuole andarselo a vincere, con la stessa fame di due anni fa, non può cullarsi nella vittoria d'apertura con il Belgio.

Nemmeno se si può pensare che l'Estonia, avversario di questa sera (21,15), sia un semplice test match di avvicinamento alle gare che contano. Avversario degli azzurri che ha debuttato ieri in quel di Perugia, in un rinnovato palaBarton (nuove curve per aumentare parzialmente la capienza e nuovo impianto per l'aria condizionata) subendo un rotondo 0-3 con la Germania. 

Un occhio di riguardo va dato allo schiacciatore Robert Tath, ieri "bomber" estone e nella stagione 2019/20 a Perugia nelle fila della Sir Safety.

Ieri, alla viglia, dopo la sbornia di entusiasmo di Bologna, lo stato maggiore azzurro ha presentato l'appuntamento, non senza stringere d'occhio alla piazza, ricordando il passato (De Giorgi allenò la RPA Perugia fino ad una finale scudetto) e il presente (Giannelli e Russo sono colonne dalla Sir Perugia).

La gara, in programma alle 21.15 in diretta su RAI Sport e SKY Sport Summer, sarà la sfida che precede il primo vero test di livello, la partita di venerdì con la Serbia.

"La Serbia dal punto di vista tecnico è più completa rispetto all'Estonia che sicuramente non sarà facile da affrontare, quando si giocano questi tornei non esistono avversarie facili, esiste solo quello che vuoi realizzare con la tua squadra” il messaggio trasmesso da De Giorgi che poi non ha dimenticato i suoi trascorsi umbri: "Perugia è stata una piazza per me importante, è stata la mia prima esperienza da allenatore dopo quella a Cuneo da allenatore-giocatore. Abbiamo dato sicuramente una spinta importante in quegli anni avvicinando la gente a questo sport, in questi anni Perugia sta raccogliendo risultati importanti con un lavoro importante da parte della società". 

Giannelli, che ieri sul campo ha abbracciato anche Lorenzetti, nuovo tecnico di Perugia, suo allenatore ai tempi di Trento, mette le cose in chiaro sulla squadra azzurra: "Parlando della nostra squadra, giovane, ci tengo a sottolineare che la nostra età non deve essere né un alibi né un vantaggio. Andremo avanti nelle nostre cose, stiamo lavorando tanto sulla solidità mentale, è un qualcosa che vogliamo tenerci stretto ma non è scontato. Restiamo umili, col Belgio è stata una buona partita ma andiamo avanti e pensiamo alle nostre cose”. 

Senza Simone Anzani De Giorgi ha poi ufficializzato che il vice capitano azzurro alle spalle di Giannelli è Daniele Lavia: "Senza Anzani il vice capitano è diventato Lavia, anche Russo è cresciuto tanto, non voglio dimenticarmi nessuno ma tutti stanno trovando il proprio spazio, che ripeto è aperto a tutti".

Si riparte, oggi l'Estonia, domani la Serbia di Aleksandar Atanasijevic, ex sirmaniaco di spessore. Un ritorno, quello dell'opposto serbo cresciuto e diventato campione in Umbria, che farà vibrare il cuore dei tifosi perugini, forse per qualche minuto divisi tra il loro idolo e gli azzurri. Un quasi derby.

Luca Muzzioli