A1 femminile | 04 novembre 2023, 22:46

A1 F.: Anticipi, vincono Chieri e Roma. Doppio 3-0 a Pinerolo e Bergamo

Vittorie di Chieri e Roma

Vittorie di Chieri e Roma

6a giornata andata
REALE MUTUA FENERA CHIERI '76 - WASH4GREEN PINEROLO 3-0 (25-20 25-15 25-21)
REALE MUTUA FENERA CHIERI '76: Malinov 3, Kingdon Rishel 8, Gray 9, Grobelna 4, Skinner 16, Zakchaiou 10, Spirito (L), Anthouli 12, Morello, Papa. Non entrate: Omoruyi, Kone, Rolando, Weitzel. All. Bregoli.
WASH4GREEN PINEROLO: Cambi 3, Sorokaite 6, Akrari 7, Ne'meth 5, Ungureanu 7, Polder 4, Moro (L), Storck 2, Cosi 2, Bussoli, Camera. Non entrate: Rostagno, Di Mario (L). All. Marchiaro.
ARBITRI: Boris, Pozzato.
NOTE - Spettatori: 1508, Durata set: 27', 26', 27'; Tot: 80'.
MVP: Kingdon Rishel.
Top scorers: Skinner A. (16) Anthouli M. (12) Zakchaiou K. (10)
Top servers: Storck M. (1) Anthouli M. (1) Kingdon Rishel M. (1)
Top blockers: Gray A. (7) Zakchaiou K. (4) Akrari Y. (2) 

ROMA VOLLEY CLUB - VOLLEY BERGAMO 1991 3-0 (25-21 25-21 25-22)
ROMA VOLLEY CLUB: Rivero 12, Rucli 4, Bici 11, Plak 16, Silva Correa 7, Bechis 1, Ferrara (L), Schwan 1, Valoppi. Non entrate: Muzi, Ciarrocchi, Madan Rosales, Melli, Monteneri (L). All. Cuccarini.
VOLLEY BERGAMO 1991: Rozanski 2, Melandri 3, Da Silva 10, Davyskiba 14, Butigan 7, Gennari 1, Cecchetto (L), Nervini 7, Bovo 3, Pistolesi 1, Cicola, Fitzmorris, Pasquino. Non entrate: Scialanca (L). All. Solforati.
ARBITRI: Curto, Gasparro.
NOTE - Durata set: 29', 31', 33'; Tot: 93'. MVP: Bechis.
Top scorers: Plak C. (16) Davyskiba A. (14) Rivero J. (12)
Top servers: Rivero J. (3) Da Silva L. (2) Rucli M. (2)
Top blockers: Davyskiba A. (2) Butigan B. (2) Plak C. (2) 

Risultati e classifica

MODENA - Altri due anticipi serali di A1 femminile con doppia vittoria casalinga di Chieri (nel derby con Pinerolo) e Roma contro Bergamo. 

CHIERI - A senso unico il primo dei due derby piemontesi di questo turno: la Reale Mutua Fenera Chieri '76 non lascia nessun set alla Wash4Green Pinerolo e la agguanta in classifica. Ennesime prove convincenti delle statunitensi Skinner e Kingdon Rishel: la prima è stata la top scorer con 16 punti, la seconda l'MVP per il suo contributo offensivo e soprattutto difensivo. Una gara che le collinari hanno vinto soprattutto a muro: 15 blocks vincenti contro i 3 delle pinelle, 7 dalla solita Gray e 4 da Zakchaiou. Serata storta per la squadra di coach Marchiaro, che non manda nessuna giocatrice in doppia cifra. 

Giulio Cesare Bregoli (Reale Mutua Fenera Chieri '76): "Siamo in crescita su alcune cose, in altre c’è ancora un pochino di confusione e qualche indecisione di troppo: sono aspetti che dobbiamo migliorare. Pinerolo soprattutto nei primi due set ha sbagliato abbastanza e ne siamo stati favoriti, nascondendo questo aspetto. Sicuramente le vittorie aiutano e questo è molto importante".

Michele Marchiaro (Wash4green Pinerolo): "Fino al 20 del primo set abbiamo giocato una grande pallavolo. Loro sono stati molto bravi a chiudere il primo set, poi ci siamo un po’ disuniti di fronte alle difficoltà contro una squadra veramente di altissimo livello come Chieri.".

 

 

ROMA - Il terzo 3-0 di questo sabato 4 novembre arriva dal Palazzetto dello Sport di Viale Tiziano a Roma: le padrone di casa della Roma Volley Club infliggono alla Volley Bergamo 1991 la quinta sconfitta consecutiva, entrando momentaneamente tra le prime otto della classifica. Nonostante i 14 punti di Davyskiba e i 10 di Lorrayna, le orobiche soffrono in ricezione (30% di efficienza contro il 52% delle capitoline) e commettono 23 errori di squadra. Dall'altro lato, l'MVP Marta Bechis manda in doppia cifra tutte le sue laterali: 16 punti per Plak, 12 con 3 ace per una super Rivero, tornata alla grande dopo l'infortunio di inizio stagione, e 11 per Bici.

Matteo Solforati (Volley Bergamo 1991): "E’ una partita difficile da commentare. E’ giusto che ci mettiamo la faccia, perché oggettivamente l’allenatore è quello che manda in campo la squadra e se la squadra risponde così, significa che c’è qualcosa da rivedere. La squadra non è questa, non è un problema tecnico o di gioco. Se facciamo 7 invasioni di piede è evidente che non è un problema tecnico ma mentale, di poca tranquillità. Dopo la partita con Milano, in cui ce la siamo giocata alla pari, fare una prestazione del genere significa che non c’è tranquillità. Bisogna cercare di innescare una reazione. Possiamo lavorare sulla tecnica e la tattica, ma se al momento di stringere i denti ci sciogliamo, allora significa che dobbiamo lavorare su questo, dobbiamo imparare a uscire dalle difficoltà. E’ un momento difficile, ma sono convinto che la squadra abbia le qualità per uscirne ".

 

Redazione Volleyball.it

Commenti