A2 Maschile - 12 novembre 2023, 03:20

A2: Grottazzolina vince 3-1 la super sfida con Prata e allunga in vetta

A2: Grottazzolina vince 3-1 la super sfida con Prata e allunga in vetta

Anticipo 6ª giornata 

Yuasa Battery Grottazzolina - Tinet Prata di Pordenone 3-1 (20-25, 25-18, 25-21, 25-13)
Yuasa Battery Grottazzolina: Marchiani 2, Fedrizzi 16, Canella 9, Nielsen 23, Cattaneo 12, Mattei 12, Romiti (L), Vecchi 0, Lusetti 0, Mitkov 0, Marchisio (L). N.E. Cubito, Bellomo. All. Ortenzi.
Tinet Prata di Pordenone: Alberini 2, Terpin 14, Katalan 2, Lucconi 18, Petras 11, Scopelliti 9, Aiello (L), Baldazzi 0, De Angelis (L), Pegoraro 0, Bellanova 0, Iannaccone 2, Truocchio 1. N.E. All. Boninfante.
ARBITRI: Toni, Marotta.
NOTE - durata set: 25', 28', 29', 24'; tot: 106'.

GROTTAZZOLINA - Doveva essere spettacolo e spettacolo è stato: nel big match andato in scena al PalaGrotta la Yuasa Battery e la Tinet, arrivate a questo appuntamento da imbattute, si sono sfidate a viso aperto regalando davvero una partita da Superlega al pubblico accorso nell’impianto del piccolo comune grottese.

I friuliani bloccano le bocche da fuoco marchigiane nel parziale di apertura ma i ragazzi guidati magistralmente da Massimiliano Ortenzi e Mattia Minnoni non si scompongono, prendono le contromisure agli avversari e vincono la sfida 3-1 con la standing ovation del pubblico presente che ha firmato un altro meraviglioso soldout.

SESTETTI - Coach Dante Boninfante per questo big match del PalaGrotta schiera in avvio Alessio Alberini al palleggio, Manuele Lucconi in diagonale, Michal Petras e Jernej Terpin in banda, Nicolò Katalan e Simone Scopelliti al centro, Carlo De Angelis nel ruolo di libero; dall’altra parte della rete coach Massimiliano Ortenzi ripropone il collaudatissimo 6+1 che vede Manuele Marchiani in cabina di regia, Rasmus Breuning Nielsen opposto, Michele Fedrizzi e Claudio Cattaneo schiacciatori ricevitori, Andrea Mattei ed Andrea Canella centrali con Andrea Marchisio a comandare le operazioni di seconda linea.

LA PARTITA –  Il match viene aperto dall’errore dai nove metri di Lucconi (1-0) con lo stesso opposto dei friuliani che però si rifà immediatamente siglando l’1-1; il muro di Mattei regala il +2 ai padroni di casa (4-2) ma il pallonetto spinto di Petras riporta di nuovo in parità il punteggio a quota 6. Una battuta ficcante di Marchiani non consente alla Tinet di chiudere il colpo e così Fedrizzi ringrazia firmando a sua volta il 9-7 ma l’equilibrio non intende spezzarsi ed allora arriva Terpin a siglare il 9-9. Le due formazioni non si risparmiano e regalano uno spettacolo pazzesco al nuovo pienone di pubblico registrato al PalaGrotta: un altro pallonetto spinto, stavolta di Katalan, da il 10-12 a Prata che poi sfrutta il potente attacco di Lucconi per volare sul +3 (10-13) costringendo coach Ortenzi a chiamare timeout; alla ripresa del gioco Terpin stoppa Breuning (10-14) ma Cattaneo prova a rilanciare la Yuasa Battery (11-14) che però non riesce ad incidere nel fondamentale offensivo e si vede rispedita indietro un’altra palla da Katalan che sigla così l’11-15. Mattei fa esplodere il PalaGrotta che esulta dopo il muro del proprio centrale il quale permette a Grotta di ritornare in corsa (14-15) ma è ancora Terpin ad interrompere la rincorsa dei padroni di casa grazie all’ace del 14-17 con la combinazione vincente giocata da Alberini e Scopelliti che invece vale +4 ed il secondo timeout chiamato da coach Ortenzi (15-19); Prata sfrutta le polveri bagnate dell’attacco di Grottazzolina per trovare altri due muri che valgono il 15-21 ed il vantaggio acquisito permette ai ragazzi del duo Boninfante - Papi di chiudere in tutta tranquillità la prima frazione col punteggio di 20-25.

Al cambio di campo le due formazioni camminano sul filo dell’equilibrio: sul 9-9 tanta paura per Carlo De Angelis che si schianta sui rotor pubblicitari dopo aver tentato di difendere una palla impossibile. I padroni di casa tentano un allungo e raggiungono così il 13-11 con l’attacco di Lucconi che invece finisce largo e regala il 16-13 alla Yuasa Battery con coach Boninfante costretto a rifugiarsi in un timeout; al rientro in campo Fedrizzi tira forte sulle mani alte del muro di Scopelliti e firma il 17-13 mentre l’ace di Marchiani fa gioire il PalaGrotta per il 18-13 in favore della squadra guidata dal duo Ortenzi – Minnoni. Entra capitan Riccardo Vecchi per il servizio, Cattaneo alza il muro e rispedisce al mittente l’attacco della Tinet (22-17), Mattei prima sfonda il block friuliano (23-18) e poi piazza l’ace del 24-18 mentre l’attacco out di Lucconi pone fine al secondo parziale 25-18 con la sfida che torna così in perfetta parità.

La sfida si infiamma, i giocatori della Yuasa Battery si gasano e sospinti da tutto il PalaGrotta volano sul 4-0; il servizio vincente di Alberini rilancia la Tinet (5-3) che poi pareggia a quota 6 dopo due punti consecutivi firmati Lucconi. Petras gioca d’intelligenza sul muro grottese e permette a Prata di mettere la freccia e passare avanti 6-7 con la squadra friulana che poi sfrutta anche un errore dei padroni di casa per allungare sul +2 (8-10); Lucconi continua a passare (9-11) ma ci pensa Canella ad issarsi in cielo e stoppare la pipe di Petras riportando il punteggio in perfetta parità a quota 11. La palla di Terpin si infila tra le mari del muro grottese (11-13) ma è nuovamente Canella a mettere il suo attacco a terra e siglare così il nuovo equilibrio a quota 13; si prosegue con un cambio palla abbastanza regolare fino a quota 17 quando prima Breuning mette a terra il 18-17 e poi Fedrizzi chiude una lunghissima azione che regala il +2 alla Yuasa Battery ed un timeout a coach Boninfante. Son ancora Fedrizzi e Breuning i protagonisti di questa fase: lo schiacciatore sale a muro e stoppa Lucconi (21-18) mentre il danese tira una bordata delle sue che vale il 22-18; Marchiani lascia letteralmente senza muro Canella per un’altra standing ovation del PalaGrotta ai propri beniamini (23-19) con lo stesso centrale che stampa a terra un altro primo tempo (24-20) prima che ancora la schiacciata di Breuning ponga fine al terzo periodo con il punteggio di 25-21.

Dopo la solita pausa di tre minuti è Fedrizzi a tornare sulla linea dei nove metri e siglare due battute vincenti che spediscono la Yuasa Battery sul 3-1; un’accompagnata chiesta dalla panchina grottese provoca un cartellino giallo indirizzato a coach Ortenzi ma Grottazzolina non si disunisce e grazie al suo opposto va a mettere a terra il punto del 4-2. Alberini infila il suo servizio nella zona di conflitto dei padroni di casa e porta avanti la Tinet 4-5 ma ci pensa Cattaneo ad alzare il muro, mettere la freccia e condurre i propri compagni verso il nuovo vantaggio (6-5); è ancora Cattaneo a trovare un attacco da circoletto rosso (8-5) mentre Mattei (nominato MVP del match) spolvera l’angolo di posto 1 per l’azione del 12-7 con Prata che accusa il colpo e sbaglia i due palloni successivi i quali permettono ai padroni di casa di volare sul 14-7. L’onnipresente Marchisio guida egregiamente la seconda linea della Yuasa Battery che poi alza per l’ennesima volta il muro con Canella (saranno 11 di squadra a fine gara) che aumenta il gap (17-9) con Breuning che gioca ancora sulle mani del muro Tinet per il 18-9 in favore di Grottazzolina. Prata accusa, le sostituzioni apportate da coach Boninfante non variano l’inerzia della sfida ma anzi ne approfitta Fedrizzi per tirare fuori dal cilindro come un mago addirittura tre servizi vincenti consecutivi che spediscono i padroni di casa dritti verso il 21-9 con il PalaGrotta in visibilio che non aspetta altro che il 25-13, firmato dal danese volante, per alzarsi in piedi ed omaggiare il giusto tributo a questa stupenda Yuasa Battery Grottazzolina.

CLASSIFICA

17 - Yuasa Battery Grottazzolina
13 - Tinet Prata di Pordenone
12 - Emma Villas Siena
11 - Consoli Sferc Brescia
10 - Puliservice Acqua S.Bernardo Cuneo
8 - WOW Green House Aversa
7 - Conad Reggio Emilia
6 - Consar Ravenna
6 - Abba Pineto
5 - Delta Group Porto Viro
3 - Pool Libertas Cantù
3 - Kemas Lamipel Santa Croce
2 - BCC Tecbus Castellana Grotte
2 - Sieco Service Ortona

1 Incontro in più: Yuasa Battery Grottazzolina, Tinet Prata di Pordenone
1 Incontro in meno: Consar Ravenna, Delta Group Porto Viro.

 

Redazione Volleyball.it

SU