Ore 18.00 Del Monte Coppa Italia A3 - Finale

A1 femminile | 25 novembre 2023, 22:46

A1 F.: Vallefoglia vince 3-0 a Trento

A1 F.: Vallefoglia vince 3-0 a Trento

Anticipo 9a giornata

ITAS TRENTINO - MEGABOX OND. SAVIO VALLEFOGLIA 0-3 (24-26 18-25 14-25)
ITAS TRENTINO: Olivotto 3, Guiducci 1, Shcherban 10, Moretto 2, Dehoog 19, Michieletto 1, Parlangeli (L), Mason 7, Marconato 1, Zago. Non entrate: Angelina, Mistretta (L), Stocco, Gates. All. Sinibaldi.
MEGABOX OND. SAVIO VALLEFOGLIA: Mingardi 16, Gardini 18, Mancini 4, Dijkema 3, Degradi 11, Aleksic 5, Panetoni (L), Giovannini, Grosse Scharmann. Non entrate: Provaroni, Cesarini (L), Cecconello, Kosheleva, Passaro. All. Pistola.
ARBITRI: Florian, Pozzato.
NOTE - Spettatori: 971, Durata set: 32', 26', 24'; Tot: 82'. MVP: Gardini.
Top scorers: Dehoog C. (19) Gardini B. (18) Mingardi C. (16)
Top servers: Dehoog C. (1) Guiducci G. (1)
Top blockers: Dijkema L. (2) Degradi A. (2) Olivotto R. (2) 

TRENTO - Dura solamente un set l’illusione dell’Itas Trentino di poter bissare il successo casalingo ottenuto con Cuneo quindici giorni fa. A ilT quotidiano Arena, in una serata caratterizzata dalle numerose iniziative per la “Giornata Internazionale contro la violenza sulle Donne”, le gialloblù si sono inchinate in tre parziali al cospetto della Megabox Ondulati Savio Vallefoglia, che dopo un primo set giocato punto a punto e deciso solamente dai dettagli ha preso il largo aggiudicandosi senza problemi le due frazioni successive, grazie ad una prova ordinata, con pochi errori (solamente 12 tra azione e battute) e impreziosita dalle ottime performance individuali di Gardini (18 punti per l’mvp con il 58% a rete) e Mingardi (16 punti con il 46% di positività in attacco).

Tra le fila trentine pesano indubbiamente le defezioni di pedine importanti come Gates, Angelina, Stocco e Zago, con quest’ultima rientrata solo per pochissimi scambi dopo lo stop per infortunio. Estremamente convincente la prestazione in posto 2 di Carly DeHoog, top scorer del match con 19 punti personali in un match impreziosito da un ace e un muro, positivo anche l’ingresso a gara in corso di Mason (7 punti).

SESTETTI - Sinibaldi si affida a Guiducci al palleggio, DeHoog opposto, Michieletto e Shcherban schiacciatrici, Moretto e Olivotto centrali, Parlangeli libero. Andrea Pistola, coach della Megabox, replica con Dijkema in regia, Mingardi opposto, Degradi e Gardini in posto 4, Mancini e Aleksic al centro e Panetoni libero.

LA PARTITA - L’avvio di gara è all’insegna dell’equilibrio con Guiducci che trova in DeHoog un porto sicuro dove rifugiarsi per sbrogliare le situazioni più complicate (9-9). Il primo strappo è di marca ospite (9-12) ma un ottimo turno al servizio di Moretto permette a Trento di ricucire il gap con Olivotto prima e Michieletto poi a segno a muro (14-13). Si gioca punto a punto fino al 22-22, quando un errore di Michieletto e un muro di Mingardi regalano due set point alla Megabox (22-24), annullati però da DeHoog e Shcherban (24-24). Al terzo tentativo Vallefoglia si prende il set, con il diagonale vincente di Gardini (24-26).

Le marchigiane partono forte in avvio di secondo parziale, crescendo soprattutto nella correlazione muro-difesa; in attacco ci pensa un’ottima Gardini ad eludere il muro trentino, spingendo la Megabox sul 4-11 quando coach Sinibaldi si è già giocato la carta Marconato (per Moretto) e ha già esaurito i time out a disposizione. Entra in campo anche Mason, il cui impatto sul match è positivo, ma per l’Itas Trentino è ormai tardi per poter sperare nella rimonta (6-15), nonostante un sussulto con DeHoog al servizio che riporta Trento fino al -6 (14-20), prima di giungere al 18-25 con cui la Megabox archivia la seconda frazione.  

Sinibaldi conferma Mason nel 6+1 gialloblù, ma la partenza è nuovamente è tinte marchigiane, con Mingardi e Degradi a costruire l’allungo della Megabox (2-8). Torna Michieletto in posto 4, l’Itas prova ad aggrapparsi a DeHoog per mantenere il passo delle marchigiane (7-11) ma la rotazione in battuta di un’ispirata Mingardi chiude virtualmente la sfida con largo anticipo, con la Megabox che doppia nel punteggio Trento (10-20) e sprinta verso il 14-25 che chiude la sfida.

IL COMMENTO 
"Siamo rimasti in partita nel primo set soprattutto grazie al fondamentale del servizio che è funzionato bene permettendoci di staccare palla da rete e lavorare meglio in fase di break point – ha spiegato a fine gara l’allenatore Marco Sinibaldi – ; nella pallavolo si vive di occasioni e Vallefoglia è stata più abile di noi a coglierle e ad aggiudicarsi il set. Poi siamo calati in ogni fondamentale, l’esito del primo set probabilmente ci ha sfiduciato ma questo è un aspetto sul quale dobbiamo migliorare. Facciamo ancora fatica purtroppo in settimana ad allenarci con continuità, la speranza è quella di poter tornare ad allenarci al completo il prima possibile".

Redazione Volleyball.it