Champions League - 30 novembre 2023, 00:02

Champions League F.: Conegliano vince anche in Polonia. Haak ne mette a terra 28!

Champions League F.: Conegliano vince anche in Polonia. Haak ne mette a terra 28!

3a giornata - Pool D
PGE Rysice RZESZOW - A. Carraro Imoco CONEGLIANO 1-3
(15-25, 15-25, 25-17, 26-28)
PGE Rysice RZESZOW: Obiala 5, Wenerska 1, Orvosova 15, Coneo 14, Kalandadze 15, Jurczyk 1, Szczygłowska (L), Kubas (L), De Paula Viana, Szlagowska 1, Kowalska 1, Centka 7, Makarowska 3. All. Antiga.
A. Carraro Imoco CONEGLIANO: Robinson Cook 11, De Kruijf 9, Haak 28, Bugg 3, Lanier 18, Fahr 6, De Gennaro (L), Squarcini, Gennari, Lubian, Wolosz, Bardaro. Non entrate: Piani, Plummer (L). All. Santarelli.
ARBITRI: Rodriguez Machin, Akinci.
NOTE - Durata set: 23', 21', 25', 31'; Tot: 100'.

RESOVIA - Si chiude in Polonia con la terza gara il girone d’andata della Pool D di Champions League, le "Pantere" in versione A.Carraro Imoco battono il Resovia e con il 3/3 anche nel girone europeo confermano l’imbattibilità che dura da inizio stagione. Dopo le due vittorie con il Beveren al Palaverde e a Stoccarda Stoccarda, anche con le attrezzate polacche la squadra di coach Santarelli ha colto un importante successo, nonostante le condizioni fisiche della squadra non fossero delle migliori.

Sestetto delle Pantere gialloblù con Asia Wolosz ancora in via di recupero, c’è Madison Bugg di nuovo titolare in diagonale con Isabelle Haak, al centro Fahr e De Kruijf, schiacciatrici Robinson Cook e Lanier (anche Plummer non ancora al meglio), libero De Gennaro.

LA PARTITA - Caldissimo il palasport polacco per l’arrivo delle campionesse d’Italia, guidate dalla capitana della nazionale di casa (e delle Pantere) Asia Wolosz, applauditissima e celebrata dal pubblico. La squadra del coach francese Antiga però vede un inizio pimpante delle Pantere che trovano Haak e Lanier già calde in attacco e a muro.Bugg fa muovere le mani anche a Fahr in attacco, ma le padrone di casa rispondono colpo su colpo. Un errore di Coneo manda al +2 le venete (4-6), si vedono anche due ottime fast ravvicinate di Robin De Kruijf, poi ancora una Haak inarrestabile, ma l’equilibrio non si sblocca, Kalandadze replica e Resovia tiene fino al 9-9. Altro mini allungo gialloblù (10-12), poi Bella Haak entra in battuta e fa male alla ricezione di casa (6 punti nel set per la svedese), ne beneficia De Kruijf per il contrattacco del +3 (11-14). Dopo il time out la svedese continua a martellare in battuta (11-15) e il break lancia l’A.Carraro Imoco che attacca su alte percentuali. La ricezione con De Gennaro e Robinson Cook permette a Bugg giocate di qualità, il muro-difesa delle Pantere diventa impenetrabile e Resovia accusa il colpo (15-21) nonostante i time out di coach Antiga. Moki difende un missile avversario, Kelsey Robinson Cook piazza un punto in…palleggio, poi un’ottima Lanier (4 punti nel set) prima fa ace poi attacca e il set si avvia verso Conegliano: 15-25 il netto finale.

L’A.Carraro Imoco parte bene anche nel secondo parziale (1-3), poi salgono in cattedra la potenza e la classe di Isabelle Haak: attacchi, servizi, pallonetti e la svedese lancia Conegliano, poi una Khalia Lanier molto aggressiva colpisce (anche un altro ace) e le italiane volano via (8-13). Le Pantere continuano a spingere con un ritmo travolgente che parte dalla difesa di De Gennaro e compagne. Un po’ tutte le attaccanti vanno a segno sugli assist di Bugg, poi arriva anche il muro (Cook e Fahr protagoniste) e il vantaggio si dilata ancora di più (8-16). Resovia annichilita dalla pressione non riesce più ad attaccare con qualità, Moki prende tutto, Cook e Lanier (9 punti in coppia nel set con ottime percentuali nel set) danno ordine e quando serve arriva il braccio pesante di Bella Haak a chiudere i punti (9, con un fantastico 8/10 in attacco nel set!).

La "Regina del Nord" forza anche la battuta e ne approfittano Bugg e Cook per i punti che sono una sentenza sul set: 10-20. Entrano anche per un’apparizione Squarcini e Bardaro prima di un’altra facile chiusura per le Pantere che festeggiano il 2-0 dopo il 15-25 siglato da Bugg, direttamente con un servizio vincente.

Nel terzo set però la partita cambia volto: le Pantere dell’A.Carraro Imoco subiscono subito la voglia di reazione del Resovia (4-2), tenendo però le avversarie nel mirino almeno all’inizio. Kalandadze e Coneo però continuano a spingere, poi Cetka piazza l’ace e le polacche tengono la testa (7-5). Il pareggio a quota 7 arriva con un’incredibile colpo difensivo di Robin De Kruijf che si trasforma in un gran punto per l’olandese. Il set all’inizio è equilibrato fino all’11-11. Il Resovia però ha preso fiducia e l’atteggiamento ora è aggressivo, Conegliano commette qualche errore che non si era visto nei primi due set e l’affare si complica per le campionesse d’Italia. Coneo e Macarowska allungano per le polacche (14-11), poi il muro di Cetka per il +4 nonostante il time out di coach Santarelli. Le padrone di casa non si fermano, altro time out sul -5 (16-11), ma il blackout gialloblù continua (29% in attacco nel set). Sul 18-11 riappare in campo capitan Wolosz (boato dei suoi connazionali), ci sono anche Bardaro e Squarcini per cercare di rimediare, ma Kalandadze e compagne ormai sono lontanissime (20-12).  Set ormai compromesso e il Resovia si dimostra squadra di rango imponendosi 25-17 con uno dei rari errori di Haak. 

Nel quarto set le Pantere sembrano essersi rimesse in carreggiata (0-2), ma il Resovia ha trovato il suo ritmo e mette subito pressione con gli aces di Kalandadze, tre punti in fila fino al 7-3 che infiamma il pubblico di casa. Sarah Fahr ferma la valanga polacca, ma Orvosova (15 punti alla fine) e Coneo (idem) insistono (8-4). Ci vogliono le prodezze individuali e arrivano due gran colpi di Robinson Cook (attacco, finirà in doppia cifra con 11 punti) e la “solita” Isabelle Haak (muro) per cogliere il -1 (8-7). La ricezione non è più quella ottima dei primi due set e le polacche ne approfittano per mettere Conegliano sulla corda.  Dopo due set iniziali dominati dall’A.Carraro Imoco ora è battaglia vera in terra polacca e la partita si fa sempre più intensa. Il pareggio (9-9) di Haak dura poco, la regista di casa Makarowska piazza l’ace del nuovo +2, poi ancora Kalandadze (14 punti nel match) con grinta da trascinatrice mette giù il 15-12. Allarme rosso e time out di coach Santarelli.

Sul 16-12 rientra in regia la condottiera, Asia Wolosz, la capitana dà subito una scossa (18-17). Entra anche Gennari che puntella la seconda linea, poi l’esperienza di De Kruijf si fa valere a muro, suo il punto che firma la nuova parità: 19-19. Sprint infuocato nel finale, Robin De Kruijf (9 punti nel match per “The Queen”) alza ancora la saracinesca (20-21), il Resovia ora è sotto pressione e torna a sbagliare (20-22). Sembra fatta quando Khalia Lanier (18 punti, 2 aces, 1 muro e 47% in attacco) sigla di forza il +2 (21-23), ma non è finita. La georgiana Kalandadze continua la sua grande gara, entra anche Lubian nel concitato finale dove Resovia coglie il pareggio a quota 23, tutto da rifare. Con coraggio la squadra di casa resta agganciata anche dopo tre set point giocati dalle Pantere. Ai vantaggi la decide Isabelle Haak, solita fuoriclasse (sarà MVP con 28 punti, 2 muri e 2 aces, sopra il 50% in attacco!), che nel momento del bisogno estrae dal cilindro il servizio vincente del 26-28.

Quindicesima vittoria su quindici gare stagionali e 3 su 3 in Champions per le campionesse gialloblù.

Dopo lo scontro al vertice nel girone di Champions, domenica le Pantere in versione Prosecco DOC tornano in Italia per il campionato e sarà ancora la seconda della classe, stavolta l’Igor Novara, a tentare l’assalto al primato che le gialloblù hanno ben saldo dopo 9 vittorie nelle prime 9 giornate del torneo tricolore. Per De Gennaro e compagne domenica al PalaIgor (ore 19.30, diretta Sky Sport)  un’altra trasferta insidiosa da affrontare al massimo.

SU