foto
Sudtirol Bolzano – Metalleghe Montichiari 3-0 (25-23, 25-15, 26-24)
Sudtirol Bolzano: Pincerato 3, Bartsch 10, Zambelli 6, Popovic-Gamma 14, Papa 18, Bauer 13, Bruno (L). N.E. Vrankovic, Bertone, Grothues-Balkenstein, Spinello. All. Salvagni.
Metalleghe Montichiari: Dalia 1, Nikolic 5, Efimienko 4, Malagurski 10, Busa 6, Gioli 11, Aquilino (L), Ruzzini (L), Boldini 0, Lualdi 3, Gravesteijn 0. N.E. Domenighini. All. Barbieri.
ARBITRI: Curto, Pecoraro.
NOTE – durata set: 27′, 22′, 32′; tot: 81′.

BOLZANO – È stato un Südtirol Bolzano bellissimo sotto la luce delle stelle e davanti alle telecamere di Rai Sport in questo sabato sera, in cui le arancioblù si sono portate a casa la seconda vittoria stagionale. Al PalaResia le ragazze di Francois Salvagni si sono imposte in tre set ai danni del Metalleghe Montichiari, portandosi così ora in classifica a +4 sulle bresciane.

CHE NUMERI – Davvero un bel Südtirol Bolzano quello ammirato questa sera al PalaResia. Molto, molto, molto attento in difesa ed efficace in contrattacco: in generale l’intera fase break bolzanina è molto efficace, tanto da mettere una grande pressione addosso a Montichiari. Per gran parte dell’incontro sono le arancioblù a dettare il ritmo del gioco, prendendo in mano le redini dell’incontro e risultando molto più efficaci delle avversarie. Grazie ad una Giulia Pincerato molto lucida e precisa nelle scelte in regia, tanto da armare molto bene il braccio di una scatenata Valeria Papa: 18 punti con il 44% in attacco e ben 4 ace. La schiacciatrice genovese, in campo fin dal primo scambio, è assoluta protagonista del match così come capitan Christina Bauer, autrice di 13 punti con il 53% in attacco, tre muri ed un ace, mentre nel corso della gara dopo una partenza a marce basse sono cresciute tantissimo anche Bartsch (10 punti con il 39% in attacco ed un muro) e Popovic-Gamma, autrice di 14 punti con il 52% in attacco ed un ace. Ora, in attesa dei risultati di domani, con questa vittoria il Südtirol Bolzano sale a quota 7 punti in classifica, all’ottavo posto della classifica, distanzando Montichiari e scavalcando Modena e Monza (6 punti).

SESTETTI IN CAMPO – Coach Salvagni deve rinunciare a Maret Balkenstein-Grothues, reduce da una settimana alle prese con un problema al ginocchio, al suo posto nello starting six c’è Valeria Papa in diagonale a Bartsch, Pincerato va in regia con Popovic-Gamma opposto, Zambelli e Bauer centrali con Bruno libero. Barbieri risponde con Dalia in regia, Malagurski opposto, Nikolic e Busa schiacciatrici, Gioli e Efimienko centrali con Ruzzini libero.

LA CRONACA – In avvio le altoatesine partono bene (5-3 e 7-3), quando poi Montichiari però trova l’ace allora il punteggio vede il Metalleghe sotto solo di 2 (12-10). Papa scalda subito il braccio e trova l’ace del 15-11, ma basta che il Südtirol Bolzano abbassi un po’ l’attenzione e sbagli qualcosina di troppo che subito le ospiti riescono a riavvicinarsi (18-17 con due ace di fila di Nikolic). I due sestetti tornano in parità sul 20-20, nel finale si gioca palla su palla e punto su punto finché Popovic-Gamma non realizza l’attacco del 24-22. Annullata la prima palla set, la seconda sembra finire out su un attacco lungo di Bauer: invece il video-check, chiamato al momento giusto da Salvagni, trasforma quel pallone nel 25-23 finale.

Nel secondo set il Südtirol Bolzano parte subito con il piede giusto: 5-2 e 11-7. Una scatenata Bauer mura Malagurski (14-9), Montichiari non riesce più a tenere il passo delle padrone di casa (17-10) ed il set diventa una passerella per le arancioblù (23-14) che dominano fino alla fine.

Nel terzo venticinque il canovaccio della gara non cambia nei primi scambi, sono sempre le altoatesine a dominare (5-2 e 10-7). Ma, ancora una volta, bastano qualche errore ed alcune buone battute della Nikolic che la gara torna in equilibrio (10-10): si procede a braccetto però solo qualche scambio (14-14), perché Bartsch e Papa nel finale salgono nuovamente in cattedra (20-17). Montichiari reagisce ancora e si riavvicina fino al 22-21, trovando poi la parità sul 23-23: si va ai vantaggi, dove il colpo di reni vincente è del Südtirol Bolzano, grazie all’invasione a rete di Nikolic ed al muro di Bartsch.

HANNO DETTO – Parla coach Francois Salvagni: “Ci voleva, questo risultato ci voleva davvero ma non solamente per la vittoria in sé o per i punti, ma perché questi sono arrivati giocando una bella pallavolo. Per due set e mezzo abbiamo tenuto noi in mano il pallino del gioco, spesso ci siamo complicati la vita commettendo qualche errore di troppo ma nel complesso sono molto contento del livello di gioco espresso. Ci serviva un risultato di questo tipo ed una prestazione così, fattori che ci danno tranquillità ed entusiasmo per lavorare per cercare di migliorare ancora e continuare, anche nelle prossime gare, a portarci a casa risultati positivi giocando una bella pallavolo”.