A1 F.: Busto Arsizio torna in vetta. 3-2 al Bisonte. Supersfida Piani – Lippmann

21 punti per le due attaccanti dei due club. Le Farfalle partono sotto di 0-2 prima che Piani, titolare dal 3° set, ribalti il match!

UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO – IL BISONTE FIRENZE 3-2 (17-25 16-25 25-18 25-20 15-9)
UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO: Herbots 16, Botezat 1, Grobelna 2, Gennari 17, Bonifacio 9, Orro 2, Leonardi (L), Piani 21, Berti 3, Meijners, Peruzzo. Non entrate: Cumino. All. Mencarelli.
IL BISONTE FIRENZE: Sorokaite 15, Popovic 16, Lippmann 21, Degradi 12, Alberti 6, Dijkema, Parrocchiale (L), Daalderop 2, Bonciani, Candi, Venturi. Non entrate: Santana. All. Caprara.
ARBITRI: Boris, Cerra.
NOTE – Spettatori: 2193, Durata set: 22′, 25′, 26′, 28′ , 17′ ; Tot: 118′.

BUSTO ARSIZIO – La Unet E-Work Busto Arsizio vince in rimonta la sfida con il Bisonte Firenze e appaia Novara in vetta alla classifica. Alle toscane di coach Caprara non bastano i 21 punti della Lippmann, top scorer del campionato. Pazzesco infatti l’impatto di Vittoria Piani, devastante anch’essa con 21 punti ma colti in soli tre set giocati (43% con 2 muri e 2 ace). Decisamente superiore poi il rendimento del muro difesa bustocco: Gennari (17 col 44%) e Leonardi hanno fatto gli straordinari in seconda linea, mentre Herbots ha dato punti (16, col 43%) e tanta grinta a tutta la squadra. Dal terzo parziale Orro è riuscita a lavorare meglio anche con i centrali, con Bonifacio capace di 9 punti (3 a muro).

Da segnalare il ritorno in campo di Floortje Meijners, schierata da Mencarelli per qualche turno di servizio. Insomma, un’altra nota lieta in una serata dolce per le farfalle.

SESTETTI – Mencarelli parte con Orro in palleggio, Grobelna opposto, Gennari e Herbots schiacciatrici laterali, Bonifacio e Botezat al centro e Leonardi libero.  Giovanni Caprara replica con Dijkema in regia, Lippmann opposto, Sorokaite e Degradi in banda, Alberti e Popović al centro e Parrocchiale libero.

LA PARTITA 

Nel primo set il pallonetto di Lippmann e il muro di Popovic lanciano subito le ospiti (5-7); ancora Popovic trova il +3 (6-9), Herbots spara out il 6-10 e Mencarelli ferma il gioco. La UYBA regala troppo e Firenze ne approfitta (7-12), così Popovic fa +6 (7-13) e Sorokaite firma l’ace del 7-14 (ancora time-out bustocco). Sorokaite passa anche da 4 per il 10-18, Degradi realizza l’ace del 10-19; il set è segnato, per la UYBA fa il suo primo ingresso in campo dopo la maternità Meijners, ma Lippmann chiude presto (17-25).

Secondo set: Firenze sembra ancora padrona del campo (Sorokaite 4-7, ace Alberti 4-8) e Mencarelli è costretto a chiamare subito il time-out. Gennari trova il cambiopalla e carica le compagne (5-8), Lippmann sbaglia (6-8), ancora la capitana tiene in scia la UYBA (8-10 dentro Berti per Botezat). Sul 9-12 Mencarelli sostituisce Grobelna con Piani, ma le ospiti aumentano il gap con Degradi (9-13, 10-14); Lippmann martella con continuità (11-18), Popovic mura (11-19), Sorokaite in pallonetto fa 11-20. La UYBA fatica in tutti i fondamentali e Firenze chiude ancora veloce con il muro di Lippmann (16-25).

foto Danielatarantini.com

Terzo set: Mencarelli riparte confermando Piani e Berti e in avvio la UYBA prova a reagire, sfruttando anche due errori ospiti (5-2); Gennari firma il mani-out del 6-3, Piani tira il bel lingolinea del 9-5, ma due muri toscani riportano in equilibrio lo score (9-7); Herbots non ci sta (pipe del 10-7), ma Lippmann trova sempre cambiopalla veloce (11-9) e Firenze è in scia. Herbots è scatenata da posto 4 e fa chiamare tempo a Caprara (13-9), Gennari allunga in pipe (14-9 dentro Daalderop per Degradi); Orro continua il fruttoso turno di servizio con l’ace del 15-9 e le farfalle respirano (18-11 doppietta di Piani e time-out Caprara). Vittoria è in palla e firma l’ace del 20-12, nel finale Firenze prova la rimonta impossibile con Lippmann (23-17), ma Piani ed Herbots trovano i punti che valgono il set (25-18).

Quarto set: Herbots, Piani e Bonifacio gasano subito la UYBA (6-1), con Gennari che passa da 4 per l’8-2; Piani si mette in evidenza anche a muro (10-4, dentro Candi per Alberti), Gennari è lesta sottorete (11-4 time-out Bisonte). Orro cerca e trova Berti per il 13-6, ma Firenze non è spenta e con Degradi (attacco e muro) si riporta a -3 (13-10 time-out Mencarelli); Herbots attacca in rete il 13-11, ma ci pensa la solita Piani a trovare l’importante cambiopalla del 14-11; nella fase centrale del set Bonifacio lavora con efficacia (17-14), ma ancora Lippmann crede nel recupero e mette a terra il 17-16. Popovic a muro fa 18-17, Gennari risponde prontamente da posto 4 (19-17), Herbots affonda il 20-17. Nel finale un muro di Bonifacio e una straordinaria Herbots (3 punti da qui in poi) regalano alla UYBA 4 set-ball (24-20), poi Daaldelop (dentr per Degradi) attacca lungo il 25-20.

Quinto set: Berti e Gennari fanno subito 2-0, Bonifacio tira la bomba del 3-1, mentre Candi attacca largo il 4-1; Bonifacio mura il 5-1 (time-out Caprara), Lippmann regala il 6-1 e Firenze prova a cambiare le carte in tavola con gli ingressi di Alberti (su Candi) e Daalderop (sempre su Degradi). Piani di forza fa 7-2 e fa girare le squadre sull’8-4 e poco dopo mura il 9-4 (tempo Caprara); una tripletta di Gennari fa +6 (12-6), poi Mencarelli chiama time-out sul 12-9 di Popovic e Lippmann. Nel finale Piani, Berti a muro ed Herbots fanno esultare il Palayamamay (15-9).

HANNO DETTO

Sara Bonifacio (Busto Arsizio): “Nei primi due set, soprattutto nel primo, abbiamo commesso troppi errori: anche io personalmente ho fatto fatica sia in attacco che a muro. Dal terzo abbiamo preso le misure e siamo riuscite a portare a casa questa partita importantissima. Queste vittorie rafforzano il morale: riuscire a riemergere contro una squadra così forte come Firenze non era scontato”.

Alessia Gennari (Busto Arsizio): “Dal terzo è cambiata la nostra aggressività e la nostra attenzione sul muro-difesa: nei primi due set loro attaccavano sempre con muro a uno e quindi avevano vita facile, poi siamo salite noi. Vittoria Piani? Strepitosa!”

Marco Mencarelli (Busto Arsizio): “Il primo set è stato sciagurato, perché non abbiamo mai avuto in mano il bandolo della matassa con il nostro muro-difesa che è il nostro marchio di fabbrica. Nel secondo abbiamo provato a correggere questa cosa, senza riuscirci, dal terzo siamo tornati noi, anche grazie ai cambi. Ha inciso non solo l’ingresso di Piani, ma anche l’inversione che ho fatto dei centrali, che ci ha permesso di sfruttare meglio Bonifacio e Berti”.

Laura Dijkema (Firenze) “Siamo partiti molto bene giocando alla grande i primi due set, ma poi è entrata Piani che ci ha messo in seria difficoltà e quindi dobbiamo fare le congratulazioni a Busto. Adesso ci concentriamo su Novara, che è una grandissima squadra: non avremo nulla da perdere, dovremo servire bene e difendere meglio rispetto a questa sera e poi vedremo quello che succederà”.

CLASSIFICA
Igor Gorgonzola Novara 14 (5)
Unet E-Work Busto Arsizio 14 (5)
Imoco Volley Conegliano 12 (4)
Savino Del Bene Scandicci 12 (5)
Pomi’ Casalmaggiore 12 (6)
Saugella Team Monza 10 (6)
Banca Valsabbina Millenium Brescia 10 (6)
Il Bisonte Firenze 9 (6) 
Bosca San Bernardo Cuneo 5 (5)
Lardini Filottrano 3 (5)
Zanetti Bergamo 3 (6)
Club Italia Crai 1 (5)
Reale Mutua Fenera Chieri 0 (6)

Tra parentesi le gare giocate.

PROSSIMO TURNO – 25-11-2018 ore 17.00
Saugella Team Monza – Savino Del Bene Scandicci
Il Bisonte Firenze – Igor Gorgonzola Novara (24-11-2018 ore 20.30)
Pomi’ Casalmaggiore – Reale Mutua Fenera Chieri
Zanetti Bergamo – Bosca San Bernardo Cuneo
Lardini Filottrano – Imoco Volley Conegliano
Club Italia Crai – Unet E-Work Busto Arsizio
RIPOSA: BANCA VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA.

Sostieni Volleyball.it