A1 F.: Busto ritrova Orro e Leonardi. Facile 3-0 su Cuneo

8. GIORNATA 
UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO – BOSCA S.BERNARDO CUNEO 3-0 (25-19 25-12 25-18)
UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO: Orro 2, Herbots 9, Bonifacio 7, Lowe 19, Gennari 15, Washington 6, Leonardi (L), Bici. Non entrate: Villani, Cumino, Simin, Berti. All. Lavarini.
BOSCA S.BERNARDO CUNEO: Markovic 10, Candi 4, Van Hecke 6, Nizetich 3, Zambelli 5, Cambi 1, Zannoni (L), Ungureanu 2, Agrifoglio, Frigo. Non entrate: Rigdon, Baldi. All. Pistola.
ARBITRI: Sobrero, Saltalippi.
NOTE – Spettatori: 2164, Durata set: 23′, 20′, 23′; Tot: 66′.

BUSTO ARSIZIO – Tutto secondo pronostico al Palayamamay di Busto Arsizio, dove la Unet e-work Busto Arsizio vince per 3-0 l’anticipo televisivo dell’8a giornata di andata contro la Bosca S. Bernardo Cuneo. La squadra di Lavarini, finalmente al completo e con Orro e Leonardi titolari dal primo minuto, ha condotto le danze con autorità per tutta la durata dell’incontro, mostrando nuovi segnali incoraggianti in vista di un dicembre che si preannuncia piuttosto impegnativo, anche in considerazione dell’inizio della Cev Cup.

A proposito di Cev, qualche istante prima del match la capitana Alessia Gennari ha tolto il velo sul nuovo stendardo celebrativo della coppa europea conquistata nel 2019 dalla UYBA, arrivato da qualche ora al Palayamamay.

Tornando alla gara, per le farfalle super prova proprio della capitana, ancora MVP con 15 punti, 44% in attacco, 1 ace e 2 muri. Top scorer Karsta Lowe con 19, energica Herbots (9 con tanta qualità anche in battuta).

Per Cuneo Markovic senza dubbio la migliore con 10 punti.

SESTETTI – Lavarini parte con Orro – Lowe, Bonifacio – Washington, Herbots – Gennari, Leonardi libero, Pistola risponde con Cambi – Van Hecke, Candi – Zambelli, Nizetich – Markovic, Zannoni libero.

LA GARA 

Nel primo set la UYBA parte forte e Gennari fa presto 4-1 sui servizi di Herbots; Markovic con la pipe tiene in scia Cuneo (4-3) e poco dopo in pallonetto trova il pari (6-6), ma Gennari ha ancora il braccio caldo e firma la doppietta che vale l’8-6. L’equilibrio tuttavia non si sblocca, con Lowe (attacco e muro) e Van Hecke sugli scudi. Bonifacio mura il 13-11 che fa chiamare tempo a Pistola, ma le ospiti non mollano e raggiungono il nuovo pari sul 14 grazie a una magia di Nizetich. Washington e l’ace di Lowe provano a rilanciare la UYBA (18-16), Van Hecke regala il +3 (time-out Cuneo, 19-16). La solita Markovic trova il 19-18, ma Washington a muro respinge l’insidia (20-18), mentre Van Hecke sbaglia ancora e viene sostituita da Ungureanu (21-18). Nel finale le ospiti regalano ancora qualcosa, Lowe affonda il 24-19, Gennari chiude 25-19 dopo una super difesa di Leonardi.

Herbots colpisce forte dai 9 metri per il primo 4-2, Lowe in lungolinea trova il 5-2 che fa chiamare tempo a Pistola. Al rientro in campo la belga colpisce in pipe il 6-2 e poco dopo il 7-3. Gennari in serata top fa 8-3, Bonifacio va a segno con l’ace del 9-3 (ancora time-out ospite). Lowe chiude il lungo scambio che porta al 12-5, Herbots e Orro si esaltano anche a muro (14-6, 15-6). Lowe da posto 2 mette a terra il 19-10, Bonifacio realizza un altro ace (21-10), Gennari mura il 22-10. E’ dominio UYBA: finisce 25-12 (Herbots).

Le farfalle appaiono un po’ rilassate in avvio (2-4 dentro Ungureanu per Nizetich), ma Lowe prima di potenza e poi di fino recupera presto (5-5); l’opposto USA picchia con decisione anche il 7-6 e l’11-8 che fa interrompere il gioco alla panchina piemontese. Gennari firma il 13-9 e mura il 15-11, Herbots affonda il 17-12 (time-out Pistola). Ormai la gara è chiusa: Orro mura il 20-14, Herbots conquista il 23-17, Bonifacio mura il 24-17 e il 25-18.

HANNO DETTO

Herbots: “Non è stato facile con Cuneo: loro sono una buona squadra, ma noi abbiamo fatto grandi cose con il muro difesa rendendo loro la vita difficile. Ottimo il ritorno di Giulia Leonardi, ma tutte ci siamo impegnate molto in seconda linea. Anche nel primo set, in cui di solito facciamo un po’ di fatica, abbiamo forzato subito il servizio e le cose sono andate bene”.

Lavarini: “Sono soddisfatto, le ragazze hanno fatto una bella gara e abbastanza costanti. In avvio forse qualche imprecisione sulla fase rice-difesa, ma poi hanno sistemato tutto in fretta. Le ho viste aggressive da subito, con delle buone soluzioni in attacco, l’hanno resa una partita facile, anche se Cuneo è stata un pochino sotto il livello che ci aspettavamo. Ottima la nostra difesa, soprattutto sugli attacchi del loro opposto”. 

Gino Primasso, Ds Cuneo: “Una sconfitta senza alibi. Prima c’era un problema tecnico legato ad alcuni infortuni, ora si tratta di cambiare completamente il modo di stare in campo. Chiediamo alle ragazze un esame di coscienza, così non stiamo giocando le gare ad un livello sufficiente. La nostra società non può accettare questo atteggiamento. Dobbiamo uscire da questa situazione e le uniche che possono variare la rotta sono le ragazze stesse. Lunedì riprendiamo a lavorare in palestra in vista della trasferta di Bergamo. Ci eravamo forse illusi dopo le prime tre giornate: ora dobbiamo ripartire da zero nel rispetto dei nostri sponsor, dei nostri tifosi e di tutti gli appassionati che ci seguono”.

Sostieni Volleyball.it