A1 F.: Casalmaggiore non fa regali a Perugia. Stufi MVP

2. GIORNATA RITORNO 
VBC ÈPIÙ POMÌ CASALMAGGIORE – BARTOCCINI FORTINFISSI PERUGIA 3-1 (25-17, 25-20, 17-25, 25-12)
CASALMAGGIORE: Popovic 12, Stufi 13, Camera, Vukasovic, Spirito (L), Bosetti 15, Scuka 7, Carcaces 8, Veglia, Antonijevic 3, Cuttino 16. Non entrate: Binacchi (L), Fiesoli, Maggipinto. All. Gaspari.
Perugia: Casillo, Bruno (L), Cecchetto (L), Montibeller 16, Raskie 9, Menghi 5, Angeloni 4, Lazic 3, Mio Bertolo 10, Crncevic 11. Non entrate: Bidias, Demichelis, Strunjak, Pascucci. All. Bovari
NOTE: Durata set: 21′, 23′, 24′, 18′. Spettatori: 1.804

CREMONA – La Vbc Èpiù Pomì Casalmaggiore torna alla vittoria e lo fa con un 3-1 su Perugia tra le mura amiche del PalaRadi di Cremona. 

LA PARTITA

La gara viene aperta da Stufi che in fast sigla il primo punto, Menghi pareggia i conti con lo stesso fondamentale. Bel primo tempo di Popovic che mette a terra il pallone del 3-2, Cuttino poi allunga. Montibeller ci prova ma il muro di Popovic è li fermo, 5-2. Cuttino fa 6-2 e così la panchina umbra chiama il primo time out della gara. Parallela a tutto braccio di Carcaces e si va sul 9-4. Bordata di capitan Bosetti sulla quale Cecchetto non può nulla, 13-7. Bel pallone di Carcaces che taglia il campo e fa 19-9. Altra fast vincente di Stufi, 20-10. Due mani out di Bosetti valgoo il 24-14. Cuttino chiude 25-17.

La seconda frazione parte sul sostanziale equilibrio, Cuttino sale in cielo e fa 5-5, Carcaces allunga. Il set continua sulla stessa falsariga, il muro di Bosetti fa 10-9, Montibeller sigla il 10-10. Bella parallela di Cuttino, 14-12. Perugia riconquista la parità 15-15. L’ace di Stufi completa il mini break delle rosa, 18-15. Carcaces sfrutta le mani del muro ospite e trova il set point, 24-19. Montibeller annulla il primo set point ma Carcaces poi spara una parallela a tutto braccio e fa 25-20.

Le ospiti si portano avanti grazie a due errori rosa, Popovic accorcia 1-2. Mio Bertolo trova l’ace dell’1-4, Cuttino accorcia in diagonale, 2-4. Carcaces piega le mani del muro e fa 3-4. Grande fast di Stufi che fa 4-6. Perugia trova il 4-7. Bello il muro della formazione ospite che blocca Bosetti e fa 4-10, coach Gaspari inverte la diagonale inserendo Camera e Vukasovic per Cuttino e Antonijevic. Menghi sigla l’ace del 5-12. Crncevic trova un ace fortunoso ma efficace, 7-17. Il set è nelle mani di Perugia che tiene il pallino del set. Lazic tiene le distanze. Bel tocco di seconda di Antonijevic che in questo è una sentenza, 12-22. Montibeller manda le sue al set point con una cannonata, ma un’invasione di Perugia annulla il primo, Cuttino poi annulla il secondo poi Scuka ferma il tentativo ospite e l’errore di Montibeller manda le rosa sul 17-24. E’ Perugia però a chiudere 17-25.

Coach Gaspari riparte con Scuka per Carcaces. Il videocheck richiesto ribalta la decisione arbitrale e fa 4-2 per le rosa, l’errore poi di Menghi allunga. Parallela a tutto braccio per Cuttino ed è 6-3, Bosetti poi sigla due ace consecutivi nelle battuta seguenti, 8-3.  Casalmaggiore si porta sul 13-5. Super fast di Stufi ben imbeccata da Antonijevic, 14-6. Ancora una volta la legge del secondo tocco di Antonijevic è vincente, 15-7. L’altra legge rosa è quella del mani out di Bosetti, 17-9. Sale davvero ad altezze siderali Cuttino e mette a terra il pallone del 20-11, Stufi poi allunga. Mani out di Scuka che fa 23-12, poi Bosetti manda tutti al match point, 24-12. E’ Stufi a chiudere in fast 25-12 e 3-1 il match. 

HANNO DETTO

“I primi due set sono stati facili – dice Mina Popovicma nel terzo è stato difficile mantenere la concentrazione, sono contenta però che nel quarto abbiamo ritrovato il livello dei primi due. Ci dobbiamo preparare anche per la partita di coppa e quindi è importante mantenere il livello sempre. Dopo le vacanze abbiamo avuto qualche problema influenzale e quindi non è stato facile lavorare, ora però stiamo tutte bene e siamo tornate a lavorare tutte insieme.”

“Sapevamo che Casalmaggiore è un’ottima squadra – dice l’ex rosa Giada Cecchettomolto fisica che tocca tanti palloni a muro. Nel primo set dovevamo capire come metterci, nel secondo siamo cresciute e nel terzo abbiamo dimostrato che se battiamo bene possiamo mettere in difficoltà tutti. Loro sono forti e hanno vinto con merito, noi dobbiamo lavorare e crescere ancora. Da qui alla fine del campionato spero di vedere una Perugia aggressiva e agguerrita che non molla mai anche nelle difficoltà. Con l’arrivo di Aleksandra Crncević ci siamo rinforzate: ha disputato un’ottima prestazione, anche se dobbiamo ancora affinare l’intesa. Mi aspetto di dare del filo da torcere a tutti”

Sostieni Volleyball.it