A1 F.: Chieri blinda il suo 5° posto. Busto perde 3-0 in casa e torna in piena crisi

639
Chieri festeggia la vittoria d Busto Arsizio

Recupero 10a giornata andata
UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO – REALE MUTUA FENERA CHIERI 0-3 (23-25 25-27 22-25)
UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO: Gennari 4, Stevanovic 10, Poulter 2, Gray 18, Olivotto 7, Mingardi 12, Leonardi (L), Escamilla 4, Piccinini, Herrera Blanco. Non entrate: Bulovic, Bonelli, Cucco (L). All. Musso.
REALE MUTUA FENERA CHIERI: Villani 11, Mazzaro 9, Grobelna 25, Perinelli 11, Zambelli 1, Bosio 2, De Bortoli (L), Alhassan 4, Frantti, Laak. Non entrate: Meijers, Fini, Gibertini (L), Mayer. All. Bregoli.
ARBITRI: Bassan, Prati.
NOTE – Durata set: 27′, 29′, 28′; Tot: 84′.

BUSTO ARSIZIO – Chieri ferma la mini striscia dell’Unet E-Work Busto Arsizio che era reduce da due vittorie consecutive e torna a sua volta alla vittora dopo tre sconfitte.  Fondamentali i 25 punti di Grobelna per 3 punti che di fatto blindano il 5° posto minimo per la squadra di Bregoli, la UYBA non esce dalla crisi.
Nel match di oggi le farfalle si sono dovute arrendere alla Reale Mutua Fenera Chieri, solida in tutti i reparti ed autrice di una gara aggressiva dal primo all’ultimo scambio. La formazione biancorossa ha sempre inseguito, arrivando però a giocarsela alla pari nei punti decisivi, soprattutto di primo e secondo game, sfuggiti per un soffio. Nel corso della gara Musso ha provato la carta Escamilla, dentro per Gennari per metà del secondo e terzo parziale. Meritato il successo per le ospiti, sorrette da una difesa straordinaria e in attacco dagli spunti di Grobelna (MVP) e Villani (11).
Tra le farfalle, che hanno faticato molto in fase di ricezione, Gray la migliore in attacco con 18 punti (47%), seguita da Mingardi (12). Buona prova a muro di Stevanovic con 5 block vincenti. 

SESTETTI – Musso parte con Poulter – Mingardi, Olivotto – Stevanovic, Gray – Gennari, Leonardi libero, Bregoli risponde con Bosio – Grobelna, Zambelli – Mazzaro, Villani – Perinelli in banda, De Bortoli libero.

LA PARTITA – Nel primo set Chieri parte aggressiva (1-6) e la UYBA è costretta al massimo sforzo per tornare in partita (9-10 Mingardi – Stevanovic con tante difese di Leonardi). Gray conquista il pari sull’11, Stevanovic sorpassa con due muri di fila (13-11), mentre Bregoli sfrutta anche la carta Frantti e si procede in equilibrio (18-17 Mingardi). Olivotto a muro lancia lo sprint (19-17), l’ingresso di Piccinini dà garanzie in seconda linea, Gennari non sbaglia da posto 4 (22-21), ma i servizi di Alhassan (appena entrata) e il muro della rientrata Perinelli fa volare le ospiti sul 22-24. Grobelna chiude in pallonetto 23-25.
Nel secondo set Bregoli dà spazio ad Alhassan per Zambelli; l’avvio è equilibrato ma troppe sviste bustocche favoriscono la fuga di Chieri (bene Mazzaro che fa chiamare tempo a Musso sul 9-13); Musso prova Escamilla per Gennari, ma le piemontesi sono rocciose e allungano grazie ad un super muro di Villani (12-18). Poulter si aggrappa a Gray, Mingardi chiude lo splendido scambio che porta al 16-19, l’ace di Stevanovic vale il -2 (21-23), Mingardi in parallela fa 22-23, Gray recupera interalmente il gap (da 19-23 a 23-23). Nel finale si lotta punto a punto ma Chieri è sempre avanti e chiude 25-27 con Grobelna.
Nel terzo set la UYBA riparte con il 6+1 di inizio partita, mentre Bregoli conferma in campo Alhassan; l’inerzia è sempre pro-Chieri ma due muri di Stevanovic e Poulter provano a invertire la rotta (9-8); le farfalle faticano in rice e MUsso rimette in campo Escamilla su Gennari (12-14); la strada sembra troppo ripida ma passo dopo passo, con Mingardi e Stevanovic, la UYBA ritrova il pari (17-17). Anche stavolta però ha la meglio Chieri che nel finale allunga e chiude con Grobelna e Villani sugli scudi. 

HANNO DETTO
Musso (allenatore Busto Arsizio): “Ho visto una Chieri che ha saputo reagire benissimo ai problemi che ha avuto nel mese precedente e oggi ha fatto una gara ottima, difendendo palle veramente difficili. Noi abbiamo faticato a trovare il punto nei momenti clou dei set, dove non siamo riusciti ad essere abbastanza determinati. Devo constatare anche stasera che l’ingresso in campo non è stato dei migliori e questa è una situazione che ci penalizza parecchio”.
Escamilla (schiacciatrice Busto Arsizio): “Chieri ha giocato una gara molto ordinata, mentre noi non siamo riuscite ad esprimere lo stesso ordine in campo. Volevamo battere forte per metterle in difficoltà, ma non siamo riuscite nel nostro intento e questo le ha facilitate nei finali di primo e secondo set. Abbiamo faticato anche a prendere il tempo a Grobelna, a muro e in difesa”.

 

 

Sostieni Volleyball.it