6. DI RITORNO
IMOCO VOLLEY CONEGLIANO – IGOR GORGONZOLA NOVARA 3-0 (25-19 25-17 25-18)
IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Folie 7, Egonu 15, Hill 13, De Kruijf 12, Wolosz 3, Sorokaite 9, De Gennaro (L), Fersino, Gennari. Non entrate: Ogbogu, Sylla, Botezat, Enweonwu, Geerties. All. Santarelli.
IGOR GORGONZOLA NOVARA: Courtney 5, Veljkovic 5, Brakocevic Canzian 3, Vasileva 7, Chirichella 7, Hancock 2, Sansonna (L), Di Iulio 1, Mlakar 1, Napodano, Gorecka. Non entrate: Piacentini, Arrighetti, Morello. All. Barbolini.
ARBITRI: Santi, Piana.
NOTE – Spettatori: 5344, Durata set: 25′, 22′, 24′; Tot: 71′.

TREVISO – Campione del Mondo contro Campione d’Europa, basta questa premessa per descrivere il match stellare, l’ennesimo della storia infinita tra Imoco Conegliano e Igor Novara in un Palaverde esaurito da giorni. E’ la sfida n. 31 tra le due formazioni, non c’e’ un trofeo in palio, ma lo spettacolo è assicurato per il 5344 spettatori che fanno da splendida cornice al big match odierno, che è regular season ma con l’atmosfera di una finale scudetto.

SESTETTI – L’Imoco parte con Wolosz-Egonu, De Kruijf-Folie, Hill-Sorokaite, libero De Gennaro, risponde la squadra piemontese con Hancock-Brakocevic, Velijkovic-Chirichella, Courtney-Vasileva, libero Sansonna.

LA PARTITA – L’inizio della partita è spettacolare come ci si aspettava, con grande intensità e ritmi elevatissimi. Novara risponde ai tentativi di allungo delle Pantere di casa puntando molto sulla bulgara Vasileva, finchè con il muro e le invenzioni di capitan Wolosz l’Imoco prova a scappare sul 12-8. Coach Barbolini rivitalizza la squadra con un time out e Chirichella conduce la sua squadra fino al pareggio a quota 15. A quel punto sale in cattedra il muro di Conegliano con una scatenata Robin De Kruijf che poi mette punti pesanti anche in attacco (5 punti e 3 muri nel set) e Conegliano torna avanti 19-16. C’è un sussulto di Novara che cerca di adeguarsi al ritmo delle venete, ma alla fine la squadra di coach Santarelli fa vedere il meglio del suo repertorio con difesa ermetica e gli attacchi di Kim Hill e Paola Egonu (6 punti per lei nel set) che chiudono il perentorio 25-19.

Nel secondo set l’Imoco Volley continua a spingere fortissimo con le battute di Sorokaite e i muri di Folie ed Egonu per l’immediato 8-2. Novara non riesce a mettere palloni a terra nonostante coach Barbolini provi anche con i cambi a rivitalizzare la sua squadra, ma Sorokaite ed Egonu sono scatenate e Conegliano allunga ancora fino al 15-6. L’Igor prova con le battute di Hancock a ricucire uno strappo che si fa sempre più preoccupante per le piemontesi, ma le Pantere trascinate dal loro pubblico non fermano la loro ondata, il muro continua a fare la voce grossa e Conegliano marcia spedita fino al comodo 25-17 che mette nel carniere gialloblù anche il secondo set.

Il terzo parziale è quasi una passerella per le campionesse d’Italia che impediscono a Novara di reagire fin dall’inizio. 6-3 ancora con le battute di Indre Sorokaite, poi Wolosz si diverte a innescare con colpi spettacolari le sue attaccanti: bene le centrali gialloblù, Kim Hill (13 punti) e Paola Egonu (15 punti) continuano a viaggiare su alte percentuali, invece gli attaccanti laterali di coach Barbolini faticano molto contro il solido muro veneto, che ha in De Kruijf (alla fine 5 blocks per lei e 12 punti, MVP) la sua interprete principale. Un micidiale turno di servizio di Egonu, misto alle prodezze in difesa di De Gennaro e in attacco di Folie e Sorokaite, scavano il solco decisivo sul 21-11. Poi nonostante gli ingressi di Mlakar e Di Iulio, le campionesse d’Europa non vanno oltre un’orgogliosa resistenza e Conegliano chiude con il 15° 3-0 stagionale su 18 vittorie che la mantengono salda al comando della classifica.