A1 F.: Finale2. Conegliano ancora 3-0 a Novara. Scudetto ad un passo per Fabris e c.

FINALE 2
IMOCO VOLLEY CONEGLIANO – IGOR GORGONZOLA NOVARA 3-0 (25-16 25-23 25-23)
IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Sylla 13, Danesi 8, Fabris 11, Hill 12, De Kruijf 6, Wolosz 4, De Gennaro (L), Lowe 1, Tirozzi, Fersino. Non entrate: Moretto, Folie, Rodriguez, Bechis. All. Santarelli.
IGOR GORGONZOLA NOVARA: Bartsch 7, Veljkovic 4, Egonu 19, Plak 4, Chirichella 1, Carlini 2, Sansonna (L), Stufi 2, Piccinini 1, Nizetich, Zannoni. Non entrate: Camera, Bici. All. Barbolini.
ARBITRI: Pozzato, Piana.
NOTE – Spettatori: 5344, Durata set: 22′, 30′, 26′; Tot: 78′.
MVP: Wolosz.

TREVISO – Altro successo per 3-0 dell’Imoco Volley Conegliano che si aggiudica così gara 2 di finale scudetto femminile e vola sul 2-0 nella serie tricolore sull’Igor Gorgonzola Novara. Lunedì Gara3 a Treviso si gioca Gara3 che può già volere lo scudetto 2018/19 all’Imoco.

Rispetto a quanto visto mercoledì scorso, le azzurre di Massimo Barbolini oppongono una maggiore resistenza, arrivando a giocarsi in volata il secondo e terzo parziale. Non ancora abbastanza per contrastare l’ondata gialloblù. Nonostante i 15 errori in battuta, le trevigiane conducono le danze dall’inizio alla fine: 13 punti per Miriam Sylla, in doppia cifra anche Kimberly Hill (12) e Samanta Fabris (11). Per le piemontesi i 19 punti di Egonu.

SESTETTI –  Coach Santarelli sceglie Fabris opposta a Wolosz, Hill e Sylla in banda, Danesi e De Kruijf al centro e De Gennaro libero. Barbolini risponde con la diagonale Egonu-Carlini, Plak e Bartsch in posto 4, Veljkovic e Chirichella al centro e Sansonna libero.

LA PARTITA – In avvio è perfetto equilibrio fino al 5-5 con Plak incisiva. Parallela di Sylla e 7-5, Egonu la imita e pareggia di nuovo. Giungono i primi errori in attacco da parte delle azzurre – il Video Check conferma il fischio del primo arbitro sulla palla out di Bartsch – e le pantere salgono 10-7. Sylla e Fabris scardinano la difesa ospite, sull’11-7 boato del PalaVerde e time out Barbolini. Si alza Hill, che colpisce in diagonale e poi mura il primo tempo di Veljkovic, 14-8. Hill non passa dopo il recupero di Sylla, la Igor torna a -4 (16-12). Plak abbatte Bartsch al servizio, Sylla riceve l’alzata di Hill e indirizza all’incrocio delle righe: 20-13. Tutta la potenza di Fabris per il 23-14, un +9 che viene mantenuto fino al termine del parziale (25-16).

Il secondo set si apre con un’azione spettacolare delle pantere: Wolosz in tuffo, Fabris al palleggio e Hill efficace in attacco. Out il diagonale di Egonu e il tentativo di mani out di Bartsch, poi Danesi mura e sull’8-5 ecco il time out chiamato da Barbolini. Il primo block-in delle azzurre, ad opera di Chirichella, coincide con il -1. Impatta Egonu, 9-9. Il gioco delle piemontesi è più fluido, Plak passa e 11-11. Splendida parallela di Sylla tra il muro e l’asta, gialloblù a +2 nonostante la bordata di Egonu (16-14). Dentro Nizetich, che subito difende e favorisce il contrattacco dell’opposta azzurra. Danesi le prende le contromisure e la stampa, 18-15. Impazziscono i 5000 sulla seconda murata consecutiva di Danesi, 19-15 e time out Novara. Fabris chiude uno scambio prolungato, De Kruijf spolvera la riga e 22-17. Magia Wolosz per la fast di De Kruijf, la Igor non si abbatte favorita dai numerosi errori al servizio dell’Imoco (saranno 9 nel solo secondo set). Egonu ha il pallone del -1, ma spinge troppo e va lunga: 24-21. Altro errore dai nove metri, pallata di Egonu che colpisce Fabris e sul 24-23 Santarelli interrompe il gioco. Decide Sylla, che vince il duello sottorete con Egonu e firma il 25-23.

L’ace di Fabris vale il 3-0 in apertura di terzo parziale. Fatica enormemente la Igor per scrivere il suo primo punto – De Gennaro difende anche con il piede – mentre Hill firma il 6-1. Ci sono Stufi e Piccinini nella metà campo azzurra. Sylla è estremamente precisa e conduce le pantere al 10-4. Muro di Veljkovic e attacchi in serie di Egonu, Novara a -2 (11-9). Il time out di Santarelli scuote le gialloblù, che scattano immediatamente e raggiungono il +5 sulla pipe di Hill. Non mollano le ospiti, sul turno di servizio di Egonu il parziale di 0-4 che significa 16-15. Stufi efficace in fast, ma disattenta sul servizio corto di Wolosz: 19-16. Fantastica De Gennaro, Hill concretizza con il mani out. Out Bartsch, le pantere intravedono il traguardo sul 22-17. Ci prova Egonu, attacco e muro su Hill per il 22-20. Al rientro dal time out, Fabris sbatte su Bartsch e Santarelli inserisce Lowe. Sempre Bartsch completa la rimonta con l’ace del 23-23. Palla a Lowe, che non sbaglia: 24-23 e match point. Egonu attacca fuori, il Video Check conferma la chiamata arbitrale e 25-23.

Sostieni Volleyball.it