A1 F.: Il Sudtirol Bolzano viola il PalaYamamay, 3-1 al Club Italia. Infortunio a Orro

Bolzano supera il Club Italia

CLUB ITALIA – SUDTIROL BOLZANO 1-3 (25-27, 25-21, 13-25, 15-25) 
CLUB ITALIA: Enweonwu 3, Perinelli 3, Morello, Ferrara, Orro 1, Piani 6, De Bortoli (L), Mancini 10, Arciprete 3, Melli 4, Botezat 4, Egonu 22. Non entrate Lubian, Cortella. All. Lucchi. 
SUDTIROL BOLZANO: Bertone, Bruno (L), Rossi Matuszkova 2, Spinello, Bauer 16, Papa 24, Pincerato 2, Popovic-gamma 16, Bartsch 15, Zambelli 6. Non entrate Ikic. All. Salvagni. 
ARBITRI: Curto, Florian. 
NOTE – Spettatori 1050, durata set: 28′, 26′, 21′, 21′; tot: 96′. 

BUSTO ARSIZIO – Il Club Italia non ripete l’impresa compiuta la settimana precedente contro Busto Arsizio e resta a secco di punti nel primo anticipo della quinta giornata di ritorno, cedendo in quattro set al Südtirol Bolzano. Errori e sfortuna condizionano la prestazione delle azzurre, che nel primo set sprecano un vantaggio di 22-16 facendosi sorprendere ai vantaggi, mentre nel secondo perdono per infortunio Alessia Orro (per lei un trauma distorsivo al pollice destro, da valutare nei prossimi giorni); la reazione di carattere della squadra di Lucchi porta comunque al pareggio, ma il terzo set si mette subito in salita e nel quarto Bolzano si stacca definitivamente sul 13-18 andando a prendersi tre punti meritati.

Nella squadra azzurra ottimo avvio di partita per Paola Egonu, autrice di 22 punti con il 36%, e di Giulia Mancini, protagonista con 5 muri-punto, anche se entrambe vengono poi coinvolte dal calo generale. Da segnalare l’eccellente impatto sulla gara di Rachele Morello, gettata nella mischia sul 6-7 del secondo set e capace di prendere subito in mano la squadra con autorità conducendola alla vittoria del parziale. Di contro, la ricezione azzurra va in sofferenza negli ultimi due set e l’attacco si inceppa con percentuali molto basse (17% nel terzo e 26% nel quarto). Per Bolzano da segnalare la prestazione eccezionale di Valeria Papa, che mette a segno 24 punti con il 53% in attacco, e l’efficacia delle battute di Sanja Gamma-Popovic e della rientrante Michelle Bartsch. Il Club Italia resta all’ultimo posto della classifica con 10 punti, mentre le altoatesine scavalcano Modena e si portano momentaneamente al settimo posto della classifica. 

I SESTETTI – Il Club Italia conferma la formazione vittoriosa contro Busto Arsizio: Orro in diagonale con Piani, Botezat e Mancini al centro, Egonu e Melli in posto 4 e De Bortoli libero. Nel Sudtirol parte dalla panchina la nuova arrivata Ikic, mentre torna tra le titolari Bartsch insieme a Papa; l’opposto è Popovic-Gamma.

LA PARTITA – Il primo break dell’incontro è delle azzurre, che sfruttano un errore di formazione di Bolzano per portarsi sul 5-2; il vantaggio aumenta poi fino al 7-3 con Egonu. Bolzano si affida agli attacchi di Bartsch per ridurre le distanze prima sul 10-8 e poi sul 12-11, ma un ace della numero 18 riporta il punteggio sul 15-12 costringendo Salvagni al time out. Due grandi muri di Botezat e Melli fanno volare il Club Italia sul 19-14, ma quando il set sembra saldamente nelle mani delle azzurre il Sudtirol rimonta dal 22-16 al 22-21 sul servizio di Bartsch; Lucchi si gioca i due time out, ma il parziale per le ospiti resta aperto fino al 22-23. Papa si procura il primo set point, annullato da Mancini (24-24); ai vantaggi altre due chance per le altoatesine, che sfruttano la seconda con la solita Bartsch per il 25-27.
Bolzano parte bene anche nel secondo set (1-3) e, dopo il provvisorio pareggio di Egonu a muro, si scatena con Papa per il 3-6. Ancora Egonu accorcia (6-7) ma Orro deve uscire per un problema al dito: al suo posto Morello. Il Club Italia completa comunque la rimonta con Piani (9-9) e sul servizio di Giulia Melli allunga fino al 13-9, malgrado il time out chiesto da Salvagni. Egonu (15-10) e Mancini (17-11) tengono avanti le azzurre, ma Papa piazza due attacchi vincenti per il 18-15 e le neoentrate Matuszkova e Bertone chiudono la rincorsa sul 19-19. Nella volata finale Piani ed Egonu procurano il nuovo vantaggio del 22-20, Botezat mura Bauer per il 23-21 e ancora Egonu conquista tre set point, trasformando subito il primo con un muro-punto.

Il Club Italia riparte nel terzo set con Morello ancora titolare in regia. La partenza sprint delle ospiti, con 4 punti di Papa per l’1-5, costringe Lucchi a fermare subito il gioco, ma al rientro in campo Bolzano allunga addirittura fino all’1-12 sulla devastante battuta di Popovic, malgrado gli ingressi di Arciprete, Enweonwu e Perinelli. Il Sudtirol gestisce senza problemi il vantaggio (4-17), anche se Enweonwu si rende protagonista di alcune buone azioni; Papa realizza il punto dell’8-20, Perinelli al servizio piazza il break del 13-21, ma Zambelli chiude agevolmente sul 13-25.

Sull’onda dell’entusiasmo Bolzano inizia alla grande anche nel quarto set, scappando sul 2-5 con Papa ancora in evidenza, e l’inarrestabile schiacciatrice mette a segno anche l’ace del 4-7. Il nuovo servizio vincente di Bauer (5-10) porta al time out azzurro; il Club Italia accorcia le distanze con un muro di Mancini (9-12) e un errore di Bauer (11-13), tornando a meno 1 sul 13-14 grazie a Egonu. L’illusione della rimonta però dura pochissimo: Bauer e Bartsch piazzano un altro allungo per il 13-18, Popovic dilaga per il 15-23 e mette subito fine al match sul 15-25.

Sostieni Volleyball.it