A1 F.: La Fipav riporta il Club Italia in A1 (a 14 squadre?) e giocherà al Pavesi. Imposto un fondo per il giovanile

Passa la linea Fipav: Club Italia in A1, progetto pluriennale, squadra finalmente in campo nel massimo campionato nella propria casa, il Pavesi!

3242
Passa la linea Fipav, Club Italia in A1al Centro Pavesi. Progetto pluriennale con ritorno in A2 al cambio generazionale e successiva risalita in A1. Azzurrine in campo al Pavesi

MODENA – In attesa di ratifiche del Consiglio Federale (le decisioni passano per gli uffici federali non dalle anticipazioni vicepresidenziali di legadonne alle testate oggi amiche non più censurate dalla rassegna stampa “rosa”) la notizia certa è che la Fipav ha deciso di riportare il Club Italia in serie A1 per la prossima stagione (per poi tornare in A2 alla ripartenza del Club Italia con nuove pre juniores e successivo nuovo ritorno in A1 al cambio di categoria delle stesse ragazze).

Dalla prossima stagione quindi, la nazionale delle azzurrine salirà nel massimo campionato che vedrà così la Lega Pallavolo costretta a ripescare una formazione (Filottrano) se non ci sarà nessun ritiro, per un campionato a 14 squadre.

Un campionato che costringerà la stessa legarosa ai salti mortali in ambito di calendari considerando che l’associazione dei club già si lamentava dei pochi spazi a disposizione per sviluppare il campionato con un torneo a sole 12 squadre (pur vanificando una data utile per un All Star di scarso appeal promozionale e senso sportivo).

Sarà così curioso vedere come, nella stagione che apre alle qualificazioni olimpiche, l’ufficio campionati di Fabris saprà sbrogliare la matassa.

Un planning che sarà ricco anche della partecipazione dei club alle coppe europee. La Fipav infatti ha ottenuto il proprio scopo (il Club Italia in A1), peraltro imponendo alla Legarosa di far giocare le azzurrine nella propria casa, il Centro Pavesi, lasciando immutata la questione delle 4 straniere schierabili in A1, il motivo del contendere per cui i club minacciavano di non partecipare alle coppe continentali.

La Fipav di Pietro Bruno Cattaneo ha ottenuto una vittoria anche sul numero delle straniere. I club saranno infatti costretti a diminuire il loro numero a referto (da 8 a 6) con una sola straniera in A2.

Ultimo, ma non ultimo, la Fipav ha poi imposto la partecipazione dei club di Lega ad istituire un fondo di 100.000 € destinato alle società di eccellenza nazionale (di tutte le serie) sulle attività giovanili.

Sostieni Volleyball.it