A1 F.: Le altre… Vincono Novara, Monza, Chieri, Vallefoglia e Casalmaggiore. Ma quanti infortuni

330

MODENA – La 9. giornata di A1 femminile è stata caratterizzata da 4 tie-break su 7 partite in programma, conferma l’imbattibilità della capolista Prosecco Doc Imoco Volley Conegliano che vince 3-1 in casa della Savino del Bene Scandicci e porta a 76 le vittorie consecutive. Restano nella scia della squadra campione d’Italia, l’Igor Gorgonzola Novara che vince al quinto set sul campo dell’Unet E-work Busto Arsizio e il Vero Volley Monza (3-2 a domicilio contro la Bosca San Bernardo Cuneo). Nell’anticipo di sabato l’Acqua & Sapone Roma Volley Club ha battuto 3-2 il Volley Bergamo 1991.

IL DERBY DEL TICINO – Ha impiegato due ore e 18 minuti di gioco l’Igor Gorgonzola Novara per piegare dopo 5 set tirati la forza dell’Unet e-work Busto Arsizio. All’e-work Arena le ragazze di Lavarini soffrono ma portano a casa due punti fondamentali riuscendo a ribaltare un quinto set condotto dalle Farfalle per 11-6 e perso 13-15. Per le piemontesi Daalderop (MVP con 15) e Caterina Bosetti(16) le migliori, con plauso anche per gli ingressi dalla panchina di Montibeller, Herbots eBonifacio (in campo dalla fine del secondo set in sostituzione dell’infortunata Washington – VIDEO). Per Unet e-work da sopra le righe le prove di Gray ( 24 punti, 47% in attacco) e di Mingardi (21), brilla in seconda linea il libero Zannoni, mentre Stevanovic (12 punti, 50% con 4 muri) dà certezze al centro. Meglio le lombarde a muro (12-6).

A CHIERI – Spettacolo anche al PalaFenera per il pirotecnico successo al quinto set della Reale Mutua Fenera Chiera su Il Bisonte Firenze. Grobelna (23 punti, 46% in attacco) e Nwakalor (23 punti, 43%) le migliori in campo, mentre il libero del Chieri, Chiara De Bortoli giganteggia in ricezione (73% perfetta). Partita emozionante con la squadra di Bregoli in vantaggio 2-0, poi la grande rimonta delle toscane spinte da Sorokaite (15) e dalla coppia centrale Sylves (12) e Belien (11 punti, 44%). Al successo finale della Reale Mutua contribuiscono Cazaute (16 punti, 50%) e Mazzaro. A muro le due squadre si sono equivalse (10-10), mentre Firenze sfrutta meglio la precisione nelle battute vincenti (6-8). Al quinto set la spuntano le piemontesi per 15-8.

MONZA VINCE MA A CHE PREZZO – Altra prova di forza per il Vero Volley Monza che supera in trasferta per 3-2 la volitiva Bosca San Bernardo Cuneo. Partita decisa dai 18 muri vincenti delle lombarde (contro gli 8 delle ragazze di Pistola) e da una Stysiak scatenata in attacco (21) e a muro (7). Nel complesso Van Hecke fa la voce grossa (24 punti, 43% in attacco) e cresce nel rendimento Davyskiba (14 punti). Monza in aventi 2-1, capitola nel quarto 25-22 e chiude al tie-break 12-15. Si tratta della quarta vittoria consecutiva delle ragazze di Gaspari che deve registrare l’infortunio di Orro. Nel Cuneo in grande spolvero le prove di Kuznetsova (24 punti, 51% in attacco e 3 muri) e Jasper (14 punti), mentre Stufi si conferma su alti livelli (12 punti, 50% in attacco e 3 muri). Gara molto combattuta con Monza più incisiva nella fase del break point (23-38).

TRENTO KO ANCHE PIANI – A Trento passa 3-0 la VBC Trasporti Pesanti Casalmaggiore in casa della Delta Despar e incassa l’ennesima sconfitta stagionale. Nelle trentine piove sul bagnato poiché nella giornata di sabato coach Bertini ha dovuto fare i conti con l’infortunio occorso a Vittoria Piani: l’opposto di Trento verrà operata dal dottor Benini al menisco del ginocchio già lunedì e dovrà rimanere ai box per circa un mese. Tra le fila delle Rosa ottima la prova di Braga, MVP e top scorer con 18 punti (63%), mentre in casa gialloblù bene Rivero (16 punti e il 45% in attacco) e Furlan con (80% a rete e 2 muri). Nella squadra di casa ottima prestazione del libero Moro che chiude con il 64% della ricezione perfetta.

VALLEFOGLIA SUCCESSO CHE VALE DOPPIO – Prova da incorniciare per la Megabox Ondulati del Savio che batte in rimonta 3-1 la Bartoccini-Fortinfissi e compie un bel passo in avanti nella corsa salvezza. Carcaces incontenibile sotto rete (18 punti, 60%) con Kosheleva (18) sempre più leader in campo. Sale di rendimento Jack-Kisal (13 punti) efficace in attacco (45%) e a muro (6 vincenti sui 10 totali di squadra). Funziona il servizio delle marchigiane (5-2). Vallefoglia gioca una buonissima partita, cresce la correlazione muro-difesa e Perugia soffre in ricezione e cala in attacco. Diouf (16 punti) è la migliore, Melandri spinge in attacco (9 punti, 64%). Le umbre più toniche a muro (10-11) tornano a casa con il rammarico di aver disputato una buona partita ma di aver raccolto meno di quanto prodotto.