A1 F.: Le pagelle2. Domenica in campo. Bergamo proiettata verso i piani alti. Salvezza: Sulla carta è affare è tre

MODENA – Sabato e domenica via al campionato, ecco la seconda parte delle nostre Pagelle… Dopo Conegliano, Scandicci, Novara, Monza e Busto Arsizio ecco le inseguitici… Tra play off e retrocessione.

LE PAGELLE DELLE BIG – 1. PARTE

 

Zanetti Bergamo: Voto 7
Allenatore: Abbondanza

Formazione titolare
Mirkovic (P) – Smarzek (O)
Olivotto (C) – Melandri (C)
Samara Almeida (S) – Mitchem (S)
Sirressi (L)

A disposizione
P: Prandi
O/S: Van Ryk
S: Loda
C: Civitico
L: Imperali

La Zanetti Bergamo riporta in Italia Marcello Abbondanza, dopo la stagione difficile 2017/18 alla Pomì e la passata in Polonia al Chemik Police. Cambia il reparto delle palleggiatrici, dopo le difficoltà nel precedente campionato. Arriva la serba Mirkovic, lo scorso anno in Polonia con Abbondanza, in diagonale con Malvina Smarzek, reduce da un ottimo Europeo e un’ottima VNL, giocatrice che riesce ad impensierire molto spesso il muro avversario, vista la grande varietà di colpi che possiede. Al centro arriva una diagonale tutta italiana, con la conferma di Olivotto in fast e Melandri in veloce, entrambe ottime centrali anche a muro. In posto quattro la brasiliana Samara Almeida e l’americana Mitchem da Scandicci, giocatrice che potrebbe soffrire molto nel fondamentale della ricezione, ma che potrebbe da subito essere sostituita dalla capitana Sara Loda. Sirressi confermata in seconda linea. Mitchem potrebbe soffrire molto in ricezione, ma siamo sicuri che Marcello Abbondanza saprà trovare le giuste contromisure. Bergamo e Cuneo saranno le mine vaganti del campionato.



Bartoccini Fortinfissi Perugia
: voto 6,5
Allenatore: Bovari

Formazione titolare
Raskie (P) – Rosamaria (O)
Regiane Bidias (S) – Pascucci (S)
Mio Bertolo (C) – Strunjak (C)
Bruno (L)

A disposizione
P: Demichelis
O: Taborelli
S: Angeloni, Lazic
C: Casillo, Menghi
L: Cecchetto

La A1 femminile ritorna a Perugia, città teatro di grandi vittorie sia a livello nazionale che europeo. Ricordiamo gli anni ruggenti della Despar Perugia con Fofao, Walewska, Agüero, Francia, Gioli, Del Core. Per il suo ritorno nel massimo campionato la società si è preparata con una grandissima campagna acquisti fatta oltre oceano. Arrivano due grandi campionesse di fama mondiale dal Brasile come la schiacciatrice/opposto Rosamaria, in forza al Praia Clube la stagione precedente e Regiane Bidias (detta Regis), schiacciatrice che la passata stagione militava in Polonia al Commercecon Lodz.

Al palleggio la giovane americana Raskie. Per la diagonale di centro arriva da Bergamo Strunjak, centrale di 20 anni con un discreto bagaglio tecnico. Dopo una buonissima stagione trascorsa alla Pomì, a completare la diagonale di centro, c’è Giulia Mio Bertolo. Torna poi nel nostro campionato Rebecka Lazic. Bisognerà vedere che formazione tipo Bovari vorrà schierare. La formazione è tutta da decifrare a causa dell’alto numero di straniere, anche se l’arrivo last minute di Pascucci dalla Korea ha dato un grande aiuto a dipanare la matassa.
Perugia potrebbe essere una delle protagoniste del campionato.



Bosca San Bernardo Cuneo
: voto 6,5
Allenatore: Pistola

Formazione titolare
Cambi (P) – Van Hecke (O)
Nizetich (S) – S. Marković (S)
Zambelli (C) – Candi (C)
Zannoni (L)

A disposizione
P: Agrifoglio
O: Baldi
S: Budai-Ungureanu, Rigdon, Marcon (S/L: non ancora ufficializzata)
C: Frigo

Pistola riparte tra conferme importanti e novità. Prima conferma di tutto rispetto la belga Van Hecke in diagonale con Carlotta Cambi, diagonale già collaudata due stagioni fa a Pesaro. Cambi ritrova, sempre da Pesaro (2017/18), anche Camila Nizetich, la stagione passata a Novara ed ancora pronta a far male al servizio. In diagonale con Nizetich c’è un’altra conferma, ovvero Markovic, ottima attaccante soprattutto dai nove metri.
Al centro una diagonale tutta italiana e di esperienza con Zambelli e Candi.

Debutta da titolare Giorgia Zannoni, anche lei come Nizetich la passata stagione a Novara e spesso utilizzata come schiacciatrice di seconda linea per rafforzare la difesa. La squadra ha nella battuta sicuramente il suo punto di forza, con Van Hecke, Nizetich, Markovic. Si attende la performance di Carlotta Cambi, dopo la passata stagione un po’ in ombra a Bergamo. Se Cambi dovesse trovare la spensieratezza e la faccia tosta che ha avuto nei mondiali, Cuneo potrebbe viaggiare veloce e confermarsi la squadra rognosa di sempre. Aggregata al gruppo ma mai ufficializzata c’è anche la schiacciatrice Marcon. Anche un punto interrogativo. E’ stata contrattualizzata?


 

Il Bisonte Firenze: Voto 6,5
Allenatore: Caprara

Formazione titolare
Dijkema (P) – S. Nwakalor (O)
Foecke (S) – Daalderop (S)
Fahr (C) – Alberti (C)
Venturi (L)

A disposizione
P: Turco
S: Santana, Degradi
C: Maglio
L: De Nardi

Aspettando il recupero di Daalderop e con il forfait della centrale Cristina Bauer, il Bisonte schiera in diagonale con Dijkema la giovanissima Silvia Nwakalor, opposta/schiacciatrice ex Club Italia. Nwakalor ha dimostrato di essere un giovanissimo talento e dalle importanti doti fisiche, che sotto l’esperienza di coach Caprara crescerà sicuramente. Al centro la conferma di Alberti, anche lei in fase di recupero dopo un problema fisico, cui si affianca un’altra giovanissima Sarah Fahr, centrale diciassettenne che nell’ultimo Europeo ha dimostrato essere una vera e propria promessa nel volley italiano e non solo.

La diagonale di posto quattro è affidata a un’altra scoperta dei college americani come Foecke, e alla confermata Santana. Forza della squadra potrebbe essere la spensieratezza delle giovani affidate all’esperienza di Dijkema. Tallone di Achille la ricezione. Ma la formazione non avrà problemi ad assicurarsi un posto nei play-off e cercare di creare problemi alle big.



ePiù Pomi Casalmaggiore
: voto 6,5.
Allenatore: Gasperi

Formazione titolare
Antonijevic (P) – Cuttino (O)
C. Bosetti (S) – Carcaces (S)
Stufi (C) – Popovic (C)
Spirito (L)

A disposizione
P: Camera
O/C: Vukasovic
S: Scuka, Fiesoli
C: Veglia
L: Maggipinto

La squadra, dopo la vittoria della Champions League 2015/16, ha cambiato molto spesso forma, senza mai riuscire a ritrovare un assetto vincente, nonostante gli acquisti importanti che sono stati fatti dalla società nelle ultime stagioni. La campagna acquisti è proseguita su livelli importanti anche quest’anno. Arrivata la serba Antonijevic dal Fenerbahce a sostituire Skorupa trasferitasi a Monza. Giocatrice molto tecnica con un gioco veloce e imprevedibile, che dovrà far volare il reparto delle centrali, reparto completamente rinnovato. Arriva, infatti, la connazionale di Antonijevic, Popovic, ottima attaccante sia in fast che in veloce e dalla grandi leve a muro, e Stufi, poco utilizzata la stagione precedente a Novara, ma che nelle stagioni passate a Busto ha avuto sempre un rendimento più che positivo. Il gioco al centro, di cui la scuola serba è stata sempre un’eccellente interprete, permetterà di smarcare la diagonale di posto quattro, dove sono state confermate Caterina Bosetti e Kenia Carcaces, entrambe giocatrici collaudate, con Caterina pronta a riconquistarsi anche un posto in nazionale. In seconda linea rimane il libero Spirito. Opposta sarà la giovane Danielle Cuttino, divenuta titolare l’anno scorso dopo l’abbandono improvviso di Polina Raimova a metà stagione. Cuttino è una giocatrice dalle grandi doti fisiche e con ottimi margini di miglioramento. Il campionato italiano e coach Gaspari sapranno sicuramente raffinarla. Attendiamo il campionato per vedere. La Pomì non sarà certo l’ultima ruota del carro… Anzi.


 

Banca Valsabbina Millenium Brescia: Voto 6+
Allenatore: Mazzola

Formazione titolare
Caracuta (P) – Mingardi (O)
Jones-Perry (S) – Rivero (S)
Speech (C) – Veltman (C)
Parlangeli (L)

A disposizione
P: Bridi
O/S: Saccomani
S: Segura, Biganzoli
C: Fiocco, Mazzoleni

Nonostante la mancata qualificazione ai play off, nella passata stagione Brescia ha ottenuto un risultato discreto. La squadra cambia molto il suo assetto con Caracuta, nelle passate stagioni spesso utilizzata come seconda palleggiatrice, e con Mingardi proveniente da una stagione non troppo esaltante da Bergamo. In posto quattro arriva Jones-Perry con la confermata Rivero e una diagonale al centro Nord-America con Veltman e Speech. Spetta a Caracuta il compito di innescare una buona sintonia con le sue bocche da fuoco. Se tutto dovesse funzionare nel migliore dei modi, la squadra potrebbe tirare diversi sgambetti a tutte le squadre della serie A1. Resta il problema della coperta corta della panchina.



Lardini Filottrano
: Voto 6
Allenatore: Schiavo.

Formazione titolare
Papafotiou (P) – Nicoletti (O)
Partenio (S) – Bianchini (S)
Moretto (C) – Grant (C)
Bisconti (L)

A disposizione
P: Pogacar
S: Angelina, Pirro
C: Mancini
L: Sopranzetti

Nicoletti e Papafotiou si conoscono dai tempi di Conegliano e su questa diagonale, coach Schiavo dovrebbe fondare la forza della sua squadra. Bianchini e Partenio vengono da stagioni  difficili, dove non hanno ricoperto il ruolo da titolare, cosa che potrebbe costare alle squadra in termini di continuità di gioco.

La diagonale di posto quattro potrebbe far patire la formazione nel fondamentale della ricezione, fondamentale, qualora non dovesse funzionare, che metterebbe in difficoltà l’intesa tra Papafotiou e le centrali MorettoGrant. Bisconti libero trova spazio dopo la stagione passata a Scandicci, un po’ in sordina. Aspettiamo come sempre l’inizio della stagione per tirare le prime somme.


 

Reale Mutua Fenera Chieri: voto 6
Allenatore: Bregoli.

Formazione titolare
Poulter (P) – Grobelna (O)
Guerra (S) – Enright (S)
Akrari (C) – A. Rolfzen (C)
De Bortoli (L)

A disposizione
P: Bosio
O: Laak
S: Perinelli, Meijers
C: Mazzaro
L: Lanzini

Il Volley  Chieri (società ripescata) tenta una nuova stagione in A1. Cambio di allenatore ed arriva Bregoli, passata stagione in Francia al Saint Raphael. La squadra riporta in Italia Stephanie Enright ed Anastasia Guerra, che copriranno la diagonale di posto quattro. La belga Grobelna arriva da Busto dopo una stagione non abbastanza lineare dal punto di vista del rendimento.
Al centro conferma Akrari e arriva l’americana Amber Rolfzen, la passata stagione in Francia proprio con Bregoli. Poulter (che in estate è riuscita a conquistarsi il posto da alzatrice titolare nella nazionale USA) potrebbe essere messa in difficoltà dalla ricezione, in quanto Enright e Guerra non hanno nel fondamentale il loro punto di forza. Fondamentale invece dove sia Guerra sia Enright potrebbero fare male è la battuta.



Volalto 2.0 Caserta
(neo promossa): voto 6
All. Cuccarini

Formazione titolare
Bechis (P) – Castañeda Simon (O)
Alexa Gray (S) – Poll (S)
Garzaro (C) – Alhassan (C)
Ghilardi (L)

A disposizione
P: Dalia
O/S: Holzer
S: Cruz, Rispoli
C: Rossi

La neo promossa in A1 non inizia la stagione nel miglio dei modi. I problemi di “logistica” (il Pala Vignola avrà la deroga?) e la defezione di giocatrici come Francesca Marcon a Cuneo e Giulia Pisani diventata telecronista per Raisport, potrebbero essere sintomatici di una stagione che si preannuncia in salita. Diagonale palleggiatore opposto italo-cubana con Bechis da Conegliano e Castañeda Simon dalla Turchia, giocatrice dalle buone doti fisiche, ma ancora acerba nella tecnica di gioco.
La diagonale di posto quattro, con la tedesca Poll e la canadese Gray, potrebbe essere un punto di forza della squadra nel fondamentale d’attacco. Al centro arriva l’esperienza con Alhassan e Garzaro. Ghilardi in seconda linea potrebbe dare un ottimo apporto in difesa e ricezione. La panchina si compone di giocatrici di esperienza come Cruz in posto quattro, veterana del volley nostrano e mondiale, con un discreto ordine di colpi.

Sostieni Volleyball.it