A1 F.: Monza, Brescia e Casalmaggiore vincono le sfide della domenica

MODENA – Dopo i tre anticipi di ieri, si è completato nel pomeriggio il quadro della 24^ giornata di Serie A1 femminile. Il successo per 3-1 della Saugella Team Monza sulla Lardini Filottrano consente alle monzesi di restare sole al quarto posto in classifica, mentre la Banca Valsabbina Millenium Brescia vince in tre set sul campo della Reale Mutua Fenera Chieri e tiene aperta la rincorsa all’ultimo posto nei Play Off.

La sfida a distanza per la salvezza tra Lardini e Reale Mutua si chiude dunque con un nulla di fatto e lascia immutato il distacco di 5 punti tra le due squadre, a soli due turni dalla conclusione della Regular Season. Nell’ultimo incontro della giornata, infine, la èpiù Pomì Casalmaggiore ha prevalso al tie break su un combattivo Club Italia Crai, consolidando la sua sesta posizione in graduatoria.

REALE MUTUA FENERA CHIERI – BANCA VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA 0-3 (23-25 15-25 23-25)
REALE MUTUA FENERA CHIERI: Middleborn 7, De La Caridad Silva 12, Perinelli 8, Akrari, Poulter 1, Angelina 17, Bresciani (L), Dapic. Non entrate: De Lellis, Caforio, Tonello, Giani, Starcevic. All. Sinibaldi.
BANCA VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA: Villani 16, Miniuk 3, Di Iulio, Rivero 13, Veglia 4, Nicoletti 13, Parlangeli (L), Biava 1, Manig. Non entrate: Bartesaghi, Norgini, Washington, Pietersen. All. Mazzola.
ARBITRI: Gasparro, Pozzi.
NOTE – Spettatori: 1060, Durata set: 30′, 25′, 31′; Tot: 86′.

A chiusura di una settimana travagliata, segnata da tanti malanni e problemi fisici, la Reale Mutua Fenera Chieri ’76 non riesce a dar seguito alle vittorie contro Bergamo e Novara cedendo 0-3 alla Banca Valsabbina Millenium Brescia. Un risultato giusto figlio di quanto si è visto in campo, dove la squadra di Mazzola ha commesso meno errori, difeso meglio e giocato con più pazienza e lucidità. Eppure in certi momenti c’era stata la sensazione che il risultato potesse essere un altro. Il pensiero va in particolare al primo set, ben giocato e condotto fino al 18-13, e al terzo set, dove le chieresi erano riuscite a rientrare passando a condurre 21-20. Mai in discussione invece il secondo set. Il premio di MVP è andato a Rivero, autrice di 13 punti e decisiva con i suoi turni di servizio. Quanto a punti realizzati, le migliori sono state da un lato Angelina (17), dall’altro Villani (16).


SAUGELLA TEAM MONZA – LARDINI FILOTTRANO 3-1
(19-25 25-18 25-21 25-18)
SAUGELLA TEAM MONZA: Orthmann 5, Adams 12, Hancock 10, Begic 8, Melandri 6, Ortolani 21, Arcangeli (L), Buijs 4, Devetag 2, Facchinetti, Bianchini. Non entrate: Bonvicini, Balboni. All. Falasca.
LARDINI FILOTTRANO: Tominaga 4, Whitney 13, Garzaro 3, Vasilantonaki 14, Cogliandro 3, Partenio 15, Cardullo (L), Baggi. Non entrate: Pisani, Rumori, Brcic. All. Schiavo.
ARBITRI: Bellini, Morgillo.
NOTE – Spettatori: 1612, Durata set: 24′, 26′, 28′, 30′ ; Tot: 108′.

Domenica positiva per la Saugella Monza. Tre punti, ottava vittoria stagionale e quarto posto in classifica blindato per la formazione di Miguel Angel Falasca, che batte la Lardini Filottrano 3-1 in rimonta, davanti al pubblico amico della Candy Arena, e allunga di tre lunghezze il vantaggio sull’inseguitrice Busto Arsizio. Gioia grande dunque per la prima squadra femminile del Consorzio Vero Volley, nonostante una partenza indecisa complice l’approccio determinato delle ospiti. Con Partenio ad impattare bene sul match contro le sue ex compagne di squadra, Filottrano trova il giusto modo di scardinare la difesa monzese, entrata con un pizzico di discontinuità nel prologo di primo gioco ed incapace di rispondere con continuità alle offensive delle marchigiane. Dal secondo set in poi, però, Monza torna ad esprimere la sua pallavolo. Il servizio inizia ad essere continuo, con Hancock autrice di 4 ace finali, il muro di conseguenza inizia a funzionare a dovere (11 di squadra, 4 di Melandri, 3 di Hancock e 2 di Adams) e l’attacco diventa brillante. La Saugella inizia a schiacciare con Ortolani (MVP della gara con 21 punti, 1 ace, 1 muro), difende tanto con Arcangeli, e la Lardini accusa il colpo. Scavato il solco nel quarto parziale, dopo un timida risalita ospite, Monza chiude il match 25-18 e la gara 3-1, portandosi a casa una buone dosa di fiducia in vista della sfida di andata della Finale di Challenge Cup contro Aydin, fissata per mercoledì, in Turchia.

 

E’PIU’ POMI’ CASALMAGGIORE – CLUB ITALIA CRAI 3-2 (25-18 19-25 25-18 20-25 15-9)
E’PIU’ POMI’ CASALMAGGIORE: Bosetti 19, Arrighetti 11, Cuttino 18, Carcaces 19, Kakolewska 2, Skorupa 4, Spirito (L), Mio Bertolo 4, Lussana, Radenkovic, Gray. Non entrate: Marcon, Pincerato. All. Gaspari.
CLUB ITALIA CRAI: Morello 2, Nwakalor 7, Fahr 12, Enweonwu 21, Pietrini 20, Lubian 12, De Bortoli (L), Malual 1, Omoruyi 1, Scola, Populini. Non entrate: Kone, Panetoni, Battista. All. Bellano.
ARBITRI: Venturi, Caretti.
NOTE – Spettatori: 1324, Durata set: 24′, 27′, 27′, 32′ , 18′ ; Tot: 128′.

La spunta al tie break la Vbc Èpiù Pomì Casalmaggiore su un Club Italia Crai mai domo tra le mura amiche del PalaRadi di Cremona davanti a 1.924 spettatori nell’undicesima di ritorno di A1 Femminile.
MVP della gara Caterina Bosetti.

Giulia Mio Bertolo (centrale èpiù Pomì Casalmaggiore): “Ho provato a mettere la grinta nel momento in cui ci siamo un po’ spente, perché quando le cose tecniche iniziano a non venire serve la grinta… ma l’abbiamo portata a casa. Abbiamo perso un po’ la concentrazione, loro sono una squadra giovane e non sono da sottovalutare. Cercheremo di preparare al meglio lo scontro con Busto, là da loro sarà molto difficile. Non faccio pronostici perché portano sfortuna. Ora siamo un po’ stanche, nonostante la pausa, ma sono convinta che potremo migliorare in vista dei playoff”.
Terry Enweonwu (schiacciatrice Club Italia Crai): “Sinceramente sono contenta, anche se siamo a fine stagione abbiamo dimostrato che abbiamo tanto da dare. Dopo un campionato così vogliamo riscattarci, ci stiamo rimboccando le maniche ancora di più per dimostrare perchè ormai le aspettative su di noi sono poche, e non è giusto”.

Sostieni Volleyball.it