A1 F.: Novara vince a Bergamo. Festa per Piccinini. Busto torna quarta

L'Igor torna al successo, 3-1 a Bergamo. Savino Del Bene e Imoco rispondono con lo stesso risultato, la UYBA batte Cuneo ed è quarta. Brescia stende il Club Italia. Da martedì i quarti di finale di Coppa.

MODENA – La 15. giornata di Serie A1 Femminile segna il ritorno alla vittoria della capolista Igor Gorgonzola Novara, che festeggia il primo successo del 2019: 3-1 esterno alla Zanetti Bergamo e 37 punti in classifica. Uno in più della Savino Del Bene Scandicci, che ha la meglio con lo stesso risultato su una coriacea Reale Mutua Fenera Chieri; e tre in più sull’Imoco Volley Conegliano, abile a superare al PalaVerde la Saugella Team Monza. Riconquista il quarto posto la Unet E-Work Busto Arsizio, che dà seguito al bel successo della branzolo imponendosi nettamente per 3-0 sulla Bosca S.Bernardo Cuneo. Risultato largo anche per la Banca Valsabbina Millenium Brescia, che stende per 3-0 il Club Italia Crai.

ZANETTI BERGAMO – IGOR GORGONZOLA NOVARA 1-3 (21-25 25-23 22-25 18-25)
Spettacolo. Come annunciato. Zanetti e Igor non tradiscono e regalano ai quasi duemila del Pala Agnelli una sfida emozionante. A dispetto del risultato, che premia l’Igor Gorgonzola per tre set a uno, la Zanetti ha saputo tener testa alla capolista e ha lottato. Su ogni palla.

Le premesse per una serata spettacolare c’erano tutte. C’erano le sfide nelle sfida: quella tra gli opposti Smarzek e Egonu (22 a 21 il conto dei punti personali), quella tra i liberi Sirressi e Sansonna, quella tra miss muro Olivotto e la centrale campione del mondo Veljkovic. E in campo è stato spettacolo, le attese sono state rispettate.

Primo set. Si comincia con un omaggio a Francesca Piccinini: le tifoserie di Bergamo e Novara, unite, rendono onore al capitano che ha regalato incredibili emozioni su entrambi i fronti. A pochi giorni dal suo quarantesimo compleanno, in curva lo striscione a lei dedicato recita: “Da capitano ci hai condotto a ogni traguardo. Per sempre grati Nobiltà e Baluardo”.

Poi in campo scendono Smarzek, Olivotto, Courtney, Tapp, Carraro, Acosta e il libero Sirressi per la Zanetti, Carlini, Chirichella, Piccinini, Bartsch, Veljkovic, Egonu e il libero Sansonna per l’Igor Gorgonzola. E la sfida si accende subito: è l’equilibrio delle forze. Nessun timore referenziale della Zanetti al cospetto della capolista: l’ace di Tapp e il muro di Olivotto per il sorpasso del 14-12 scatenano il primo boato. Novara ribalta con Bartsh al 19-20 e allora cambio di diagonale: dentro Cambi e Mingardi per Carraro e Smarzek. Piccinini timbra il break del 20-22 e Novara va a chiudere portandosi sull’uno a zero.

Secondo set. Riprende la marcia, Novara si spinge subito avanti, ma Smarzek mette sotto pressione le difese ospiti. Mingardi entra in corsa per Acosta, basta pochissimo per spostare gli equilibri e ribaltarli: prima Mingardi e poi il servizio vincente di Olivotto spingono al 22-20. Bartsch risponde a Tapp, poi passa Mali Smarzek ed è 24-22. Dopo un errore rossoblù al servizio, Giulia Carraro con un tocco sotto rete fa 25. E’ 1-1.

Terzo set. La Zanetti sfrutta l’onda dell’entusiasmo e va 8-5, con Megan Courtney arriva 13-9. L’attacco rossoblù non si ferma, prima Mingardi poi Tapp e Smarzek e la Zanetti riesce a tenersi a +2, fino alla lenta risalita di Novara che con Egonu e Veljkovic si affianca al 19-19. Risponde Mingardi, ma Egonu e Bartsch sorpassano. Il break per Novara arriva con un errore rossoblù, Courtney accorcia, ma dopo uno scambio interminabile Carlini conquista la prima palla set che Nizetich ottimizza con un ace. Novara di nuovo avanti.

Quarto set. Egonu e Veljkovic da un lato della rete, Tapp e Smarzek dall’altro e lo spettacolo continua. Cambi entra in regia con la Zanetti sotto 8-10, Acosta rientra per Mingardi sul 11-16, ma Novara continua la sua marcia fino al +7, 14-21. Mingardi rientra sul 16-23 e accorcia ma le risponde un primo tempo di Veljkovic. Mingardi annulla la prima palla match ma Egonu chiude e regala la vittoria a Novara.


IMOCO VOLLEY CONEGLIANO – SAUGELLA TEAM MONZA 3-1 (25-20 25-21 19-25 25-22)
Terza di ritorno di Campionato al Palaverde tra Imoco Volley e Saugella Monza, il primo di tre episodi che vedranno le due squadre incrociare i ferri anche mercoledì in terra brianzola e domenica prossima nuovamente nella casa delle pantere per i Quarti di Finale di Coppa Italia. Di fronte a 4.631 spettatori, le gialloblù vincono 3-1, mantenendosi saldamente al terzo posto, con una gara in meno rispetto alle due squadre che la precedono in classifica. 

Imoco con Wolosz al palleggio, Lowe che fa il suo esordio in gialloblù da opposto, Folie e Danesi centrali, Hill e Sylla schiacciatrici, De Gennaro libero. Monza, infarcita di ex Pantere (ben quattro), si schiera con Hancock-Ortolani, Adams-Melandri, Begic-Orthman, libero Arcangeli.

Miguel Àngel Falasca, allenatore Saugella Monza: “Eravamo vicini a vincere anche il quarto set, essendo stati avanti per buona parte del gioco. Forse qualche episodio non ha giocato a nostro favore. Dispiace aver perso una sfida che potevamo portare al tie-break. È stata una gara molto equilibrata, giocata per lunghi tratti punto a punto. Torniamo a casa consci di aver fatto un’ottima partita. Ora ne arriva un’altra, sempre contro di loro, che dovremo approcciare con determinazione. Se giochiamo la nostra pallavolo possiamo metterle in difficoltà: questo dovrà essere il nostro punto di partenza”.


SAVINO DEL BENE SCANDICCI – REALE MUTUA FENERA CHIERI 3-1 (25-20 25-22 24-26 25-14)
Una insolita Savino Del Bene Scandicci, dopo le fatiche infrasettimanali e le gioie di Novara, vince con la Reale Mutua Fenera Chieri e si prepara ai derby di Coppa con tre punti in classifica. Coach Parisi rimaneggia il sestetto con Caracuta-Haak sull’asse palleggiatore-opposto, Mazzaro-Stevanovic come coppia di centrali insieme a Papa e Mitchem in banda. Il libero è Bisconti. Secchi non cambia e sceglie De Lellis come palleggiatrice e De La Caridad come opposta, Akrari e Middleborn come centrali, l’ex Perinelli e Aliyeva in banda e Bresciani come libero.

Carlo Parisi, allenatore Savino Del Bene: “Nei primi due set abbiamo giocato bene ed abbiamo approfittato di tutte le incertezze delle avversarie. Nel terzo set, abbiamo abbassato l’attenzione e quando con queste squadre arrivi punto a punto, rischi di perdere il set, negli ultimi punti non siamo stati lucidi e non abbiamo avuto la pazienza di giocare la seconda e la terza palla. Potevamo fare meglio, ma abbiamo visto che se non giochi ad un certo livello, i set li perdi e rischi”.


UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO – BOSCA SAN BERNARDO CUNEO 3-0 (25-18 25-12 25-18)
La Unet E-Work Busto Arsizio domina al Palayamamay e vince in 1 ora e 21 minuti contro la Bosca San Bernardo Cuneo una partita veramente mai stata in discussione. Nonostante i tentativi di Van Hecke (13) e Salas (9), le farfalle hanno mostrato un gioco brillante che ha divertito il pubblico bustocco: con Leonardi in grande spolvero (MVP), Orro ha potuto organizzare al meglio gli attacchi UYBA, alimentando Herbots (13 col 50%), Gennari (11 col 47%) e Grobelna (11 con il 32%) tutte in serata positiva. Coach Mencarelli, una volta in controllo il match, ha provato diverse soluzioni tattiche nuove, inserendo per metà set Meijners come opposto per Grobelna e facendo esordire la neo arrivata Samadan al centro, dove anche Bonifacio (8 col 58%) che Botezat (6 con 2 ace e 2 muri) si sono ben comportate.

Ora la UYBA, che col il successo odierno ha riconquistato il quarto posto, si concentra sulla Coppa Italia: mercoledì a Cremona è in programma l’andata dei quarti di finale con la Pomì Casalmaggiore.

Marco Mencarelli, allenatore UYBA: “Ci aspettavamo una partita tosta perché Cuneo ha messo in difficoltà anche le big e quindi un procedere così, netto della gara a nostro favore ci ha sorpreso. Pensavo di vedere giocare bene la mia squadra perché le ragazze avevano voglia di testarsi e mettere alla prova alcune delle cose provate in questo periodo. Quando ho visto che avevamo in mano la partita ho provato qualche idea tattica diversa, compreso l’inserimento di Samadan che ci dà qualche soluzione d’attacco in più”.


BANCA VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA – CLUB ITALIA CRAI 3-0 (25-16 25-15 25-13)
Nella terza giornata del girone di ritorno la Banca Valsabbina Millenium Brescia supera il Club Italia Crai in tre set fra le mura amiche del PalaGeorge di Montichiari, gettando forti base per la sua corsa salvezza.

Tra le file bresciane la top scorer è stata Anna Nicoletti con 18 punti, mettendosi in evidenza come opposto di razza grazie anche a 6 ace e 2 muri, quindi eletta MVP di un match dove tutta la formazione bresciana ha ben figurato. Tra le azzurrine in doppia cifra Sylvia Nwakalor con 10.

Enrico Mazzola, allenatore Banca Valsabbina: “Tre punti importantissimi per il futuro della stagione, acquisiti in maniera ottimale. Siamo stati precisi al servizio e bravi ad essere concentrati ed attenti dall’inizio alla fine della gara. Era una sfida che contava tantissimo per la nostra classifica”.
Marina Lubian, centrale Club Italia: “Sicuramente ci sono molti meriti delle nostre avversarie: loro sono state brave e noi non siamo state capaci di affrontarle come si deve. Ora avremo due settimane a disposizione per recuperare i deficit che abbiamo e per tornare in campo meglio armate. Gli infortuni occorsi alla squadra non hanno giocato di certo a nostro favore ma noi dobbiamo essere in grado di colmare queste assenze e speriamo di tornare al più presto al completo”.

Sostieni Volleyball.it