A1 F.: Perugia supera 3-1 Firenze e lascia l’ultimo posto in classifica

556

13. giornata
BARTOCCINI FORTINFISSI PERUGIA – IL BISONTE FIRENZE 3-1 (26-24 16-25 29-27 25-9)
BARTOCCINI FORTINFISSI PERUGIA: Havelkova 10, Koolhaas 12, Ortolani 16, Carcaces 4, Aelbrecht 10, Di Iulio 5, Cecchetto (L), Angeloni 7, Mlinar 5, Agrifoglio 1. Non entrate: Casillo, Rumori, Scarabottini. All. Mazzanti.
IL BISONTE FIRENZE: Guerra 13, Kone 7, Nwakalor 14, Van Gestel 9, Belien 14, Cambi 1, Venturi (L), Enweonwu 6, Panetoni 1, Lazic. Non entrate: Neri, Alberti, Acciarri. All. Mencarelli.
ARBITRI: Talento, Autuori.
NOTE – Durata set: 29′, 21′, 32′, 18′; Tot: 100′.

PERUGIA – La Bartoccini Fortinfissi Perugia fa la voce grossa contro Il Bisonte Firenze e si impone 3-1, lasciando a Brescia l’ultimo posto in classifica. Le ragazze di coach Mazzanti conquistano i tre punti grazie a una prestazione di squadra in cui hanno rimontato per due volte, nel primo e nel terzo set, le avversarie, per poi dilagare nella quarta frazione. 

LA PARTITA –  L’avvio del primo set è in equilibrio, Nwakalor sale di intensità per il 7-10 che costringe coach Mazzanti a chiamare time out. Al rientro in campo Firenze scappa 8-13 grazie a Nwakalor e Guerra, con la panchina umbra che ferma il gioco ancora una volta. Le ospiti allungano con il muro e nella Bartoccini entra Mlinar al posto di Carcaces. Van Gestel e Nwakalor danno sette punti di vantaggio al Bisonte, 11-18, poi Perugia risale con Mlinar sul 14-18 e questa volta è Mencarelli a chiamare il minuto di sospensione. La schiacciatrice croata firma due punti consecutivi che riportano a contatto le padrone di casa sul 16-18. Mazzanti inserisce anche Agrifoglio e la mossa dà i frutti sperati. Aelbrecht mette a segno un altro punto per le “magliette nere”, Nwakalor e Guerra confezionano il 18-22, ma Havelkova sigla il 22-22 rendendo vano il time out richiesto dal Bisonte. Perugia trova il sorpasso sul 24-22 con un altro muro, poi il servizio di Guerra sigla il 24-24. Bartoccini Fortinfissi ancora avanti con Koolhaas prima di chiudere con Ortolani sul 26-24.

Nel secondo set Firenze scatta sul 5-9 con Belien che diventa 6-9 con una schiacciata potentissima di Nwakalor. Perugia si riavvicina 8-10 con Havelkova, poi Il Bisonte carica fino al 9-14 che invita la panchina di casa a fermare il gioco. Carcaces torna in campo al posto di Mlinar, ma le ospiti allungano sul 10-16 con un servizio vincente di Panetoni. La cubana e Ortolani combinano per il 12-16, Perugia continua ad avere problemi in ricezione e Mazzanti decide per il doppio cambio: Di Iulio riprende il posto di Agrifoglio in cabina di regia e Angeloni rileva Havelkova. L’errore di Carcaces consegna il 13-21 a Firenze, che non si volta più indietro e chiude sul 16-25 sfruttando un’invasione della Bartoccini Fortinfissi.

Il muro di Koolhaas dà il primo punto del terzo set alle ragazze di casa, che trovano il 2-0 con Carcaces. Le due squadre commettono errori in serie, poi Van Gestel confeziona il B con la panchina umbra che vuole parlarci su. Alla ripresa del gioco il copione non cambia e Mazzanti sostituisce la palleggiatrice: Agrifoglio entra per Di Iulio, ma le umbre si complicano la vita sbagliando due servizi di fila, poi Ortolani e il muro ci mettono una pezza ed è 11-14. Van Gestel trova l’ace e si materializza il secondo time out di Perugia. Torna in campo Angeloni, ma il Bisonte corre verso il 12-18. Perugia si riavvicina e sul 16-19 questa volta è Mencarelli a fermare la partita. Al rientro in campo Havelkova sbaglia due volte, permettendo a Firenze di allungare 17-21. A questo punto Perugia si compatta e trova un’altra rimonta: Ortolani, Angeloni e un’invasione di Firenze rimettono la frazione in equilibrio e la panchina toscana è costretta a chiamare time out sul 20-21. Belien non trema e mette a terra il 20-22, poi un errore in battuta del Bisonte e Angeloni impattano a quota 22. Nwakalor si riscatta e firma il 22-23, ma Angeloni è entrata in partita e realizza il 23-23. Guerra sigla il 23-24, Belien sbaglia la battuta consegnando il 24-24 a Perugia. Questa volta il muro di Cambi ferma il capitano delle umbre, 24-25, Guerra sbaglia ed è 25 pari. Havelkova pasticcia, ma Ortolani rimedia e la partita va avanti in perfetto equilibrio. L’allungo decisivo di Perugia arriva con l’opposto e con Angeloni, che mette a terra il punto del 29-27 che chiude la terza frazione.

L’inizio del quarto set sorride alla Bartoccini Fortinfissi che si porta sul 6-2 con Ortolani. Mencarelli non ci sta e chiama time out. Continua il monologo di Perugia che scappa 11-2 con un errore delle ospiti, tre punti di Di Iulio e Aelbrecht. La panchina di Firenze è costretta a fermare per la seconda volta la partita. Alle ragazze di casa riesce tutto facile e ancora di Iulio e Angeloni firmano il 14-3. La reazione del Bisonte non c’è e per la squadra di Mazzanti è tutto facile: l’errore di Enweonwu consegna il set 25-9 e i tre punti alle padrone di casa.

HANNO DETTO 

Veronica Angeloni, capitano della Bartoccini Fortinfissi Perugia: “Sono felicissima per il risultato, i tre punti ci servivano tantissimo. Amo questa squadra e sono contenta di aver contribuito alla vittoria. Quando si vince, aumenta l’entusiasmo ed è più facile allenarsi in settimana. Questa partita è l’ennesima dimostrazione che non ci sono riserve, ma giocatrici bravissime che si fanno valere quando vengono chiamate in campo”. 

Sara Alberti, centrale de Il Bisonte Firenze: “Sapevamo di dover lottare, che era una partita difficile e fondamentale per tutte e due le squadre. Purtroppo ci siamo fatte sfuggire il primo set, il secondo lo abbiamo ripreso, ma anche nella terza frazione abbiamo subito un’altra rimonta. Poi il quarto set abbiamo mollato, è stato brutto da vedere e anche da commentare”.

Sostieni Volleyball.it