A1 F.: Recupero 7. giornata, Firenze sbanca Busto Arsizio 3-0. 22 punti per Nwakalor

Fenoglio: "Oggi forse abbiamo toccato il punto più basso della stagione" "C'è paura di giocare a pallavolo e si attacca col braccino"

412

RECUPERO 7. GIORNATA
UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO – IL BISONTE FIRENZE 0-3 (15-25 18-25 20-25)
UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO: Mingardi 8, Gennari 7, Stevanovic 4, Poulter 2, Gray 9, Olivotto 4, Leonardi (L), Escamilla 2, Bonelli, Herrera Blanco, Bulovic. Non entrate: Campagnolo, Cucco, Piccinini. All. Fenoglio.
IL BISONTE FIRENZE: Guerra 8, Kone 1, Nwakalor 22, Van Gestel 11, Belien 12, Cambi 4, Venturi (L), Panetoni. Non entrate: Alberti, Acciarri, Lazic, Neri, Enweonwu. All. Mencarelli.
ARBITRI: Venturi, Armandola.
NOTE – Durata set: 22′, 25′, 24′; Tot: 71′.

La classifica aggiornata ai tre recuperi odierni

BUSTO ARSIZIOIl Bisonte Firenze vince 3-0 in casa della Unet E-Work Busto Arsizio il recupero della 7. giornata di andata. Spiccano i 22 punti di Sylvia Nwakalor (4 muri),  12 di Belien e gli 11 di Van Gestel. In casa bustocca nessuna biancorossa in doppia cifra. Con 9 punti Gray, 8 Mingardi. Infortunio per Blanco Liset Herrera, per lei distorsione alla caviglia destra.
Tra le bustocche si è rivista in panchina anche Francesca Piccinini, assente domenica per un dolore ad un piede. Non è però stata utilizzata da coach Fenoglio.

SESTETTI – Fenoglio inizia con Poulter – Mingardi, Olivotto – Stevanovic, Gennari – Gray, Leonardi libero. Coach Mencarelli deve ancora fare a meno di Alberti e Hashimoto e schiera Cambi in regia, Nwakalor opposto, Van Gestel e Guerra in banda, Kone (sostituita in seconda linea per tutta la partita da Panetoni con il cambio under) e Belien al centro e Venturi libero.

LA PARTITA 

Nel primo set il Bisonte parte forte con Belien e il super attacco di Nwakalor (1-4); Van Gestel e Belien murano due volte e fanno chiamare tempo a Fenoglio (1-6), poi Gray in lungolinea trova cambiopalla (2-6). Anche Guerra si esalta a muro (2-8) e poco dopo attacca con vigore il 3-9, la UYBA pasticcia e regala il 5-11. Nwakalor mura il 6-12, Gray passa con discreta continuità ma Firenze amministra il vantaggio (8-16 Cambi, time-out Fenoglio). La UYBA prova Escamilla per Mingardi, ma Van Gestel e Nwakalor schiacciano ancora sull’acceleratore (11-19) e Cambi firma l’ace dell’11-20. Il set è compromesso e le ospiti chiudono presto 15-25 (Cambi di prima intenzione).

La UYBA parte meglio (3-1) ma si fa riprendere e superare presto (3-5 Guerra). Fenoglio cambia tutto, inserendo Bonelli per Poulter, Herrera Blanco per Olivotto ed Escamilla per Gray. La spagnola va subito a segno e suona la carica (4-5), ma Firenze sembra comunque padrona delle azioni (4-8 bomba di Nwakalor). Belien a muro fa +5 (4-9 rientra Poulter), la solita Nwakalor conferma (5-10), le farfalle pasticciano (7-12), Cambi allunga con l’ace del 7-13 (tempo Fenoglio). Gennari e il muro di Stevanovic provano a invertire la rotta (9-13), ma le toscane allungano di nuovo approfittando anche di una imprecisione bustocca (10-16). Guerra con due aces fa 10-18 (rientra Gray), Van Gestel trova l’11-20, Nwakalor l’11-21; sul 12-22 Herrera Blanco è costretta ad uscire per un infortunio alla caviglia (tempo Fenoglio, rientra Olivotto) e Firenze chiude veloce 18-25.

Fenoglio riparte con la formazione di inizio match (ma con Gray opposta e Mingardi in 4) e la UYBA parte in vantaggio lottando su ogni palla (3-1); le ospiti ritrovano subito il pari e superano con due attacchi + ace di Nwakalor (3-4); Cambi e Belien allungano (4-8) e Fenoglio prova ancora Bonelli per Poulter. Gennari non ci sta (6-9, 7-10), Gray trova l’ace dell’8-10, ma Nwakalor (attacco e muro) e Kone staccano ancora (8-13 dentro Bulovic per Gennari). Van Gestel martella (8-14), Kone mura (10-15), Nwakalor attacca e mura ancora per il 10-17 (time-out Fenoglio) e di fatto chiude la partita. La UYBA è alle corde ma prova un colpo di coda con Bulovic e Stevanovic (16-21 tempo Mencarelli); Mingardi ci prova ancora (18-22), ma alla fine chiude Firenze 20-25.

IL DOPO GARA

Marco Fenoglio (allenatore Busto Arsizio): “Faccio fatico a commentare una prestazione del genere: ho provato a cambiare tutto quello che potevo. E’ una squadra, la mia, in grossa difficoltà, stiamo passando un momento difficilissimo. Non voglio alibi, anche se c’è da dire che non ce ne va dritta una: di nuovo un infortunio, che ci creerà ancora problemi anche durante gli allenamenti. Oggi forse abbiamo toccato il punto più basso della stagione. Abbiamo problemi tecnici, ma più problemi psicologici e di approccio alla partita: c’è paura di giocare a pallavolo e si attacca col braccino”.

Carlotta Cambi (Firenze): “Siamo molto contente, stiamo dando continuità al nostro gioco e penso che questa sia una vittoria super meritata, che ci dà ancora più fiducia per affrontare Perugia nell’ultima giornata del girone d’andata. Siamo una squadra nuova, ci vuole pazienza per trovare gli ingranaggi giusti, ma secondo me si stanno vedendo da almeno tre partite: siamo sulla strada giusta e non dobbiamo abbassare la guardia. Anche personalmente mi sono proprio divertita e sono felice perché il mio lavoro deve anche portare a questo”.

Sostieni Volleyball.it