A1 F.: Scandicci da 2-0 a 2-3. Fa festa sempre Chieri

666

RECUPERO 11. GIORNATA
SAVINO DEL BENE SCANDICCI – REALE MUTUA FENERA CHIERI 2-3 (25-22, 27-25, 20-25, 15-25, 7-15)
SAVINO DEL BENE SCANDICCI: Courtney 14, Popovic 11, Drewniok 13, Pietrini 14, Lubian 10, Malinov 5, Merlo (L), Stysiak 7, Bosetti, Camera. Non entrate: Samadan, Cecconello, Carocci (L), Markovic. All. Barbolini.
REALE MUTUA FENERA CHIERI: Mazzaro 15, Grobelna 8, Perinelli 15, Alhassan 20, Bosio 1, Villani 6, De Bortoli (L), Laak 16, Frantti 5, Fini, Zambelli, Meijers, Mayer. Non entrate: Gibertini (L). All. Bregoli.
ARBITRI: Grassia, Cesare.
NOTE – Durata set: 27′, 30′, 28′, 26′, 14′; Tot: 125′.

SCANDICCI – 72 ore dopo la gara del girone di ritorno Savino Del Bene Scandicci e Reale Mutua Fenera Chieri hanno dato vita al recupero della gara di andata confermando il nome della squadra vincente, quello delle piemontesi che – rispetto alla partita di domenica vinta 3-1 – ha conquistato il successo partendo da un iniziale doppio vantaggio delle padrone di casa. Per le toscane si registra il ritorno in campo di Magdalena Stysiak. Chieri si esalta con la prova di Alhassan a quota 20 punti.

COPPA ITALIA – Con il successo odierno Chieri chiude l’andata al terzo posto e nei quarti di finale ospiterà Trento, mentre Scandicci (scivolata al quinto) dovrà andare a Monza.

SESTETTI – Coach Barbolini, senza Vasileva in quanto gara di recupero d’andata, sceglie Malinov opposta a Drewniok, Pietrini-Courtney in banda, Lubian e Popovic al centro e Merlo come libero. In panchina si rivede Markovic, dopo 50 giorni di positività al coronavirus. Bregoli riparte da domenica con Bosio-Grobelna sull’asse palleggiatore opposto, Villani-Perinelli come schiacciatrici, Alhassan e l’ex Mazzaro al centro, De Bortoli è il libero.

LA PARTITA – Il match si apre come era finito a Chieri ovvero con il punto piemontese. Drewniok pareggia subito e con Pietrini Scandicci trova il primo break (3-1). Il vantaggio doppio resta nonostante Alhassan che ci prova da veloce. Pietrini salva, ma Courtney spara fuori (5-4). Lubian suona la carica ben servita da Malinov. Drewniok è in palla (8-6), Pietrini ci prova ad allungare ma Mazzaro ripassa per vie centrali (9-7). Chieri c’è e risponde con Perinelli (9-9). L’equilibrio resta e la partita si dimostra subito interessante (11-11). Scandicci prende il largo volando sul (14-11) ma Perinelli fa rinvenire i brutti ricordi domenicali (14-13). Malinov, al termine di una azione lunghissima, tira giù la serranda. Il risultato resta in bilico (16-15) fino a quando Drewniok, aiutata da una grande fase difensiva, è efficace e passa le lunghe braccia di Grobelna (18-15). Malinov poi va in ace e costringe Bregoli al time-out. Scandicci trova anche il ventesimo punto, ma Chieri è lì complici alcuni errori offensivi (20-17) e Barbolini ferma tutto. Il momento no continua (20-19) ed entra in campo Bosetti a rinforzare la difesa. Courtney alza la voce, Grobelna risponde in mani out ma Drewniok arma il supermancino (22-20). Scandicci poi va in discesa e chiude con Drewniok sul. 25-22.
Il secondo parziale si apre con Chieri in avanti (0-2) e sul punto successivo Barbolini ferma tutto. Pietrini prova a ricucire (2-4), Scandicci lotta ma Chieri va ancora avanti. Sul 2-6 Bosio ha fretta e sbaglia, ma Grobelna come un lampo firma il settimo punto. Con Bosio al servizio le ospiti volano addirittura sul +6 (3-9) e Barbolini stoppa ancora. La Savino Del Bene Scandicci è nel pallone ma Malinov si carica il peso della squadra sulle spalle e, con la ricezione di Bosetti, le biancoblu rosicchiano punto su punto e arrivano sul 7-10 e Bregoli emula il coach locale. Drewniok arma il mancino, Popovic d’astuzia e Scandicci è nuovamente in corsa (9-10) e Courtney pareggia. La marcia toscana non si ferma con una Bosetti vero ago della bilancia in difesa e con Chieri sprecona (15-13). Laak non ci sta (15-14) ma sbaglia il servizio successivo. Sul 16-16 doppio cambio con Stysiak e Camera per Drewniok e Malinov, ma la musica non cambia e, anzi, le ragazze di Bregoli vanno sul 17-20 tra errori di murate di Mazzaro. Lubian fa ace, Mazzaro ferma Stysiak ma Drewniok fa il murone (22-22) e il finale di set è uno spettacolo. Perinelli spara su Merlo (22-23), Scandicci rifà pari, ma Laak fa guadagnare il set point. Pietrini manda il parziale ai vantaggi. Drewniok fa ace, Chieri pareggia ma Lubian schianta il pallone in fast su Frantti. L’ultimo punto è pura follia, Frantti spara su Pietrini che stoica resta in piedi rimettendo in gioco il pallone, Malinov accarezza e finisce 27-25.

Il terzo set si apre in equilibrio (1-1), Alhassan si fa sentire a muro (2-4) ma Perinelli sciupa. Scandicci non ingrana (3-7) e Barbolini ferma. Courtney la spinge nella buca delle lettere, Malinov vola (5-7) ma Chieri c’è e allunga di quattro (6-10). Sempre l’americana, cresciuta a Penn State, vola prima a muro e poi in pipe (9-10) e Bregoli ferma tutto. Mazzaro passa senza ostacoli e Alhassan va a muro (9-12). Scandicci di nuovo in blackout con la palla regalata ai tabelloni di Drewniok (9-13). Le ragazze di Barbolini accorciano ancora (12-14) ma una incomprensione in difesa costa il 12-16 ospite. Time-Out casalingo, Pietrini spara out ma Stysiak prova a suonare la carica (14-18). Il 15-19 è un punto da lacrime e da grande squadra con salvataggi e coraggio. Chieri spinge sull’acceleratore a muro (16-21). Stysiak fa ace (18-21) ma Frantti la emula (18-23) e le piemontesi si avvicinano al set. Popovic passa per vie centrali, rientra Pietrini ma Chieri chiude (20-25).

Scandicci vuole vincere il quarto set e parte subito in quarta (3-1), Lubian piazza due muri (5-3) ma le ragazze di Bregoli tornano in gioco sulle ali di Laak (6-6). La parità perdura tra grandi colpi e mancanze (10-10). Perinelli chiama, Pietrini risponde ma le piemontesi sono più efficaci e colpiscono forti (11-14). Alhassan vola (11-15) ma Courtney prova in pipe a ridare speranze. Chieri macina inesorabilmente e rosicchia punti su punti (15-18). Mazzaro sceglie le vie centrali ancora una volta e le ragazze di Bregoli volano (16-22). Stysiak prova a suonare la carica, ma Alhassan è una furia e va ancora a punto. Perinelli, grazie ad una super Bosio, ritrova il sorriso e chiude il set sul 19-25.

Il tiebreak si apre con Perinelli a segno per ben due volte (0-2) e Laak che fa lo 0-3 del timeout locale. Laak spara alto ma Alhassan è sempre precisa (1-5). Scandicci prova a rientrare ma Chieri vola senza lasciare prigionieri (3-7). Drewniok chiama le compagne, ma Chieri è veramente in stato di grazia e Villani mura ben due volte Stysiak. Courtney fa rialzare la china (7-12) ma le piemontesi mettono in scena un autentico spettacolo ed espugnano Scandicci (7-15).

HANNO DETTO
Massimo Barbolini (allenatore Scandicci): “E’ mancata la lucidità, si è pagata veramente questa serie di partite, anche errori e scelte possono essere dipese da ciò. Ma dobbiamo abituarci, siamo solo a metà di questo periodo e bisogna essere in grado di recuperare tutti. Piano piano, ma non troppo, dobbiamo concentrarci su questo round di Champions perché sarà determinante. Loro stanno facendo un campionato veramente buono, hanno un livello medio-alto costante, nei momenti importanti sono stati bravi a staccare.”.

LA CLASSIFICA
Imoco Volley Conegliano 57 (19)
Igor Gorgonzola Novara 46 (19)
Saugella Monza 42 (18)
Reale Mutua Fenera Chieri 34 (17)
Savino Del Bene Scandicci 31 (17)
Unet E-Work Busto Arsizio 25 (17)
Bosca S.Bernardo Cuneo 19 (18)
Delta Despar Trentino 18 (14)
Il Bisonte Firenze 17 (16)
Vbc èpiù Casalmaggiore 14 (17)
Zanetti Bergamo 14 (18)
Bartoccini Fortinfissi Perugia 12 (16)
Banca Valsabbina Millenium Brescia 10 (18)
(n) numero gare giocate

 

Sostieni Volleyball.it