A1 F.: Semifinale gara1. Novara al tie break sfata il tabù Monza. Daalderop Mvp

1491
La gioia di Novara, la prima volta contro Monza in stagione

SEMIFINALI GARA1
IGOR GORGONZOLA NOVARA – SAUGELLA MONZA 3-2 (25-21 23-25 25-17 23-25 15-10) – IGOR GORGONZOLA NOVARA: Washington 16, Hancock 2, Bosetti 17, Chirichella 8, Smarzek 13, Daalderop 20, Sansonna (L), Taje’, Zanette, Herbots. Non entrate: Battistoni, Bolzonetti, Napodano (L), Bonifacio. All. Lavarini.
SAUGELLA MONZA: Meijners 9, Danesi 9, Van Hecke 22, Begic 16, Heyrman 13, Orro 2, Parrocchiale (L), Orthmann 2, Squarcini, Davyskiba. Non entrate: Negretti (L), Carraro, Obossa. All. Parazzoli.
ARBITRI: Sobrero, Goitre.
NOTE – Durata set: 27′, 30′, 25′, 31′, 18′; Tot: 131′.

PROGRAMMA DI GARA-2
Sabato 10 aprile, ore 20.30 (diretta Rai Sport + HD)
Saugella Monza – Igor Gorgonzola Novara

NOVARA – Dopo due ko nella regular season l’Igor Gorgonzola Novara supera per la prima volta nella stagione la Saugella Monza. Lo fa quando più conta, in gara 1 di semifinale play off, turno al meglio delle tre gare. Lo fa non senza soffrire, 15-10 al tie break, di squadra con Daalderop MVP e top scorer delle piemontesi (22 punti) una Washington stellare (16 punti, ben 6 muri) e Cristina Bosetti al 41% con 17 punti finali. 
Troppi gli errori punto di Monza: 35 punti regalati all’avversario contro i 25 di Novara (di cui ben 12 nel primo set). Alla Saugella non bastano  22 punti di Van Hecke, i 16 di Begic e i 13 di Heyrman di cui 5 a muro.
Sabato sera alle 20.30 (diretta Rai Sport HD) il secondo atto.

SESTETTI – Igor in campo con Smarzek opposta a Hancock, Chirichella e Washington centrali, Daalderop e Bosetti schiacciatrici e Sansonna libero; Monza con Orro in regia e Van Hecke in diagonale, Heyrman e Danesi al centro, Meijners e Begic in banda e Parrocchiale libero.

LA PARTITA – Testa a testa fin dalle prime battute, con Chirichella in palla (3-3) e gli errori di Begic e Meijners a lanciare le azzurre sul 10-7, con Parazzoli (chiamato a sostituire in panchina l’indisponibile Gaspari) costretto a fermare il gioco. Monza rientra (11-10, ace di Danesi) e Heyrman pareggia a muro (12-12) mentre Novara si affida a Bosetti (16-14 a muro, poi 18-16 in diagonale) prima della pipe di Meijners che vale il 18-18. Dopo il timeout di Lavarini, Daalderop fa 21-19 e sul 22-20 entra Tajè in battuta, con la novarese che propizia il break decisivo sigillato dal 24-20 di Daalderop in parallela dopo uno scambio infinito. Chiude 25-21 proprio l’olandese.

Monza alza l’asticella in battuta e si porta subito sullo 0-6 con l’ace di Meijners, con le brianzole che proseguono la fuga fino all’1-10 con il muro di Heyrman; Lavarini ferma due volte il gioco, Bosetti reagisce (4-10) e l’ace di Daalderop vale il 10-15 con Monza che smarrisce il ritmo, mentre Novara torna 14-16 con la battuta vincente di Washington e poi 17-18 con il tocco vincente di Chirichella. Una grave svista arbitrale propizia il break successivo (17-21, diagonale di Begic), ma Novara rientra nuovamente sul -1 (21-22) per poi cedere, con minimo scarto, sulla parallela di Van Hecke (23-25).

Novara reagisce e parte 4-2 con il gran muro di Bosetti, Begic ricuce lo strappo (5-5) e lo stesso fa Orthmann sull’8-8, propiziando poi l’8-10 con un ace di Begic e un muro di Heyrman; Lavarini ferma il gioco, Washington a muro rientra e poi fa il break sul 13-11, costringendo al timeout Parazzoli. Sul 18-16, nuovamente spazio per Tajè, che fa “saltare” la ricezione ospite e lancia le azzurre sul 23-16 (primo tempo di Washington) con Daalderop che chiude in maniout uno scambio spettacolare e il set (25-17).

Novara tiene alto il ritmo, Begic (7-8) duella con Smarzek (9-8) ma la polacca in battuta trova l’ace del 12-10, cui replica Meijners con il “lob” del 13-13; azzurre in fuga sul 17-13 e ancora sul 19-16, ma tre muri in pochi scambi di Danesi ricuciono lo strappo (19-19) e Meijners firma in pipe il sorpasso del 20-21; Monza scappa fino al 21-24 (Van Hecke) e dopo due set point annullati dalle azzurre arriva la fast di Heyrman (23-25) che manda tutti al tie-break.

Il primo break è di Monza (muro di Heyrman su Bosetti) sul 3-5, ma Hancock va in battuta e ribalta tutto, propiziando con un ace il 5-0 che manda le squadre al cambio campo sull’8-5 per le azzurre. Orro non si arrende (8-7), sul 10-8 Tajè propizia il minibreak che vale il 12-8 e poco dopo Washington in fast manda le squadre al match point: chiude Bosetti, in diagonale, dopo una gran difesa della neo entrata Herbots: 15-10.

HANNO DETTO
Stefano Lavarini (allenatore Novara): “E’ stata una partita dalle tante emozioni, non abbiamo mai mollato e credo che abbiamo avuto una buona qualità nel primo tocco e, dopo il primo set, anche in battuta. Al di là di qualche scelta d’attacco che avremmo potuto fare meglio, siamo stati bravi e abbiamo avuto il coraggio di rischiare alcune giocate che non sempre rischiamo. Si riparte da 0-0 ma con la consapevolezza di aver fatto una gara raccogliendo il massimo possibile”.
Sara Tajè (centrale Novara): “Era importante conquistare il primo punto della serie, lo abbiamo fatto con una partita di alto livello, combattutissima. Sono contenta di aver avuto spazio e di essere riuscita con le mie battute a essere incisiva, dando il mio contributo alla squadra. Ora ci aspetta una trasferta a Monza, l’asticella si alzerà ma noi ci faremo trovare pronte”.
Alessia Orro (palleggiatrice Monza): “Mi dispiace molto perché nel quinto set eravamo lì, punto a punto, ma loro sono state brave a tirare fuori dei colpi importanti, noi invece meno ciniche del solito. Nei Play Off si gioca ogni due giorni, motivo per cui non è semplice dal punto di vista fisico e mentale. Noi però dobbiamo scendere in campo aggressive e dare il 100% su ogni pallone, facendo in modo che dipenda da noi il risultato. L’assenza di Gaspari pesa? Sicuramente. Lui è importante per noi però Parazzoli sta facendo un buon lavoro, ci fidiamo anche di lui. Pensiamo ad andare avanti: da domani si torna in palestra per preparare Gara 2″.

Sostieni Volleyball.it