A1 F.: Semifinale gara2. Monza mostra i muscoli e supera Novara 3-0. Si va alla “bella”

1503

Semifinale – Gara2
VERO VOLLEY MONZA – IGOR GORGONZOLA NOVARA 3-0 (29-27 25-17 26-24)
VERO VOLLEY MONZA: Gennari 10, Danesi 8, Van Hecke 1, Larson 11, Rettke 9, Orro 1, Parrocchiale (L), Stysiak 12, Candi, Davyskiba, Lazovic. Non entrate: Negretti (L), Boldini, Moretto. All. Gaspari.
IGOR GORGONZOLA NOVARA: Bosetti 8, Chirichella 4, Karakurt 18, Daalderop 9, Washington 6, Hancock 1, Fersino (L), D’odorico 1, Herbots 1, Battistoni. Non entrate: Montibeller, Costantini, Bonifacio, Imperiali (L). All. Lavarini.
ARBITRI: Florian, Lot.
NOTE – Spettatori: 4090, Durata set: 37′, 24′, 35′; Tot: 96′.
MVP: Larson (Vero Volley Monza)
Top scorers: Karakurt E. (18) Stysiak M. (12) Larson J. (11)
Top servers: D’Odorico S. (1) Hancock M. (1) Danesi A. (1)
Top blockers: Rettke D. (3) Washington H. (1) Chirichella C. (1)

MONZA – Una spettacolare Vero Volley Monza tiene viva la corsa Scudetto battendo 3-0 l’Igor Gorgonzola Novara in Gara 2 della Semifinale tricolore. Dopo la sconfitta in Piemonte di giovedì, le rosablù si trasformano, spinte dal calore del pubblico amico dell’Arena di Monza (sold-out quest’oggi, con il record di presenze nei Play-Off di A1 femminile 21/22), e si portano a casa il biglietto per la “bella” di mercoledì sera a Novara che mette in palio un posto in Finale contro Conegliano.
Generosità, cuore, lucidità: le monzesi sfornano la prova perfetta, spuntandola nelle battute finali di un primo set incandescente, grazie all’esperienza di Larson (MVP della sfida) e alla concentrazione e precisione di Gennari, Danesi e Orro.
La chiave di volta, però, è la correlazione muro-difesa ed il servizio: con i turni in battuta di Stysiak, entrata per Van Hecke a metà del primo gioco, Monza dà fastidio alla ricezione delle ospiti, costringendole spesso all’errore e mettendo in difficoltà le loro rigiocate. A parte le offensive di Karakurt, contenuta in modo sontuoso da Danesi e Rettke, Novara non riesce a pungere, con Lavarini costretto a cambiare anche Daalderop con Herbots per cercare nuova linfa nell’attacco delle sue, ben interpretato anche da Bosetti. Monza, con le difese di Parrocchiale, si aggiudica il secondo gioco con una bella fuga nel prologo, rientrando in un terzo approcciato male, complice il servizio di Hancock, ma riaperto e vinto con grinta e coraggio. 

HANNO DETTO 
Jordan Larson (Vero Volley Monza): “Abbiamo vinto una grande gara, di fronte ad un pubblico stupendo che ha creato una atmosfera fantastica. Sono molto orgogliosa di come la squadra ha saputo interpretare la gara, dimostrando carattere e qualità dopo la sconfitta in Gara 1. Ora ci aspetta Gara 3, dove dovremo cercare di essere costanti come sappiamo. Novara è una grande squadra, ma anche noi quando battiamo e attacchiamo bene lo siamo. Dobbiamo cercare di essere solidi e costanti: così si vincono certe sfide. Come mi sento? Benissimo. Sono entusiasta di giocare queste partite. Speriamo di confermarci mercoledì”.
Stefano Lavarini (allenatore Igor Gorgonzola Novara): “Complimenti a Monza, ha fatto una bellissima partita mentre noi già dal primo set non abbiamo avuto la qualità di attacco e battuta di gara 1.  Peccato, perché nel terzo set stavamo per riaprire i giochi ma ci è mancata nel finale, come nel primo set, quella lucidità che invece abbiamo avuto in gara 1. Dobbiamo avere la capacità mentale di gestire meglio le situazioni, non solo quando le cose girano bene. Nella serie siamo 1-1 e si gioca a casa nostra: nei prossimi giorni cercheremo le sensazioni migliori e le situazioni migliori per centrare la finale, che è il nostro obiettivo”.
Caterina Bosetti (schiacciatrice Igor Gorgonzola Novara): “Ci aspetta un’altra battaglia, gara 3, che mi aspetto sarà come queste due prime sfide molto tirata e di alto livello. Dobbiamo ripartire dalla nostra battuta, che qui a Monza non ha funzionato e su cui di solito, in casa, tiriamo fuori il meglio. Lo abbiamo dimostrato durante l’anno e anche per questo sarà importante poterci giocare questo spareggio in casa”.

SESTETTI – Gaspari propone Orro in diagonale con Van Hecke, Danesi e Rettke al centro, Larson e Gennari schiacciatrici e Parrocchiale libero. Lavarini sceglie Hancock al palleggio e Karakurt opposto, Chirichella e Washington centrali, Bosetti e Daalderop bande e Fersino libero.

LA PARTITA – La Vero Volley Monza vola sul 4-2 con l’ace di Van Hecke dopo l’errore di Washington, incrementando 7-3 con il turno in battuta di Larson ad agevolare due assoli di Rettke (muro su Bosetti e fast) e a costringere Lavarini al time-out. Le novaresi mettono il turbo con il turno dai nove metri di Bosetti e sorpassano con le iniziative di Karakurt e qualche sbavatura delle padrone di casa, 9-10. Si viaggia punto a punto fino al 12-12, con Larson a schiacciare per Monza e Karakurt a rispondere per Novara. Il mani e fuori dell’americana della Vero Volley e la pipe di Gennari regala il nuovo più due alle lombarde, 14-12, capaci di mantenere il break con Larson e Gennari, 16-14. Due errori di Van Hecke accompagnano Novara al pari (16-16), Gaspari chiama time-out e, al ritorno in campo, arriva la nuova fuga rosablù con l’errore al servizio di Hancock ed il muro di Danesi su Chirichella per il 18-16 Monza. Daalderop accompagna le piemontesi all’aggancio, 18-18, Gaspari cambia Van Hecke con Stysiak, ma Novara scappa sul 18-20 con una fiammata a testa di Karakurt e Daalderop. Diagonale vincente di Stysiak ed ace di Gennari a coincidere con il pari (20-20), poi nuovo più due della Igor Gorgonzola con il muro di Daalderop su Stysiak (21-23), ma la polacca ricambia il favore all’olandese di Novara e porta le monzesi a contatto, 23-23. Punto a punto intenso fino al 26-26, con Stysiak a rispondere a Karakurt, poi due giocate di Danesi (primo tempo e muro) e una di Stysiak regalano il primo set alla Vero Volley, 29-27.
Stysiak confermata per Van Hecke unica novità rispetto ad inizio gara. Break Vero Volley Monza con Stysiak e Larson, 3-1, incrementato dal tocco d’astuzia di Orro e l’errore di Karakurt, 6-2. Due sbavature delle lombarde fanno tornare sotto Novara, brava ad accorciare con la fast di Washington, 8-5. Il pallonetto vincente di Stysiak e la fast di Gennari valgono l’11-6 rosablù, con Lavarini che inserisce Battistoni per Hancock e poi chiama time-out dopo l’errore di Bosetti: 12-6 per le padrone di casa. Larson e Stysiak schiacciano forte, Parrocchiale difende con intensità e le monzesi scappano sul 15-8. Lavarini inserisce Herbots per Daalderop, con Novara che cerca di rispondere ad una Monza determinata e costante, sia in attacco che in difesa, 21-11. Una giocata a testa di Herbots e Bosetti tentano di far avvicinare le ospiti, 23-14, ma una Vero Volley ispirata in ogni fondamentale si affida ai lampi di Stysiak e agli errori di Novara di nove metri per chiudere anche il secondo parziale, 25-17.
Herbots confermata per Daalderop, poi le stesse giocatrici del set precedente. Novara parte fortissimo grazie al turno in battuta di una scatenata Hancock (due ace per lei) e all’errore di Stysiak, 0-4. Con il turno al servizio di Danesi e le accelerazioni di Larson e Rettke la Vero Volley trova il meno due, 2-4, ma poi sbaglia qualcosa di troppo tra attacco e difesa, lasciando campo a Novara per il 2-6. Due invasioni delle piemontesi riportano a contatto le rosablù, 6-7, capaci di agganciare la Igor Gorgonzola con Stysiak, 8-8. Punto a punto serrato fino al 12-12: Gennari e Stysiak spingono per le rosablù, Bosetti e Chirichella per le novaresi. Con pazienza e determinazione Monza torna avanti, spingendo dai nove metri con Stysiak e costringendo Herbots all’errore. La belga lascia il posto a Daalderop, ma le monzesi sono perfette sia in attacco che a muro, con Larson a mettere a segno il mani e fuori del 15-12. Fast di Washington dopo il lampo di Karakurt ad avvicinare le ospiti, 16-15, ma Danesi del centro le respinge (18-16). Con la battuta lunga di Gennari torna a meno uno, ma Danesi mura Karakurt per il 20-18 Vero Volley. Le monzesi tentano la fuga, ma le ospiti pareggiano i conti con il muro di Daalderop su Stysiak, 20-20. Stysiak, Larson ed il muro di Rettke su Karakurt portano Monza sul 23-20, l’ace di D’odorico dopo l’errore di Stysiak tiene viva Novara (23-22), in grado di pareggiare ancora una volta con Karakurt, 24-24 e Gaspari chiama time-out.  Karakurt manda out il servizio (25-24) e Gennari in maniout chiude i conti (26-24), mandando le squadre a gara tre.

Sostieni Volleyball.it