A1 F.: Vincono Busto Arsizio, Monza e una travolgente Bergamo

MODENAUnet E-Work Busto Arsizio, Saugella Team Monza e Zanetti Bergamo sono le squadre che si aggiudicano gli ultimi tre match della 23. giornata di Serie A1 Femminile. Se i tre anticipi del sabato hanno rimodellato la vetta e il fondo della classifica, le gare domenicali confermano le farfalle di Marco Mencarelli e le brianzole di Miguel Angel Falasca in lotta per il quarto posto: Busto vince 3-1 sul campo della Lardini Filottrano e aggancia a 42 punti le dirette concorrenti che conquistano due punti a Montichiari contro la Banca Valsabbina Millenium Brescia dopo aver rimontato dallo 0-2. Le rossoblù di Matteo Bertini tornano al successo, ottenendo un secco 3-0 esterno contro il Club Italia Crai, e riducono il divario dall’ottavo posto occupato dalla Bosca S.Bernardo Cuneo: i punti di distanza, però, sono cinque e alle orobiche restano due soli match da giocare. In virtù dei risultati odierni, ai Play Off si qualifica matematicamente Il Bisonte Firenze.

La classifica

LARDINI FILOTTRANO – UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO 1-3 (19-25 22-25 27-25 23-25)
Alla fine resta il rammarico e un urlo strozzato in gola. La Lardini esce sconfitta (1-3) dal confronto con la Unet E-Work Busto Arsizio, la rimonta svanisce nel finale di un quarto set deciso dagli attacchi di Herbots (20 punti e premio di migliore in campo). Non basta una bella reazione e due set di assoluto spessore, dopo una prestazione altalenante contro un’ottima Busto, per muovere la classifica. 

Herbots (MVP). 

Marco Mencarelli, coach UYBA: “Una partita difficile come era preventivabile, perché loro si stanno giocando la salvezza e quindi in casa hanno messo in scena il meglio del loro repertorio. All’inizio il divario sembrava enorme perché noi stavamo giocando a un livello stratosferico, poi è bastato scendere un po’ per far trovare loro equilibrio e aggressività. Ci abbiamo messo un po’ a riprenderci dal set perso, poi abbiamo ritrovato misura negli attacchi e siamo tornati a controllare il set”.

BANCA VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA – SAUGELLA TEAM MONZA 2-3 (25-15 25-20 12-25 25-27 12-15)
Nel quarto derby lombardo consecutivo la Banca Valsabbina Brescia conquista un punto contro la forte Saugella Monza, quarta in classifica. Avanti due set a zero la squadra di coach Enrico Mazzola entusiasma il pubblico del PalaGeorge di Montichiari ma, dopo oltre due ore di gioco, deve cedere il passo alla formazione brianzola, lanciata nei play off scudetto ed in finale di Challenge Cup.

Al termine dell’incontro Anna Orthmann della Saguella è stata nominata Mvp della gara, per lei 31 punti con il 49% in attacco. Sugli scudi per la Banca Valsabbina ci sono Jessica Rivero con 20 palloni messi a terra e Francesca Villani con 19. In casa Saugella in doppia cifra c’è anche Ortolani con 16 palloni messi a terra.

Jessica Rivero, schiacciatrice Banca Valsabbina: “Bene i primi due set. Abbiamo giocato bene poi siamo calate in ricezione e siamo state meno efficaci a muro. Sappiamo che possiamo giocare meglio come squadra ma questo punto conquistato è un segnale importante per il finale di campionato”.
Francesca Devetag, centrale Saugella: “Nei primi due set abbiamo smaltito i postumi della maratona di Coppa. Brescia si è portata in vantaggio, poi noi abbiamo iniziato a giocare palla su palla, abbiamo inquadrato il muro e spinto in battuta, quindi abbiamo imposto i nostri contrattacchi che sono la nostra arma vincente”.

CLUB ITALIA CRAI – ZANETTI BERGAMO 0-3 (23-25 17-25 4-25)
Il Club Italia Crai rimedia sul campo del Centro Federale Pavesi di Milano una brutta sconfitta per 0-3 (23-25, 17-25, 4-25) contro la Zanetti Bergamo. Se le azzurrine hanno ben figurato nel primo set, hanno avuto una reazione d’orgoglio nel secondo, è nel terzo set che è mancata la giusta reazione all’assalto avversario. Le ospiti aggrediscono da subito la partita annullando ogni possibilità di reazione della formazione di casa. Bergamo chiude senza nessuna difficoltà set e partita (4-25) conquistando 3 punti.

Massimo Bellano, coach Club Italia: “La partita ha vissuto tre fasi diametralmente opposte tra di loro. Queste ragazze per l’impegno e per quello che stanno facendo in allenamento non si meritavano un set come il terzo, poi è evidente che chi è causa del suo mal pianga sé stesso. Evidentemente anche io non sono riuscito a dare le indicazioni giuste alla squadra e mi assumo le mie responsabilità. In generale salviamo la qualità del servizio, un aspetto su cui abbiamo lavorato molto e che nei primi due set non mi è dispiaciuto. Considerando i risultati di ieri sera e visto che Bergamo non ha più molto da chiedere al Campionato, sapevamo che le nostre avversarie avrebbero giocato con testa e spalla libera e non dovevamo assolutamente avere l’approccio che abbiamo avuto nel terzo set”. 

Sara Loda, schiacciatrice Zanetti: “Sono contenta del risultato. Siamo state brave a tenere alta la concentrazione anche nei momenti di gioco lenti, in cui c’erano molti errori. La corsa ai Play Off? Dobbiamo portare a casa tutti i punti a disposizione, poi vedremo i risultati delle altre. Noi facciamo il nostro, poi tireremo le somme. Avremmo potuto fare molto di più e arrivare a questo punto così è una delusione, perché la squadra è buona. Ma non siamo mai riuscite a partire in questo campionato”.

Sostieni Volleyball.it