A1 femminile: Casalmaggiore rullo compressore su Bolzano. Bartsch ko

Prova di forza della Pomì nel posticipo della 14^, il Sudtirol Bolzano cade 3-0 al PalaRadi. Le rosa di nuovo in testa alla classifica

Ancora festa Pomi

POMì CASALMAGGIORE – SUDTIROL BOLZANO 3-0 (25-11, 25-14, 25-14)
POMì CASALMAGGIORE: Lloyd 5, Sirressi (L), Gibbemeyer 6, Bosetti 7, Guerra 11, Fabris 20, Stevanovic 9. Non entrate Bacchi, Garcia Zuleta, Peric, Turlea, Gibertini, Tirozzi. All. Caprara.
SUDTIROL BOLZANO: Bruno (L), Rossi Matuszkova 3, Spinello, Bauer 4, Papa 6, Pincerato 1, Popovic-Gamma 7, Bartsch 4, Zambelli 3. Non entrate Bertone. All. Salvagni.
ARBITRI: Bartolini, Marotta.
NOTE – Spettatori 2542, durata set: 19′, 23′, 19′; tot: 61′.

I risultati della 3. di ritorno La classificaProssimo turno

CASALMAGGIORE – Straordinaria prova di forza della Pomì Casalmaggiore nel posticipo della 14. giornata di Serie A1 Femminile. Le rosa di Gianni Caprara si sbarazzano in poco più di un’ora del Sudtirol Bolzano con un 3-0 dai parziali eloquenti e riconquistano la vetta della classifica: 36 punti per le casalasche, due in più dell’Imoco Volley Conegliano (che giovedì scenderà in campo proprio contro le altoatesine di Francois Salvagni nell’anticipo del 15° turno) e cinque in più dell’Igor Gorgonzola Novara.

FABRIS MARTELLA – L’inizio è di stampo Pomì: Fabris mette a terra palloni da ogni parte del campo, Sirressi recupera tutto e Guerra ferisce la difesa con le sue staffilate, 7-2 e coach Salvagni è costretto a chiamare il primo time out della gara. Bella la diagonale di Papa su cui Guerra può solo provare a difendere, ma subito dopo proprio Guerra ristabilisce le distanze, siamo 12-5 Pomì. Ancora Guerra, con un lungolinea dei suoi, mette a terra il pallone del 14-5 e il coach di Bolzano chiama il secondo time out. Il primo muro della gara lo sigla Carli Lloyd bloccando un attacco di Papa, Bauer risponde subito con la stessa moneta su attacco di Bosetti. 15-6 per le rosa. Entra in campo l’ex VBC Tereza Rossi Matuszkova e subito mette la sua firma con una diagonale: 17-8. Il primo ace della partita lo sigla, nemmeno a dirlo, Samanta Fabris mettendo a terra il pallone del 20-9. Stevanovic non sta a guardare e dal canto suo prima stoppa un attacco di Popovic Gamma, siamo 22-9, e poi con una fast delle sue sigla il 23-11. La Pomì dimostra di averne davvero di più e chiude la frazione 25-11.

POMI’ STRARIPANTE – Il secondo, il terzo e il quarto ace si fanno attendere poco: Fabris mette a terra il 4-2, inframezzato da un bel muro di Stevanovic, poi altri due ace consecutivi e siamo 7-2. La prima chiamata del Video Check della gara è di coach Salvagni per un tocco a muro su attacco di Guerra: la chiamata risulta vincente, così la battuta va a Bolzano, seppure sull’8-3. Stevanovic però subito dopo ristabilisce le distanze con una fast in diagonale strettissima. Sulla battuta seguente di Guerra, chiamata out, coach Caprara chiama il video check e la chiamata è fortunata: ace e 10-3 Pomì. Papa sigla un bell’ace per le sue portando Bolzano sul 14-8 ma Gibbemeyer ristabilisce subito il profondo gap. Casalmaggiore anche nella seconda frazione è straripante e chiude 25-14.

GARA SENZA STORIA – La terza frazione inizia sempre colorata di rosa anche se Bartsch e compagne provano a tenere il ritmo: prima Gibbemeyer con un bel primo tempo poi Guerra in diagonale siglano il 7-2 Pomì. Subito dopo Lauren Gibbemeyer mette a terra il pallone del 8-2 con un ace, al quale risponde Bauer con una fast: siamo 8-3. Bauer prova a mantenere vive le sue ma Bosetti blocca tutto con un muro e 12-4. Guerra non riesce a stare mani nelle mani e sigla due ace consecutivi: 14-4 e coach Salvagni chiama time out. Esce per infortunio, in lacrime dopo un problema al ginocchio sinistro, Michelle Bartsch dopo un bell’attacco di Fabris: 18-7. Monologo rosa per tutto il resto della frazione e la partita si chiude 25-14, 3-0 e per la terza volta le rosa riscavalcano l’Imoco Volley Conegliano.

HANNO DETTO – Lauren Gibbemeyer, centrale Pomì Casalmaggiore: “Sono molto contenta, abbiamo giocato bene, volevamo imprimere continuità e ce l’abbiamo fatta. Abbiamo lavorato bene in tutti i fondamentali e soprattutto ha lavorato bene lo staff per farci arrivare a stasera in forma dopo la trasferta ad Haifa. Contro Novara sarà una partita difficile ma se continuiamo a giocare così e a stare così fisicamente possiamo fare grandi cose”. 

 

Sostieni Volleyball.it