MODENA – I commenti a fine match della quarta giornata di andata di A1 Femminile

Volley Bergamo 1991 – Megabox Ondulati Del Savio Vallefoglia 3-1
Fabio Bonafede (coach Vallefoglia): “Non abbiamo avuto un approccio iniziale all’altezza della situazione, da parte nostra dobbiamo capire che siamo in A1 e che dobbiamo reggere la pressione che, in partite del genere, si vive nei palasport. Bergamo ha fatto la sua partita ed ha portato a casa meritatamente la vittoria, e noi non abbiamo scuse o alibi di nessun tipo. Comunque, ho trovato strano che ci abbiano fischiato una decina di invasioni e un fallo di formazione”.

Reale Mutua Fenera Chieri ’76-Unet E-Work Busto Arsizio 3-0
Camilla Weitzel (Chieri):  “Sono davvero contenta per la squadra. Dal risultato la partita sembra a senso unico ma in realtà abbiamo dovuto lottare duramente in tutti i tre set. Che bello vincere nuovamente davanti al pubblico di casa, sono molto felice per le mie compagne”.
Lucia Bosetti (Busto Arsizio): “Ci aspettavamo un Chieri così forte, l’ha dimostrato lo scorso campionato e in casa soprattutto: le giocatrici hanno dei riferimenti importanti in questo palazzetto dove non è semplice giocare. Complimenti a loro perché hanno preparato veramente bene la partita. Noi dobbiamo sistemare le cose che non sono andate stasera, che sono tante, ma noi non siamo queste”.

Bartoccini-Fortinfissi Perugia – Acqua & Sapone Roma Volley Club 3-0
Anastasia Guerra
(Perugia): “Sono veramente super contenta di questa gara, siamo riuscite a mettere in campo quello che avevamo preparato durante la settimana ed il risultato si è visto. Spero che questo ci dia uno slancio in più anche per il morale visto che i risultati delle partite non hanno reso giustizia al vero valore della squadra. Dobbiamo ancora lavorare sul saper gestire i cali di tensione che purtroppo ogni tanto ci capitano ma sono sicura che col tempo riusciremo a gestire al meglio anche quelle situazioni”.
Agnese Cecconello (Roma): “Non è stata una bella partita. Per noi è ancora dura riprenderci dalla sconfitta infrasettimanale contro Casalmaggiore, ma dobbiamo farlo, e pure in fretta, tornando a lavorare duramente in palestra perché queste sono delle partite importanti e abbiamo perso delle occasioni. Sicuramente non dovrà mai più succedere. C’è tanta voglia di fare bene oltre che l’onore di indossare questi colori. Però questo non basta, bisogna lavorare per cercare l’alchimia giusta e la forza per reagire a queste sconfitte e farlo a testa alta lavorando duro ogni giorno.”