A1 Femminile: L’Imoco vince l’anticipo e ritorna in vetta

Le campionesse d'Italia si aggiudicano l'anticipo della 15^ giornata contro il Sudtirol Bolzano e volano in testa alla classifica. Mancano Bricio e Folie, debutta Robinson

L'Imoco a muro contro Bolzano

SUDTIROL BOLZANO – IMOCO VOLLEY CONEGLIANO 0-3 (14-25, 24-26, 22-25)
SUDTIROL BOLZANO: Bruno (L), Rossi Matuszkova 12, Bauer 4, Papa 11, Pincerato, Popovic-gamma 10, Zambelli 7. Non entrate Bertone, Spinello, Bartsch. All. Salvagni.
IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Ortolani 4, Robinson 8, Malinov 5, Cella 4, Skorupa, Fiori, De Gennaro (L), Danesi 12, Costagrande 5, Fawcett 3, De Kruijf 11, Barazza 1. All. Mazzanti.
ARBITRI: Venturi, Goitre.
NOTE – durata set: 19′, 30′, 26′; tot: 75′.

Il programmaLa classifica

BOLZANO – Tre punti in cassaforte, decima vittoria consecutiva in campionato e momentaneo primato in classifica: è questo il resoconto della serata per l’Imoco Volley Conegliano, impegnata al PalaResia contro il Sudtirol Bolzano nell’anticipo della 15. giornata di A1 femminile. Le pantere liquidano in tre set la pratica arancioblù: le altoatesine hanno dato del filo da torcere alle trevigiane solo nel corso del secondo set, dove si è giocato ad oltranza sino al 26-24 griffato gialloblù. Conegliano, ora, attende il verdetto del big match di questo turno: domenica, infatti, la Pomì Casalmaggiore, ora a un punto di distanza in classifica dall’Imoco, ospiterà al PalaRadi l’Igor Gorgonzola Novara, terza forza del campionato di Serie A1.

DEBUTTA ROBINSON – Tra le pantere non c’è Bricio, out per una tonsillite, ma fa il suo esordio Kelsey Robinson, la stella statunitense tornata oggi a vestire la maglia gialloblù dopo l’esperienza in Cina, dimostrando da subito la sua classe dopo il suo ingresso a metà del secondo set.

LA GARA – Il primo set vede una prima fase di studio (3-3), poi l’Imoco si scatena e allunga con una serie importante (3-9) che piega subito la resistenza delle altoatesine. Malinov si scatena (anche a muro) e imbecca le sue centrali, Danesi risponde presente, Robin De Kruijf è straripante in attacco e nel fermare le schiacciatrici avversarie: in un battibaleno, con il contributo in attacco anche di Ortolani e Cella, le Pantere volano 6-16 e mettono l’ipoteca sul set. Rossi ci prova per la squadra di casa, ma l’attacco gialloblù funziona alla grande e concretizza le buone difese di De Gennaro e compagne: 14-25 nel primo set.

Bolzano parte bene nel secondo parziale, dimostrando carattere: Bauer e Papa trascinano le padrone di casa sul 4-1, ma l’Imoco, tirato un po’ il fiato, torna subito sotto con Cella e una vivace Danesi. La Sudtirol marcia spedita con il muro e le botte di Rossi, Bolzano allunga, entra e fa il suo esordio-bis con la maglia dell’Imoco la Robinson, con le altoatesine che volano anche sul +5 (17-12). Bauer e compagne combattono, ma il biglietto da visita di Kelsey si sente, eccome: Conegliano recupera punto su punto. C’e’anche Fawcett per Ortolani e l’opposta USA mette anche il suo mattone (3 punti pesanti), l’Imoco aggancia a quota 21 dimostrando carattere ancora una volta. Malinov va a muro, Danesi e una super De Kruijf firmano anche il sorpasso 21-22. La gara si accende, Nel corpo a corpo finale, dopo due set point, la cinica Imoco si porta a casa anche il secondo, molto più sofferto set per 24-26.

Terzo set: l’equilibrio continua, coach Mazzanti aziona le “sliding doors” e rigetta nella mischia Serena Ortolani, poi si vedono in campo anche altri due assi nella “manica” della panchina lunga delle “Pantere”, Kasia Skorupa e Jenny Barazza. Tutte danno il loro contributo sostanzioso, mentre prende ritmo Kelsey Robinson che mostra di non aver perso assolutamente lo smalto, anzi. L’Imoco sorpassa nella fase centrale del set (12-15) e prova a volare via, ma l’accoppiata Papa-Gamma con l’aiuto di Rossi tengono in careggiata la sempre combattiva compagine altoatesina (16-18). Robinson (8 punti in un set e mezzo, il 46% in attacco e anche 2 muri) è già ben inserita e contrattacca bene, Danesi replica (12 punti e il 63% per la centrale bresciana) e insieme lasciano indietro la Sudtirol (16-20), lanciando lo sprint con un buon vantaggio. Sul 16-21 arriva un break di casa, 3-0 e set riaperto (19-21). Conegliano risponde ancora con Robinson, èd la neo arrivata a suonare la carica. Finale incerto, ma ha ragione la squadra più esperta e che sbaglia meno (10 errori-punto per Bolzano contro i 3 delle Pantere): entra anche Silvia Fiori per il “giro dietro” e con dodici Pantere utilizzate in campo si chiude 22-25 un altra prova di maturità e di forza della squadra di coach Mazzanti, alla decima in fila in campionato.

Sostieni Volleyball.it