A1 Femminile: Novara è campione d’Italia!

2867

LIU JO NORDMECCANICA MODENA – IGOR GORGONZOLA NOVARA 0-3 (20-25 17-25 17-25) – il tabellino – Albo d’oro

MODENA – Novara cancella anni di sofferenza, manda in soffitta la paura di una maledizione tricolore. Sembra ieri – per chi c’era – quello scudetto vinto, gettato alle ortiche con Bergamo, dopo una serie infinita di match ball tra gara 4 e gara 5… Era il 2004. Sembra ieri l’ultimo perso con Casalmaggiore due anni fa…

Novara, finalmente per la sua storia, è campione d’Italia. Scudetto meritato perché la squadra è arrivata al meglio del gioco e della condizione nel momento giusto, dopo un play off iniziato nel solo modo possibile per questa società… In salita con lo 0-3 a Scandicci.  

Chirichella Top - foto © TarantiniModena da applausi per il traguardo parziale, ma con il rimpianto di aver rinunciato a Robinson nel mercato invernale. Oggi un attaccante che mettesse giù la palla in più avrebbe fatto comodo.

PIU’ E MENO – Modena attacca al 30%, detto tutto. Nella serata che decide arriva un solo ace, 9 le sbagliate (7 ace per le piemontesi)  Novara domina la scena con un accellerazione, quando serve, nel secondo set : 45%.   Il resto è gestione dell’avversario con un complessivo 39%. Troppi errori di Modena poi a fare la differenza: 18, ben 8 nel primo set. La Liu Jo non ha una giocatrice in doppia cifra nel tabellino: La top scorer è Heyrman 9 punti come Ozsoy… Solo 7 Brakocevic con il 24%  in attacco. I più sono tutti dell’Igor: 5 muri di super Chirichella (62% in attacco), 18 punti per Barun eletta MVP, 18 punti, 41% in attacco.      

COSA VI SIETE PERSI – Un PalaPanini con 5000 persone per una gara di femminile sono un bel traguardo. In campo c’è stata una squadra sola. Bello il braccio di Barun, bello il terzo set di Chirichella che di fatto ha firmato lo strappo tricolore. La festa di Novara. Finalmente per questa società è arrivato il tricolore. L’aneddoto è quelle delle maglie  dell’Igor: printe due anni fa, senza la stampa dell’anno…   

SESTETTI – Modena con Ferretti in regia, Brakocevic opposta, Ozsoy e Caterina Bosetti in posto 4, Heyrman e Belien al centro, Leonardi libero.  Novara:  Dijkema – Barun, Plak – Piccinini , Bonifacio – Chirichella al centro, Sansonna libero.

LA PARTITA

1° set – Primo break di rilievo sul turno di battuta di Piccinini com muro di Chirichella su Bosetti. Modena reagisce con una Brakocevic in palla: 11-9, Novara c’è: 12-13. Squadre a contatto con l’ace di Brakocevic: 17-17. Barun mura Ozsoy, l’Igor allunga. i posti 4 di Modena non incidono. Errore Piccinini, 20-22. Entra il “jolly” di Modena, Bianchini al servizio, ma questa volta la sua battuta è out. Entra Donà per il servizio, ma prima di battere ecco la difesa che vale la rigiocata di Chirichella per il 20-24. Una difesa di Zannoni e una di Piccinini valgono il contrattacco di Barun: 20-25.  L’opoosto Igor chiude con 8 punti, 8 gli errori di Modena. In casa Liu Jo oltre a Brakocevic (5 punti, 36% in attacco) il più l’ha fatto Heyrman: 4.


Barun MVP - foto © Tarantini

2° set – Equilibrio in avvio sino al 5-5, poi l’Igor allunga con il solito attacco di Barun. Il 7-10 porta un sussulto di Modena che a muro con Belien ferma la pipe di Plak. Chirichella mura una spenta Ozsoy: 10-13. Erroraccio di Brakocevic al servizio, doppio cambio Modena con Petrucci e Bianchini sul 13-17.  Il set “scivola via” dlale mani delle padrone di casa, Novar domina la scena con coralità: Barun 5, Plak 5, Chirichella 4,. Modena non punge: 28% di attacco.       

3° set – Reazione Modena con Brakocevic: 5-1. Novara riprende le fila dell’incontro, in attacco resta evidente l’abisso: 9-9. Spazio a Bianchini per Brakocevic. E’ Chirichella show. Va al servizio, difende due palloni, palleggia per il 9-10 (Plak) poi firma l’ace del 9-11. Muro Bonifacio dopo un time out, errori di Bosetti: entra Marcon, Barun regala una speranza a Modena con una palletta out, 11-13, ma si riscatta immediatamente.  Una gara che s ene va facile per l’Igor. Barun picchia al servizio: da 14-16 a 14-21 è una poteca alla gioia. Heyrman mura Piccinini ma Chirichella replica: 16-22. Entra Donà al servizio. E’ una volata per lo scudetto.  

Sostieni Volleyball.it