Il Pala Olimpia, in 3000 nonostante il maltempo
MARMI LANZA VERONA – CMC RAVENNA 3-1 (25-15 25-22 22-25 25-22)

VERONA – Sono tremila gli spettatori che nonostante le condizioni climatiche non ottimali hanno deciso di raggiungere il PalaOlimpia vestito a festa per il risultato della squadra e per coach Bagnoli che  oggi ha guidato la panchina di Verona per la duecentesima volta.

Il 3-1 di Verona porta gli scaligeri a quota 25 punti e il pubblico di casa si gode gli MVP Gasparini e Kromm, brillanti a guidare la squadra in un risultato determinante che cancella senza esitazioni la recente sconfitta di Padova, 11 i muri totali di Verona, 9 quelli di Ravenna, 7 gli ace dei padroni di casa e 7 quelli avversari, Verona al 56 per cento in attacco con Gasparini miglior realizzatore con 23 punti al pari dell’opposto avversario Stefano Moro.

La Marmi Lanza schiera la diagonale Meoni-Gasparini, al centro Zingel e Patriarca, schiacciatori Popp e Kromm, libero Smerilli, coach Babini risponde Corvetta-Moro, al centro Brunner e Mengozzi, schiacciatori Sirri e Gruszka, libero Tabanelli.

La partita Partenza straordinaria per Verona che vola sull’8-1 con un Gasparini potente al servizio, funziona al meglio la squadra di casa che con la pipe di Kromm si porta sul 16-9, Brunner risponde a Patriarca (23-12) ma non basta, Bagnoli ancora una volta ha ragione con Kosmina per Meoni che chiude con il muro su Gruszka (25-15).

Nel secondo parziale c’è grande equilibrio in campo: l’ex Brunner ferma Kromm (9-9) poi il tedesco sigla l’ace del l’11-10, lo imita Gruszka ( 13-13), Casarin per Patriarca spinge al servizio e firma l’ace del 18-15, servizio vincente anche per la CMC con Brunner che tiene vicini i suoi (19-18), Zingel ben servito dal “solito” Meoni realizza il 21-20, Popp spinge (23-22), l’errore di Moro vale il 2-0 (25-22).

Ravenna non si arrende e conquista il terzo parziale grazie al 54% in attacco e ad un muro importante (5 totali), l’ex Moro è determinante in attacco con il 70 per cento in attacco, Verona infatti seppur avanti con Kromm (21-20) subisce l’ace di Moro (21-22), poi Sirri mura Gasparini (22-25).

Nel quarto set la Marmi Lanza gioca ancora punto a punto contro una combattiva Ravenna ma la squadra di Bagnoli cresce e diventa forte nei momenti caldi del set, Gasparini scalda il pubblico con l’ace del 20-18, mentre Popp e Patriarca sono invalicabili per l’opposto della CMC (24-21), il 25-22 è di Popp.
 
Hanno detto

Bruno Bagnoli (Allenatore Verona): “Sono molto contento perché qui a Verona c’è un’atmosfera molto bella, il Palazzetto è stupendo con tutta la gente che entra in campo alla fine della partita. Stasera abbiamo fatto una partita gagliarda contro Ravenna che ha giocato molto libera nella testa e nei primi tre set sono stati molto incisivi al servizio e di conseguenza la partita è stata più difficile di quello che potesse sembrare sulla carta. Abbiamo avuto la possibilità di chiudere 3-0 però loro hanno meritato di allungare la partita, voglio fare i complimenti ai miei ragazzi che con concentrazione e con maggior continuità hanno strappato il risultato”.
 
Matteo Tabanelli (Libero CMC Ravenna): “Ci abbiamo provato, siamo venuti qui a dare battaglia ed è stato così. Verona  è stata brava nei punti finali e questo ha fatto la differenza, questo ha contraddistinto le nostre partite. Finchè la matematica non ci condanna noi lottiamo, vogliamo provare ad onorare questo campionato”