A1F.: Cuneo corsara e vince 3-1. Scandicci non decolla…

ANTICIPO 2a DI ANDATA 
SAVINO DEL BENE SCANDICCI – BOSCA S.BERNARDO CUNEO 1-3 (15-25 22-25 25-13 22-25)
SAVINO DEL BENE SCANDICCI: Milenkovic 9, Lubian 4, Sloetjes 12, Pietrini 10, Stevanovic 10, Malinov 3, Merlo (L), Stysiak 10, Bricio 3, Kakolewska 1, Carraro, Bosetti. Non entrate: Molinaro, Cardullo (L). All. Mencarelli.
BOSCA S.BERNARDO CUNEO: Markovic 9, Candi 9, Van Hecke 21, Nizetich 10, Zambelli 9, Cambi 1, Zannoni (L), Baldi 2, Rigdon 1, Agrifoglio, Frigo. Non entrate: Ungureanu. All. Pistola.
ARBITRI: Frapiccini, Turtu’.
NOTE – Spettatori: 1200, Durata set: 25′, 28′, 21′, 28′; Tot: 102′.

SCANDICCI – La Savino Del Bene Scandicci ha una autentica bestia nera ed è proprio la Bosca San Bernardo Cuneo di Pistola che, anche nel terzo incontro assoluto tra le due formazioni, espugna un PalaRialdoli vestito a festa per 1-3, in un match ricco di alti e bassi.

SESTETTI – La Savino Del Bene Scandicci ricomincia col sestetto iniziale di Casalmaggiore con Malinov e Sloetjes sull’asse palleggiatore opposta, Lubian-Stevanovic al centro e Pietrini-Milenkovic in banda con Merlo libero. La Bosca San Bernardo Cuneo risponde con Cambi opposta a Van Hecke, Candi-Zambelli al centro, Nizetich-Markovic e Zannoni libero.

LA GARA – Le ragazze di Mencarelli partono con una parallela di Pietrini per il 3-1 ma Cuneo è lì ed avanza sfruttando una Markovic che con Scandicci si accende (6-7). L’olandese Sloetjes risponde colpo su colpo ma le piemontesi sono ciniche ed efficaci e trovano l’undicesimo punto con Zambelli. Scandicci soffre (10-16) Sloetjes non si intende con Malinov e sul 13-20. Il canovaccio si mantiene, Cuneo passa dalle vie centrali e chiude sul 15-25.

Scandicci trova Lubian che apre il secondo set, ma l’equilibrio continua. Stevanovic sale in cattedra per il 4-2 e il 6-3. Pietrini manda out (6-5) e Stevanovic la emula regalando il pareggio alle cuneesi. Mencarelli alza il muro con Kakolewska ma l’equilibrio regna in campo 9-9. Merlo è gigante e Pietrini ne approfitta 12-10. La danza di Scandicci continua (15-12), ma Cuneo è lì con una Cambi che giostra le due bocche da fuoco piemontesi (18-17) fino al sorpasso con gli ace di Markovic (19-21). Mencarelli fa tornare Lubian in campo per Kakolewska e inserisce Bricio per Pietrini. Ma Candi firma il più tre piemontese. Mencarelli inserisce anche Stysiak per Milenkovic, ma Cuneo allunga sul 21-23 e chiude il secondo set sul 22-25.

Nel terzo set è un’alternanza al comando fino al 5-3 per Scandicci. Il muro funziona e Pistola stoppa tutto sull’8-5. Il più tre continua e Malinov stampa un muro in faccia a Markovic (12-8). Una invasione manda lo score sul 15-10. Scandicci scappa via: Bojana firma il +8 (19-11). Stevanovic fa 20-12, è sinfonia serba con ancora Stevanovic a segno, e la magia toscana continua fino al 25-13 finale con un errore piemontese.

Il quarto set si apre con un grande equilibrio ma Cuneo ritrova il gioco dei primi due set sul 8-8 quando allunga fino al 9-12 costringendo Mencarelli ad inserire Bosetti per Bricio e Stysiak per Sloetjes. Il parziale diventa pesante, ma sul 11-16 Stysiak si accende fino al 13-16. Dopo il timeout piemontese, le ragazze di Pistola riprendono il ritmo vincente e, nonostante Stysiak (16-18), le ospiti conducono. Cuneo trova ancora un triplo vantaggio. Scandicci ci crede e arriva sul 22-24, ma Stysiak sbaglia ancora e le ospiti vincono.

HANNO DETTO
Le parole di Coach Marco Mencarelli (Scandicci): “Non siamo stati incisivi in attacco e bravi, come possiamo e sappiamo fare, in difesa. Questo aspetto ha condizionato il risultato nei momenti cruciali. Quando mi trovo in situazioni come queste, sono sempre restio ad esprimermi in modo critico sulla mia squadra perché voglio esser sicuro di quello che dico e perché non voglio mancar di rispetto ad un avversario che ha messo in gioco tutte le proprie chance ed ha vinto. Sono una squadra rodata che è molto più tempo che lavorano insieme rispetto a noi, ma bisogna accettarlo. L’attacco e la difesa, come già detto, sono i due elementi principali che sono balzati agli occhi rispetto alla settimana di lavoro che abbiamo fatto”

Andrea Pistola, coach di Cueo: “Si è vista una notevole crescita tecnica caratterizzata da grande agonismo su ogni pallone. Normale il calo del terzo set, ma brave a chiudere nel quarto. Una vittoria molto utile per dare valore al nostro percorso. Con Monza sarà di nuovo big match, ma ci interessa più il nostro percorso rispetto a quello delle rivali. Abbiamo dimostrato ottima gestione della fase difensiva, ripartendo dopo gli errori della sconfitta con Novara. Complimenti a tutte le ragazze, dalla prima all’ultima, attente alle indicazioni tattiche. Siamo molto soddisfatti: i tre punti di stasera sono il giusto premio per questi intensi mesi di lavoro”.

CLASSIFICA

Imoco Volley Conegliano 6*
Zanetti Bergamo 3
Reale Mutua Fenera Chieri 3
Igor Gorgonzola Novara 3

Bosca S.Bernardo Cuneo 3*
Banca Valsabbina Millenium Brescia 3*
Il Bisonte Firenze 2
Savino Del Bene Scandicci 2*
E’piu’ Pomi’ Casalmaggiore 1
Unet E-Work Busto Arsizio 1
Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta 0
Bartoccini Fortinfissi Perugia 0

Lardini Filottrano 0
Saugella Monza 0.

* una gara in più  

FORMULA – Il Campionato di Serie A1 ha 14 squadre partecipanti, per 26 giornate complessive di Regular Season. Al termine della Regular Season, la 13. e la 14. classificata retrocedono in Serie A2. Le prime 12 ai Play Off Scudetto: Le prime 4 ai quarti di finale, mentre le squadre dal 5° al 12° posto effettueranno un turno di ottavi di finale

Sostieni Volleyball.it