A2/A3: Sospensione campionati, le voci dai club

MODENA – Le voci dai club di A2 e A3 Credem Banca dopo lo stop dei campionati.

SERIE A2

CASTELLANA GROTTE – “Quella di sospendere definitivamente i campionati – ha commentato il presidente della New Mater Volley Castellana Grotte, Nino Carpinelliè una scelta condivisibile e di buon senso. Ad un mese di distanza dall’ultima gara giocata e con un futuro non ancora ben delineato per quanto riguarda un allentamento delle misure restrittive in materia di contenimento del contagio da Covid-19, è davvero difficile parlare di agonismo”. “Dal nostro punto di vista – ha continuato il presidente della New Mater Volley Castellana Grotte – c’è ovviamente rammarico per una stagione sportiva che, in tutti i casi, finora ci aveva visti tra i protagonisti assoluti. Mi sento di ringraziare tutte le compagini societarie, dal direttore sportivo Bruno De Mori ai dirigenti e collaboratori, che in questa fase si stanno adoperando per gestire una situazione assolutamente imprevedibile”.

CANTU’“Secondo me si tratta di una scelta assolutamente preventivata e giusta – è il commento di Coach Luciano Cominetti –. Considerando anche lo stop già in corso, era improbabile riportare in campo atleti fermi da tempo e rimettere in moto tutta la parte tecnica e atletica nel giro di poche settimane, anche a rischio della salute dei giocatori. Secondo me sarebbe stata una ripresa di campionato forzata. Se siamo eticamente corretti, non possiamo pensare di andare a giocare e a divertirci mentre le persone intorno a noi stanno soffrendo, e non poco, come ben testimonia la situazione nella mia Bergamo”.

BRESCIA – Per coach Roberto Zambonardi si tratta di  “Una decisione dolorosa, ma inevitabile.  Atlantide, come le altre società della serie A2, ha da subito messo al centro la tutela di giocatori, staff e tifosi e sta lavorando in anticipo per garantire che la prossima stagione sia ancora ambiziosa e avvincente come lo è stata questa, pur interrotta, che ha regalato a Brescia la sua prima finale di Coppa Italia e tante domeniche di grande spettacolo in un San Filippo sempre più caloroso”. 

MONDOVI’“Una decisione inevitabile – commenta il presidente del Vbc Mondovì Giancarlo Augustoni -, in questo momento era impossibile azzardare delle previsioni sulla ripresa dell’attività agonistica. Lo sport deve fare un passo indietro, la salute di atleti, staff e tifosi dev’essere messa al primo posto. La nostra società, comunque, non va in vacanza: stiamo già lavorando per la prossima stagione. Dopo i primi colloqui telefonici abbiamo già raccolto alcune disponibilità alla riconferma tra i tesserati della nostra prima squadra, vogliamo farci trovare pronti per il campionato che verrà”.

 

SERIE A3

PORTO VIRO – Il Presidente del Delta Volley Porto Viro Luigi Veronese“È sicuramente una decisione dolorosa, ma non dobbiamo demoralizzarci – afferma – La vera priorità adesso è la situazione sanitaria, economica e sociale del Paese. Il mio pensiero è rivolto a chi soffre in un letto di ospedale, ai medici e agli infermieri impegnati in prima linea, ma anche alle imprese e ai commercianti della nostra area che vivono un momento di estrema difficoltà. Io voglio solo ringraziare gli sponsor del Delta Volley, chi continuerà a sostenerci e chi non potrà più a causa di questa crisi. Avete tutti un posto speciale nel cuore della società”.

“L’anno scorso, dopo la vittoria dei playoff, dissi che per noi la promozione in Serie A era solo un punto di partenza: mi sento di ribadire lo stesso concetto oggi, seppur in un altro contesto. Da qui ai prossimi mesi continueremo il nostro lavoro di programmazione, sviluppando i progetti che già avevamo in cantiere e ideandone di nuovi. Abbiamo bisogno di guardare al futuro con ottimismo. Lo slogan che abbiamo promosso sui nostri canali social nelle ultime settimane è ‘andrà tutto bene, anzi meglio’. Io ci credo davvero: il Delta Volley ripartirà più forte di prima”.

CORIGLIANO – I presidenti delle società rossonera Gennaro Cilento e Natalino Gallo: “Troviamo giusta la chiusura dei campionati poiché non ci sarebbero stati  i tempi e i modi per riprenderli. Nonostante tutto auspichiamo che lo sport farà da traino alla ripresa umana e di relazioni sociali che tanto ci mancano in questo periodo buio. Una decisione sofferta ma necessaria, bisogna pensare al presente attuando tutte le misure necessarie per arginare il virus che sta mettendo in ginocchio il mondo intero ed allo stesso tempo guardare avanti e farsi trovare pronti per la ripartenza .Ringraziamo gli sponsor e i sostenitori tutti, questo stop è simile ad un time out servirà per serrare le fila riorganizzarci e fare meglio. Guardiamo il bicchiere mezzo pieno, ci siamo divertiti, è stata una stagione  comunque intensa, divertente, e che ci ha fatto riprovare belle emozioni e ritrovare il consueto feeling con la nostra impagabile tifoseria. Lo sport e l’agonismo ora sono giustamente in secondo piano, ma siamo convinti che tutto ritornerà come prima. Rivolgiamo un pensiero ai tanti nostri giovani delle squadre juniores. La ripartenza comprenderà anche loro”.

MACERATA“È stata una decisione inaspettata, un mese fa nessuno pensava saremmo arrivati a questo punto”, commenta il Vice-Presidente della Menghi Pallavolo Macerata Gianluca Tittarelli in un video-messaggio. “Ci dispiace dover fermare un campionato che ci stava dando soddisfazioni, la squadra era terza in classifica e avrebbe disputato i Play-Off. Ci dispiace anche non poter salutare i nostri giocatori di persona, ma del resto stiamo vivendo un’emergenza particolare. Un evento tragico, che non permette di portare a termine la stagione. In questo momento contiamo i morti, siamo tutti consapevoli degli enormi sforzi che i professionisti, del campo medico e non solo, stanno facendo. Tutte queste motivazioni ci spingono a condividere in pieno la decisione di annullare il campionato all’unanimità”.

TUSCANIA – “In effetti credo che a questo punto la decisione era inevitabile – dice il DG del Tuscania Volley Alessandro Cappelli. – In questo particolare momento va salvaguardata in primo luogo la salute degli atleti, degli staff e dei tifosi; lo sport può e deve fare un passo indietro. Da un punto di vista sportivo ci dispiace, eravamo secondi in classifica e pronti ad affrontare un girone play off che ci avrebbe sicuramente visto protagonisti nella lotta per la promozione ma, ripeto, pur nella amarezza di non poter difendere le nostre ambizioni sportive, riteniamo sia giusta la decisione di concludere qui il campionato. Confidiamo comunque di uscire presto da questa situazione che attanaglia la nostra Nazione. Nel frattempo non ci fermiamo, vogliamo assicurare ancora che a Tuscania si giochi una pallavolo di alto livello, pertanto ci rimbocchiamo le maniche e pensiamo già ora a costruire un futuro che ci veda ancora protagonisti ai massimi livelli. Tutti insieme ce la faremo”. 

CUNEO – Il Presidente del Cuneo Volley, Vito Venni: “E’ stata una decisione sofferta, il momento che stiamo attraversando però obbliga a dare priorità ad altro, in primis la situazione sanitaria. In questo momento in società stiamo lavorando per salvaguardare la stagione dal punto di vista economico, con la volontà di ripartire per garantire continuità al progetto Cuneo Volley”.
Il Vice Presidente del Club Cuneese, Gabriele Costamagna: “Allo stato attuale è difficile prevedere uno scenario futuro. Siamo vicini alle aziende sponsor, agli appassionati e ai collaboratori che stanno attraversando questo momento di difficoltà: nei prossimi giorni riprenderemo la programmazione, da parte nostra c’è la volontà di ripartire con basi solide insieme a loro. Sono convinto che con coraggio e sacrificio Cuneo ripartirà più forte di prima”.

OTTAVIANO – Dopo l’annuncio della Lega Pallavolo Serie A di sospendere in maniera definitiva il campionato di Serie A3 Credem Banca, arriva il rompete le righe di coach Aniello Mosca: “Si chiude una stagione sportiva per me umanamente e sportivamente esaltante. Alla fine di un campionato generalmente si tende a focalizzare l’attenzione sul raggiungimento o meno degli obiettivi prefissati; questa volta anche a cospetto dei brillanti risultati ottenuti che ci vedevano al momento della sospensione del campionato ad un passo dai play off promozione e con l’ obiettivo iniziale della salvezza praticamente raggiunto, il mio pensiero va a tutte le intense emozioni umane che quest’esperienza mi ha riservato”.

Sostieni Volleyball.it