A2 Credem Banca: Anticipo, Lagonegro – Brescia 3-1

60

Anticipo 9ª giornata – A2 Credem Banca
Cave Del Sole Lagonegro – Gruppo Consoli McDonald’s Brescia 3-1 (25-19, 28-26, 23-25, 25-22)
Cave Del Sole Lagonegro: Pistolesi 2, Milan 17, Bonola 5, Argenta 25, Di Silvestre 13, Maziarz 5, Biasotto (L), Hoffer (L), Zivojinovic 0, El Moudden 0. N.E. Armenante, Beghelli, Marini. All. Barbiero.
Gruppo Consoli McDonald’s Brescia: Tiberti 1, Galliani 6, Patriarca 13, Giannotti 17, Cisolla 13, Esposito 10, Ventura (L), Franzoni (L), Mazzone 4, Seveglievich 0. N.E. Neubert, Orazi. All. Zambonardi.
ARBITRI: Cavalieri, Gaetano.
NOTE – durata set: 25′, 32′, 28′, 28′; tot: 113′.

LAGONEGRO – Tre punti importanti nel palasport di Villa D’Agri che sorride nuovamente alla Cave del Sole Lagonegro, ancora vittoriosa in casa.
Primo set inizio positivo per Brescia 1-4 ma poi Lagonegro guadagna terreno e trova il pareggio prima e allungo poi con un ottima prestazione dell’ex di turno, Sebastiano Milan, attuale capitano di Lagonegro. L’opposto della Cave del Sole si fa sentire ed è ben presto +5, un vantaggio che permette ai biancorossi di chiudere il set. Secondo set più equilibrato:  le due squadre a turno si portano in vantaggio, Lagonegro trova un distacco sul 12-9 a poi Brescia recupera ancora e servono i vantaggi ma Lagonegro chiude anche il secondo set alla prima palla set.  Terzo set Brescia rimette la partita in gioco vincendo il set ma al rientro nel quarto Lagonegro si dimostra nuovamente più cinica nella battute finali e riesce a conquistare il match.

LA PARTITA – Parte subito con il piede sull’acceleratore il Brescia che si impone con Galliani e Patriarca 1-4. Lagonegro pian piano ritrova terreno con Milan e trova anche l’ace sul 9-9 e il primo vantaggio di Lagonegro arriva su un attacco out di Cisolla 12-11. Buono il fondamentale della battuta per la Cave del Sole che con il suo capitano Milan allunga 16-13 e costringe Zambonardi a chiamare il tempo per due volte ravvicinate. Il 18-13 è un muro di Milan e Bonola su attacco Giannotti e le distanze continuano ad aumentare. Al centro arrivano gli attacchi di Bonola (20-15) e poi il mani e out di Di Silvestre sul 22-16. Due errori di Brescia permettono ancora alla Cave del Sole di allungare e chiudere il set.
Secondo set inizia in equilibrio poi il muro di Lagonegro ferma gli attacchi di Giannotti e compagni ed è il primo vantaggio 7-5. Sul 10-7 mister Zambonardi chiama il tempo al rientro è ancora l’opposto della Cave del Sole a far punto 11-8. Nella metà campo di Brescia Tiberti sceglie di servire Galliani ed arriva il -2 , poi un muro su Milan di Patriarca e un attacco out di Milan, fa si che ritorni la parità 12-12.  Ancora un punto per parte e poi arriva la prima opportunità da parte del Brescia di andare in vantaggio con Cisolla sul 15-16. Si procede in equilibrio e sul 19-20 mister Barbiero chiama il primo tempo del match, al rientro Argenta sale in cattedra e con due punti consecutivi permette a Lagonegro si portarsi in vantaggio 22-21. Brescia ribalta ma sciupa tre set point e quando Lagonegro ha la prima possibilità mura Galliani e poi l’attacco della schiacciatore bresciano è out e quindi 2-0 Lagonegro.
Terzo set è nuovamente equilibrio : sul fronte di Brescia si vedono i soliti Cisolla e Giannotti, nella metà di Lagonegro Argenta e Milan vanno sempre a segno. Brescia ritrova compattezza e dal 12-13 prova a spingere e trova un break importante. Altro ex di turno, Mazzone, trova un ace sul 13-16, Brescia ci crede e mantiene le distanze 16-20. Chiama il Time out mister Barbiero su 19 21, al rientro 20-22 dopo un video check di Zambonardi per tocco a muro che decreta errore di Argenta a rete. Recupera fino al 22-24 la cave del Sole ma poi l’ultimo punto è di Brescia che rientra così in partita.
Quarto set inizia con il solito punto a punto per le due formazioni, poi un ace di Milan e uno di Bonola permettono a Lagonegro si portarsi in vantaggio 10-8. Seppur arriva la parità è ancora Argenta a far segnare il +2 (11-9). Milan permette ancora ai suoi di ternesi il vantaggio 16-14 poi però Brescia è ancora protagonista di un break e si passa dal 17-14 al 18 pari e Barbiero chiama il tempo. Ancora equilibrio poi la prima occasione è della Cave del Sole sul 24-22 quando Zambonardi chiama il tempo ma al rientro Mazzone manda out il suo attacco ed è vittoria 3-1 per Lagonegro.

HANNO DETTO – “Venivamo da una bruttissima gara e non erano pensabile un’ intensità di questa genere, per cui voglio fare i complimenti a tutta la squadra. Abbiamo giocato palla su palla in maniera straordinaria. Noi abbiamo nelle corde questo gioco e questa intensità speriamo di poter piano piano di poter giocare sempre in questo modo. Abbiamo battuta una grande squadra e sono molto felice” conclude mister Barbiero.

Sostieni Volleyball.it