A2 Credem Banca: Il Club Italia non riesce a rimontare, tre punti importanti per Grottazzolina

A.M. CLUB ITALIA CRAI-VIDEX GROTTAZZOLINA 1-3 (22-25, 21-25, 25-17, 23-25)
Club Italia: Cianciotta 6, Stefani 17, Motzo, Mosca 14, Salsi 3, Recine 16, libero: Benedicenti, Zonta, Gamba, Magalini 8. Ne: Biasotto, Maletto, Dal Corso, Di Marco.  All. Cresta.
Grottazzolina: Vecchi 13, Gaspari 5, Sequeira 27, Centelles 9, Cubito 7, Marchiani 1, libero: Romiti, Vallese, Pulcini, Romagnoli, Di Bonaventura, Celarco. Ne: Minnoni, Poey. All. Ortenzi.
Arbitri: Pecoraro-Giorganni
Note: Durata: 25’, 25’, 22’, 27’. Club Italia: 3 a, 19 bs, 6 mv, 30 et. Grottazzolina: 5 a, 9 bs, 10 mv, 23 et.

ROMA – Si conclude con un 3-1 (22-25, 21-25, 25-17, 23-25) per Grottazzolina ai danni dell’A.M. Club Italia Crai Roma l’anticipo dell’undicesima giornata di ritorno in Serie A2 Credem Banca.

Un risultato che porta tre punti importanti nella cassaforte degli uomini di Ortenzi, che salgono a quota 42 in classifica e, aspettando le gare di domani, si portano per una notte ad una sola lunghezza di distanza dal quarto posto occupato da Gioia del Colle, impegnata sul campo di Cisano Bergamasco domani alle 17.

La gara di oggi, però, lascia qualche rimpianto ai ragazzi di Monica Cresta, che anche con qualche defezione di troppo come l’assenza di Federici per un problema alla mano destra, erano stati in grado di rialzare la china dopo un avvio sottotono. Dopo aver vinto con merito il terzo set, però, non sono riusciti a completare la rimonta in un quarto parziale tirato dall’inizio alla fine e nel quale ha pesato qualche errore di troppo nel finale.

Nel prossimo turno il Club Italia farà visita a Gioia del Colle, diretta concorrente di Grottazzolina per un posto nei play-off, che invece andrà a giocarsi le proprie carte a Cantù.

I SESTETTI Come detto, Monica Cresta ha dovuto far fronte a diverse defezioni, come il forfeit del libero Filippo Federici a causa di una micro frattura al pollice della mano destra. Anche capitan Salsi non era al 100% a causa di un fastidio al ginocchio, ma comunque in campo dall’inizio. Per il resto gli azzurrini si sono schierati con Stefani opposto, Mosca e Cianciotta in mezzo, Motzo e Recine schiacciatori e Benedicenti libero.
Dall’altra parte coach Ortenzi ha risposto con Marchiani in palleggio, Sequeira opposto, Gaspari e Cubito al centro, Centelles e Vecchi schiacciatori e Romiti come libero.

LA PARTITA: Avvio di match molto equilibrato, con le due squadre che sono partite subito forte dando vita ad un lungo botta e risposta (15-15). E’ stato degli ospiti il primo tentativo di allungo, rappresentato dal prezioso +4 trovato sul (17-21). Gli azzurrini, tuttavia non hanno mollato e con un paio di muri vincenti si sono rimessi in carreggiata. Nel finale però, è stata la squadra di Ortenzi a chiudere il set in vantaggio (22-25).

Nel secondo parziale le due formazioni hanno continuato a giocare a distanza ravvicinata, con Grottazzolina che manteneva però sempre un piccolo margine di vantaggio (14-16). Cresta ha provato a scuotere i suoi sostituendo Motzo con Magalini nella seconda metà, ma il buon approccio dell’azzurrino non è bastato per impensierire seriamente la squadra ospite, che ha chiuso avanti (21-25).

Diverso l’andamento nel terzo set. Qui, infatti, gli azzurrini hanno preso in mano le redini del gioco dall’inizio alla fine, anche grazie al buon approccio alla gara da parte di Magalini. Il primo allungo è arrivato sul (10-7), poi l’ace di Recine sul (17-12) ha indirizzato definitivamente il parziale dalla parte del Club Italia. Anche nel finale, poi, i ragazzi di Monica Cresta hanno gestito al meglio il vantaggio chiudendo (25-17).

Tiratissimo il quarto set. Qui, le due formazioni si sono date battaglia dall’inizio alla fine, con nessuna delle due squadre che è mai riuscita a conquistare un margine superiore ai due punti di vantaggio (18-18). Nel finale, però, ha pesato qualche errore di troppo commesso dagli azzurrini, che avrebbero potuto quanto meno giocarsi il tie-break. Grottazzolina è stata brava ad approfittarne conquistando la vittoria (23-25).

HANNO DETTO: “E’ stata una partita dura – commenta il coach di Grottazzolina Massimiliano Ortenzi –  noi siamo partiti bene ma poi i ragazzi del Club Italia sono tornati prepotentemente in partita spingendo molto al servizio e vincendo il terzo set. Poi il quarto è stato un parziale punto a punto dove per fortuna siamo riusciti a spuntarla dopo un paio di azioni rocambolesche. Come ho detto ai miei prima della partita – prosegue Ortenzi –  questo è il Club Italia che ha il miglior gioco degli ultimi anni, Monica Cresta sta facendo davvero un ottimo lavoro con questi ragazzi, facendone esordire di nuovi anche nel corso della stagione. Dunque non è vero che la pallavolo in Italia è così in difficoltà, ci sono dei ragazzi interessanti, bisogna continuare a lavorarci. Adesso noi dobbiamo pensare partita dopo partita, già alla prossima andremo in un campo molto complicato come quello di Cantù, poi vedremo cosa succederà.”

Peccato per il quarto parziale, dove probabilmente con qualche errore in meno avremmo potuto portare la gara al tie-break – commenta il coach del Club Italia Monica Cresta – Nel complesso, non siamo arrivati a questa sfida nella migliore condizione anche perché non potevamo contare su Federici, cosa a cui non siamo abituati. Detto questo Benedicenti ha fatto comunque una buona partita, considerando che per lui non era per nulla facile anche perché in stagione non ha avuto molte occasioni. Peccato dunque per il risultato ma non sono poche le note positive. Tra queste c’è sicuramente la prestazione di Magalini, che è entrato in campo con la giusta grinta e nel quarto parziale ci ha dato una grande mano.”

Sostieni Volleyball.it