A2 Credem Banca: Il Club Italia supera Cantù 3-1. Bergamo ok, 3-0 alla Matervolley

Anticipo 8. giornata di andata – Girone BLU
Club Italia Crai Roma – Pool Libertas Cantù 3-1
(25-21, 19-25, 25-15, 26-24)
Club Italia Crai Roma: Salsi 0, Recine 20, Cianciotta 8, Motzo 19, Dal Corso 18, Mosca 8, Benedicenti (L), Di Marco (L), Zonta 0, Federici (L). N.E. Stefani, Magalini, Maletto, Biasotto. All. Cresta.
Pool Libertas Cantù: Baratti 1, Cominetti 14, Monguzzi 11, Santangelo 13, Preti 13, Frattini 7, Butti (L), Rudi (L), Suraci 0, Alberini 0, Gasparini 0. N.E. Robbiati, Danielli. All. Cominetti.
ARBITRI: Di Bari, De Simeis.
NOTE – durata set: 23′, 24′, 20′, 30′; tot: 97′.

ROMA – Vittoria importantissima per il Club Italia Crai, che nell’ottava giornata della Serie A2 Credem Banca ha superato Cantù per 3-1, conquistando tre punti fondamentali in chiave classifica.

Nella gara di oggi, i ragazzi di Monica Cresta hanno saputo compiere un ulteriore passo in avanti, conquistando i tre punti contro una squadra ostica, grazie ad una prestazione nella quale sono riusciti a rimanere concentrati nei momenti chiave, rialzandosi egregiamente dopo il set concesso e vincendo nettamente quello successivo (25-15).

In un finale molto tirato poi, hanno avuto il merito di trovare il guizzo giusto, conquistando la vittoria finale grazie alla schiacciata finale di Recine.
Nel prossimo turno il club federale sarà impegnato nella trasferta difficile di Piacenza, squadra che, in attesa delle gare di domani, è stata momentaneamente agganciata al quarto posto in classifica a quota 15 punti.

SESTETTO  – Per quanto riguarda le scelte iniziali, non ci sono stati stravolgimenti rispetto al sestetto visto a Cisano e con Gamba ancora alle prese con il fastidio alla mano sinistra, il team federale si è presentato con Salsi in palleggio, Motzo sulla diagonale, Recine e Dal Corso schiacciatori, Mosca e Cianciotta al centro e Federici come Libero.

LA GARA – Altro ottimo avvio per la formazione di Monica Cresta che si conferma nella sua capacità di aggredire subito le partite, portandosi a casa il primo set. Fin dalle prime battute, infatti, gli azzurrini sono stati in grado di acquisire un buon margine (5-1). Successivamente Cantù era riuscita ad agguantare la parità (11-11), ma il club federale non si è scomposto riportandosi subito avanti (14-11) e gestendo fino alla fine (25-21).

Nel secondo parziale, dopo un inizio convincente (6-1), gli azzurrini hanno subito il ritorno dei propri avversari, che nella seconda metà sono saliti in cattedra imponendo il proprio gioco (16-21). Anche nel finale Cantù è riuscita a gestire al meglio il risultato trovando la parità (19-25).

Nel terzo set, gli azzurrini sono stati bravi a non commettere l’errore di abbassare la concentrazione, ricompattandosi immediatamente. Spinti dai punti di Recine e di un Motzo ritrovatosi nel ruolo di opposto, i ragazzi del Club Italia hanno saputo gestire il vantaggio acquisito nelle prime battute (7-4), arginando i tentativi di rimonta di Cantù e chiudendo nettamente avanti (25-15).

Molto combattuto il quarto parziale. Qui le due squadre hanno giocato punto a punto per lunghi tratti (15-15). Emozionante il finale, dove le due formazioni hanno giocato letteralmente a viso aperto rendendosi protagoniste di scambi tiratissimi. Dopo aver sprecato un match point sul 24-23, è stata la schiacciata di Recine a chiudere i conti e a portare i tre punti nelle casse degli azzurrini.

HANNO DETTO
MONICA CRESTA (allenatore Club Italia): “Vittoria importante sotto ogni punto di vista, sia per la classifica e sia per il nostro percorso , soprattutto perché arrivata contro una squadra equilibrata come Cantù, composta da giocatori che conoscono molto bene questa categoria. Noi come al solito dopo un primo set in cui ci siamo imposti nel secondo abbiamo tirato un po’ i remi in barca. Poi però il terzo nel terzo parziale i ragazzi si sono impadroniti del campo rendendosi protagonisti di una reazione importante, forse è li che abbiamo vinto la partita. La prossima affronteremo Piacenza, una squadra di cui sappiamo perfettamente qual è il valore, è una delle formazioni più attrezzate in questo girone quindi sono contenta di affrontarla dopo una vittoria del genere, ma dobbiamo essere bravi a rimanere con i piedi per terra” 

NICOLA SALSI (palleggiatore Club Italia): “Siamo davvero molto contenti di questa vittoria, che non era affatto scontata alla vigilia, contro una squadra attrezzata e che può contare su tre laterali molto forti sia in situazione di palla alta che in situazione di gioco normale, poi finalmente non siamo andati al tie-break e abbiamo conquistato i tre punti. L’unico momento di difficoltà è arrivato nel secondo parziale, quando loro sono riusciti a spingere fortissimo e a portarsi a casa il set. Poi la nostra reazione nel terzo è stata molto buona e ci ha trasmesso di nuovo sicurezza. La prossima gara a Piacenza sarà molto dura ma ci arriviamo alla grande dopo questa vittoria”.

NICOLA CIANCIOTTA (centrale Club Italia): “Siamo davvero soddisfatti per questa vittoria, anche e soprattutto perché siamo riusciti a conquistare i tre punti dopo tanti tie-break. Sapevamo che non sarebbe stato facile ma allo stesso tempo credo che siamo riusciti ad entrare in campo con l’atteggiamento giusto, conquistando il primo set e soprattutto mantenendo alta la concentrazione per tutto l’arco della gara. La prossima a Piacenza sarà un’altra gara difficile contro una squadra che ci precede in classifica, ma dopo questi tre punti la prepareremo con il morale giusto.”



Anticipo 8. giornata di andata – Girone BLU
Olimpia Bergamo – Materdominivolley.it Castellana Grotte 3-0
(25-22, 25-20, 25-21)
Olimpia Bergamo: Garnica 2, Tiozzo 9, Cargioli 8, Romanò 18, Shavrak 14, Erati 8, Franzoni (L), Innocenti (L), Gritti 0, Sette 3. N.E. Marzorati, Cogliati, Cioffi. All. Spanakis.
Materdominivolley.it Castellana Grotte: Longo 1, Fiore 7, Gargiulo 8, Cazzaniga 16, Mazzon 3, Patriarca 7, Di Carlo (L), Battista (L), Pilotto 1, Campana 0, Primavera 0. N.E. Floris, Disabato. All. Castellano.
ARBITRI: Licchelli, Usai.
NOTE – durata set: 26′, 24′, 25′; tot: 75′.

BERGAMO – Non si ferma la striscia vincente della squadra di coach Spanakis, vincendo anche l’ottava partita a bottino pieno, convincendo con una prestazione sopra le righe contro un’avversaria tutt’altro che semplice. Castellana Grotte infatti nonostante il risultato ha disputato un’ottimo match, soprattutto con una battuta a ferro e fuoco cercando di mettere in difficoltà la ricezione orobica, riuscendo in parte nell’intento facendo giocare capitan Garnica con palla staccata in diverse occasioni. Il match si apre con un’atmosfera al Pala Agnelli calda e con il pubblico accorso delle grandi occasioni che riempie il Palasport nell’anticipo dell’ottava giornata.

Il set comincia già in parità con un buon Alessio Fiore che porta il vantaggio per Castellana sul’8-7. Si prosegue sulla parità con colpi magistrali da entrambe le parti, ma è a tratti più una lotta tra i centrali Patriarca ed Erati in questa fase. Sul 16-14 Shavrak finta la pipe ed alza a Romanò che stacca il primo break di due punti, poi Garnica effettua un ace ed è il primo time out per Castellana Grotte. Ma Castellana riporta subito in parità con Cazzaniga che ha scaldato il braccio. Shavrak mette nuovamente la testa avanti, ma poi viene murato, Romanò firma il 22 e coach Castellano chiama il secondo time out. Al rientro Romanò firma un ace e porta al 23. Patriarca spara out, poi lo stesso commette invasione ed è 1-0 per Bergamo.

Ancora parità nell’inizio del secondo set, poi Castellana raggiunge un break e si porta sul 6-9 costringendo Spanakis al time out . Bergamo però raggiunge presto la parità sul 12 pari nonostante qualche pasticcio in fase di contrattacco. Sul 14-15 per Castellana entra Sette su Shavrak in fase di ricezione. Cargioli con un muro punto firma il 17-15 e ribalta subito la situazione. Un preziosismo di Romanò allunga a 19-16 e sul 20-16 coach Castellano chiede time out. Entra Gritti in battuta sul 21-17 che mette in difficoltà la ricezione pugliese, poi Romanò allunga a 22-18. Sette mura a una mano Cazzaniga e firma il 23-18. Lo stesso Sette chiude un bel lungolinea e si porta sul 24, poi Mazzon batte in rete ed è 2-0 per l’Olimpia.

Il terzo parziale è all’insegna dei colpi di Romanò, coadiuvato dai muri di Cargioli ed Erati, che non lasciano passare l’opposto Cazzaniga, il set resta comunque in parità fino a 12 pari, poi Olimpia allunga a 15-13. Un paio di errori di Fiore e Cazzaniga portano a 16-14. Ma Cazzaniga ritrova la parità a 17 pari. Parità che prosegue fino a 21, quando Tiozzo sale in cattedra, e un ace e un muro di Cargioli portano a 23, poi ancora Tiozzo fa suo il 24 e Sette chiude il 25 con una bella pipe.

CLASSIFICA

Olimpia Bergamo 23
Gas Sales Piacenza 17
Materdominivolley.it Castellana Grotte 15
Videx Grottazzolina 15
Club Italia Crai Roma 15
Gioiella Gioia del Colle 12
Elios Messaggerie Catania 12
Pool Libertas Cantù 9
Sieco Service Ortona 9
BAM Acqua S. Bernardo Cuneo 7
Pag Taviano 6
Tipiesse Cisano Bergamasco 5
Tinet Gori Wines Prata di Pordenone 5
Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania 3.

Note: 1 Incontro in più: Olimpia Bergamo, Materdominivolley.it Castellana Grotte, Club Italia Crai Roma, Pool Libertas Cantù.

Sostieni Volleyball.it