A2 Credem Banca: Recupero 5. giornata. Calci incassa la sesta vittoria. 3-1 alla Materdomini

98

Recupero 5. giornata
PEIMAR CALCI PI – MATERDOMINI.IT CASTELLANA 3-1
(25-15, 25-22, 24-26, 25-13)
PEIMAR CALCI PI: Lecat 10, Coscione, Argenta 18, Ciulli, Razzetto, Barone 16, Mosca 1, Fedrizzi 25, Tosi (L) n.e. De Muro (L), Zanettin, Sideri, Nicotra. All. Gulinelli
MATERDOMINI.IT: Fiore 13, Manginelli, Gargiulo 7, Valera 4, Panciocco 11, Patriarca 9, Rosso 13, El Moudden, Cazzaniga, Battista, Paradiso n.e. Floris. All. Castellano
Arbitri: Cavicchi, Marotta
NoTE – Durata set: 26’, 28’, 31’, 24’ Tot. 1h 49’. CALCI: battute vincenti 10, battute sbagliate 14, muri 6; MATERDOMINI: battute vincenti 5, battute sbagliate 16, muri 8

S.CROCE SULL’ARNO – La Peimar Calci si impone su Materdomini nel recupero della 5. giornata di serie A2 Credem Banca, conquistando tre punti fondamentali per l’aggancio alla vetta, in coabitazione con Ortona e Brescia.

SESTETTI – Sesta vittorie in sette gare per i ragazzi di coach Gulinelli, schierati in formazione – tipo (Coscione-Argenta, Lecat – Fedrizzi, Mosca – Barone, Tosi), con Nicotra recuperato in panchina dopo due match fuori lista per infortunio. Materdomini risponde con l’esperto Valera in regia, Panciocco opposto (preferito a Cazzaniga), Gargiulo-Patriarca in posto 3, Rosso e Fiore di lato, Battista libero.

TEMI – Gara a tratti dominata dalla formazione locale, più incisiva al servizio, incontenibile dai lati con Fedrizzi top scorer (25 pt) e Argenta subito dietro (18 pt), a tratti invece equilibrata, di pari passo con la maggiore o minore incisività e regolarità del servizio targato Peimar. Nei momenti topici il team di Gulinelli ha fatto valere una maggiore qualità, chiudendo con merito; secondo successo pieno di fila, in attesa del nuovo match interno al Pala Parenti, previsto per sabato7 dicembre, in anticipo, contro la Conad Reggio Emilia.

LA PARTITA – Nel primo set, la Peimar scende in campo con la giusta concentrazione, aggredendo subito la formazione avversaria, in difficoltà con la ricezione e nel mettere palla a terra. L’allungo decisivo è a metà parziale (16-9), i time-out di Castellano non scuotono Materdomini e la partita scorre via nel segno di Calci: 21-11, chiusura 25-15.

Apparentemente tutto facile, per la squadra di casa, ma come prassi si assiste ad una convinta reazione ospite, con il sestetto pugliese più propositivo e organizzato, sempre avanti nel punteggio, almeno fino al break, pesantissimo, realizzato dai padroni di casa (da 14-16 a 21-17). Peimar “vede” la vittoria anche nella seconda frazione e accellera, sostenuta come sempre dalla propria batteria di attaccanti e dalla lucida gestione di Coscione.

Il terzo set è molto simile al precedente, con la differenza che questa volta Calci non trova il break decisivo, e Materdomini rimane lì (21-20). Gli ospiti vivono il loro miglior momento, capitalizzando ogni attacco, tra mani-fuori e gioco in veloce. Si arriva ai vantaggi, sul 24-25 Peimar non mette palla a terra, il sestetto ospite ricostruisce con intelligenza: 24-26, partita riaperta.

Con grande maturità, la squadra di coach Gulinelli rientra in campo per il terzo set come nulla fosse, e si fa subito sentire dai nove metri. Sul 9-6 un potente attacco di Argenta “infortuna” il centrale ospite Gargiulo, costretto ad uscire nonostante le cure mediche. Gli subentra Paradiso, classe 2001, prodotto del vivaio pugliese. L’inconveniente, e la pressione locale, mandano in confusione Materdomini, che non riesce più a giocare con ordine e subisce i micidiali contrattacchi veloci degli avversari: Coscione e Barone si trovano alla grande ed è lo stesso centrale a mettere giù il 12-7 con cui la Peimar allunga in modo deciso. Sul 14-8 entra Razzetto per Mosca, e prende il muro del 17-9 sul quale Castellano spende il secondo time-out. La formazione ospite le prova tutte, dentro anche Cazzaniga per il palleggio, poi si completa il doppio cambio, ma ormai Calci è lanciata, e chiude 25-14 su un errore in attacco di Panciocco.

Sostieni Volleyball.it