A2 Credem Banca: Taranto in finale. Cuneo ko 3-0 in gara 3

361

Semifinale: Gara 3
Prisma Taranto – BAM Acqua S.Bernardo Cuneo 3-0 (28-26, 25-16, 25-18) Serie: 3-0
Prisma Taranto: Coscione 3, Fiore 12, Di Martino 11, Padura Diaz 16, Parodi 8, Alletti 9, Goi (L); Cottarelli 0, Gironi 2. N.E. Presta (L), Hoffer, Cominetti, Persoglia, Cascio. All. Di Pinto.
BAM Acqua S.Bernardo Cuneo: Pistolesi 2, Tiozzo 12, Bonola 0, Pereira Da Silva 6, Preti 6, Codarin 2, Catania (L); Sighinolfi 2, Bisotto 0, Chiapello 0. N.E. D’Amato, Gonzi. All. Serniotti.
ARBITRI: Guarneri, De Sensi. NOTE – durata set: 31′, 23′, 29′; tot: 83′.

TARANTO – Taranto è la prima finalista dei play off della Serie A2 avendo chiuso in 3 partite la semifinale contro Cuneo ed ora attende la vincente tra Brescia e Siena.

IL MATCH – Coach Di Pinto opera un cambiamento rispetto al match di domenica scorsa. Taranto parte con Coscione in cabina di regia, Padura Diaz opposto, Parodi e Fiore schiacciatori, Alletti-Di Martino centrali con Goi libero. Coach Serniotti deve fare a meno di Galaverna, ma recupera i centrali Codarin e Sighinolfi (quest’ultimo parte comunque dalla panchina). In campo dunque Pistolesi in regia, opposto Wagner, centrali Codarin e Bonola, in banda Tiozzo e Preti, libero Catania.

La tensione e l’importanza della partita si avverte sin dalle prime giocate dell’incontro: entrambe le squadre sono fallose in battuta. Taranto riesce a essere più continua in fase offensiva (11-9), Cuneo ribalta portandosi sul 12-13 con Di Pinto che chiama timeout. Al rientro sul taraflex, la Prisma è più aggressiva: break di 6-2 che proietta Taranto sul 18-15 e obbliga Serniotti alla sospensione. Ancora gli ionici, con una grande difesa e il contrattacco, aumentano il gap: 21-15 e nuovo interruzione per gli ospiti. Cuneo non si disunisce, approfitta di alcuni errori della Prisma e si riporta sul 23-21: coach Di Pinto si gioca il secondo timeout. Parodi porta sul 24-21 i rossoblù, Cuneo annulla tre set point e porta il set ai vantaggi: Taranto chiude il set sul 28-26 grazie all’errore in attacco di Wagner.

La Prisma Taranto parte bene anche nel secondo set (3-1) prima di subire il sorpasso di Cuneo (6-7). Parodi riporta avanti la squadra pugliese, poi due ace di Fiore obbligano Serniotti alla sospensione (11-8). Cresce la fase difensiva degli uomini di coach Di Pinto che allunga, col primo tempo di Alletti, portandosi sul +6 (16-10). Cuneo prova a reagire ma Taranto piazza un nuovo break portandosi sul 21-14. Serniotti prova a cambiare le carte in tavola ma ci pensa Alletti a mettere a terra il punto del 25-16.

Avvio sprint di Taranto anche nel terzo parziale: 4-0 e timeout di Serniotti. Cuneo, con orgoglio, dimezza lo svantaggio (4-2) ma gli ionici, in fase offensiva, iniziano a essere più determinanti (13-8). Wagner e Preti mantengono vive le speranze dei piemontesi (13-10) con Di Pinto che, in maniera preventiva, chiede il timeout. Entra Gironi al posto di Parodi: con un suo ace, Taranto piazza il +7 (18-11). Cuneo si riavvicina, piazzando tre punti di fila. Gli ionici, però, non si disuniscono e con lo stesso Gironi conquistano ben 7 palle match: alla seconda occasione, Alletti chiude i conti sul 25-18, firmando il punto che permette alla Prisma Taranto di conquistare la finale playoff.

Sostieni Volleyball.it