A2 Credem Banca: Torneo a doppia velocità. Tutti scommettono su Taranto. Quante stelle dalla Superlega

Parte nel weekend l campionato di A2 Credem Banca. Taranto subito favorita? Un torneo di livello con molti campioni della Superlega a rinforzarlo. Tutte le gare su Youtube anche su Volleyball.it

1114
Taranto, Cuneo, Brescia, Castellana Grotte, ma anche Siena, Bergamo... le favorite

di Giovanni Saracino

Speciale A2 Credem Banca Tutte le newsIl mercato di A2Il calendario 2020/21

TARANTO – Più di qualche addetto ai lavori l’ha definita serie A2 d’èlite anche per il ritorno di due piazze importanti per il volley italiano come Cuneo e Taranto. E non solo. La presenza di diversi giocatori provenienti dalla Superlega – che siano essi di esperienza passata (Parodi, Alletti, Goi o Gitto, Barone, Della Lunga e De Pandis, che già erano scesi di categoria in precedenza) o alla ricerca di esperienza che permetta loro di “farsi le ginocchia” (Gironi, Codarin, Hoffer, Pistolesi, Truocchio, Cantagalli) in aggiunta a stranieri in grado di fare la differenza (l’olandese Van Dijk , il russo Yudin, il brasiliano Da Silva) – certifica l’alto livello tecnico del torneo edizione 2020-2021 che è la numero 44 in totale.

La formula a 12 squadre sperimentata – causa Covid 19, non per tutta la scorsa stagione agonistica – ha incontrato i favori di quasi tutto l’ambiente pallavolistico che ha riscoperto un campionato considerato altamente competitivo, con tante squadre che si sono attrezzate per fare bella figura.

In una ipotetica griglia di partenza appare in pole position certamente la Prisma Taranto che ha allestito un organico di prim’ordine, affidato alla pluriennale esperienza di coach Di Pinto (quattro promozioni in A2 in carriera) e composta da gente con centinaia di partite alle spalle in serie A come i già citati Parodi (schiacciatore ex Lube) e Alletti (centrale ex Piacenza), il palleggiatore Coscione o Padura Diaz, uno dei migliori opposti, in fatto di punti realizzati, degli ultimi anni, nella categoria.

A seguire la New Mater Castellana Grotte, allenata da un’altra vecchia volpe dei parquet come Flavio Gulinelli, che ha disposizione un organico con altrettanta gente di esperienza (Garnica, Patriarca, Gitto, De Pandis, Cazzaniga più Van Dijk) e che punta decisamente a ritornare in Superlega.

Nel lotto delle sei probabili protagoniste per la lotta alla promozione sono inserite di diritto Bergamo (vincitrice della Coppa Italia 2020) e Siena, club che nelle ultime stagioni hanno veleggiato sempre nei piani alti della classifica e che annoverano organici rodati e composti da gente che la serie A2 la conosce come le proprie tasche, così come Brescia che si aggrappa all’eterno Cisolla (43 anni ed ancora una gran voglia di essere determinante) e all’altro quarantenne Tiberti.

In questo primo gruppo in molti inseriscono Cuneo, condotto da un altro coach – Roberto Serniotti – che in carriera di campi e campionati ne ha girati tanti, vincendo anche molto, e che ora si trova alla guida di questo progetto di rilancio di un club storico del volley italiano. La sua squadra ha giovani molto interessanti e atleti già ben rodati come l’opposto brasiliano Pereira Da Silva.

Il gruppo delle partecipanti al prossimo torneo di A2 sulla carta appare diviso in due tronconi: le sei squadre già citate che competeranno per la promozione e le altre sei che sgomiteranno per ritagliarsi il ruolo di sorpresa del campionato. Trattasi di compagini che sono state allestite con budget inferiori ma che hanno in organico giocatori di categoria e giovani promettenti affidati in alcuni casi a tecnici la cui bravura ed esperienza è accertata dal loro curriculum come Montagnani a Santa Croce o Mastrangelo a Reggio Emilia. Occhio a Lagonegro che ha una diagonale palleggiatore-opposto (Fabroni-Tiurin) in grado di far male a chiunque e che un po’ tutti indicano come mina vagante. Senza dimenticare Mondovì, Cantù e Ortona ed i loro progetti legati alla valorizzazione dei giovani. 

Sostieni Volleyball.it