MODENA – Rimane invariata (tre punti) la distanza in vetta tra la capolista Forlì e l’inseguitrice Soverato. Questo è il responso della terz’ultima giornata di ritorno del campionato di A2 femminile (aperta dai due anticipi dello scorso 18 marzo), che comunque ha riservato novità in altre zone della graduatoria. Partendo dall’alto, la prima della classe (Volley 2002 Forlì) ha mantenuto il primato grazie al 3-1 casalingo contro l’Entu Olbia; i tre punti sono stati centrati anche dal Soverato secondo in classifica, corsaro a Rovigo a domicilio della Beng (1-3). Festeggiano le Marche “rosa”, protagoniste nel derby tra Lardini Filottrano e myCicero Pesaro: a spuntarla sono state le “adriatiche” di Matteo Bertini (2-3), che conquistano la quarta piazza solitaria staccando di una lunghezze le “cugine” allenate da Andrea Pistola. Per entrambe, comunque, l’accesso matematico ai play off. Lo stesso traguardo è stato ottenuto anche dalla Delta Informatica Trentino, nonostante il ko al tie break patito a Palmi dalla Golem Software. Il risultato delle calabresi condanna alla B1 la Lilliput Settimo Torinese, retrocessa al pari della Beng Rovigo e dell’Omia Cisterna. Dal canto suo, la Kioto Caserta vince lo spareggio per il settimo posto (l’ultimo utile per i play off) grazie al 3-1 casalingo contro la Fenera Chieri. Mercoledì l’A2 femminile tornerà in campo alle 20,30 per la disputa della penultima giornata di ritorno di regular season.

VOLLEY 2002 FORLI’-ENTU OLBIA 3-1
(25-16, 20-25, 25-16, 25-23)

Trascinato da una grande Aguero (23 punti), il Volley 2002 Forlì prosegue a pieno ritmo la marcia in vetta alla classifica piegando 3-1 l’Entu Olbia. Per la squadra di Vercesi, una prova di spessore, ottenuta con l’ausilio della centrale Marilyn Strobbe (17 punti) e nel complesso di un super-muro (18 block vincenti a 7) che ha limitato la principale bocca di fuoco delle sarde, Natalia Brussa, a segno comunque 18 volte.

GOLEM SOFTWARE PALMI-DELTA INFORMATICA TRENTINO 3-2
(25-23, 25-23, 16-25, 18-25, 15-12)

Avanti 2-0, poi raggiunta sul 2-2 e infine vincitrice al tie break. E’ la “pazza gara” della Golem Software Palmi, che vince il braccio di ferro casalingo contro la Delta Informatica Trentino, comunque soddisfatta per l’approdo sicuro ai play off. Questa volta, il set corto sorride alle ragazze di Giorgio Draganov, in precedenza bella incompiuta nei recenti match casalinghi (da 2-0 a 2-3). A trascinare la Golem, i 28 punti di Ramona Aricò, con le centrali Petkova e Guidi e con la banda Francesca Moretti in doppia cifra (12 punti a testa). Sul versante trentino, Maria Segura ne mette giù 22, seguita a quota 14 dalla coppia Vittoria Repice-Lorena Zuleta. Alla Delta non bastano 18 muri e 6 ace, oltre ai 9 punti complessivi totalizzati in più delle avversarie.

BENG ROVIGO-VOLLEY SOVERATO 1-3
(18-25, 15-25, 25-20, 23-25)

Soverato corsara in Veneto grazie al 3-1 ottenuto a domicilio della Beng che permette alle calabresi di rimanere in scia alla capolista Forlì, sempre distante tre punti. A Rovigo, partita dai due volti, con i primi due set a senso unico nella direzione delle ragazze di Luca Secchi, mentre nella seconda parte del match la compagine di Alessio Simone ha reagito, garantendo maggior equilibrio alla partita. Nelle fila locali, buona prova della giovane Tangini (classe 1997), autrice di 13 punti con il 70 per cento in attacco e 6 muri, tre in meno dell’altra centrale Furlan (12 punti). I sedici block non sono bastati alla Beng, perché Soverato ha risposto con un miglior rendimento al servizio (7 ace a fronte di 12 errori contro i diciassette sbagli senza battute vincenti di Rovigo). In casa calabrese, 20 punti per Edina Begic.

KIOTO CASERTA-FENERA CHIERI 3-1
(25-19, 21-25, 25-17, 25-19)

Sorpasso. La Kioto Caserta batte 3-1 una coriacea Fenera Chieri, conquista il bottino pieno e ritorno al settimo posto in classifica. A trascinare le campane, la coppia formata dall’opposta Sonja Percan e dalla schiacciatrice Silvia Lotti, che si spartiscono in parti uguali il bottino complessivo di 34 punti, mentre in casa piemontese la miglior marcatrice è Natalia Serena (15 punti).

LARDINI FILOTTRANO-MYCICERO PESARO 2-3
(25-21, 21-25, 12-25, 25-22, 8-15)

Chi di tie break ferisce di tie break perisce. Il quinto set è nuovamente il metronomo della sfida tutta marchigiana, che questa volta ha sorriso alla myCicero Pesaro, vincitrice al quinto set contro la Lardini Filottrano, a sua volta in festa all’andata dopo il parziale corto. Il tutto in un match ben giocato dalle due formazioni, entrambe qualificate ai play off.