PIACENZA – MONZA 3-2 (25-23, 19-25, 20-25, 25-22, 15-9)
PIACENZA: Viganò 4, Fiesoli 10, Cecchetto (L), Giuliodori 23, Do Carmo Braga 7, Saguatti 15, Cambi 4, Fava 2, Moretto 4, Ferretti, Gioia 2. Non entrate Rocca. All. Pistola. 
MONZA: Nomikou 6, Balboni 1, Saveriano, Rossi Matuszkova 22, Coatti, Bonetti 5, Astarita 18, Devetag 16, Facchinetti 11, Bisconti (L). Non entrate Bruno. All. Delmati. 
ARBITRI: Talento, Stancati. 
NOTE – durata set: 28′, 26′, 24′, 25′, 16′; tot: 119′. 

PIACENZA – Ancora un tie break per Monza, il secondo consecutivo dopo il successo ottenuto lo scorso weekend contro Bolzano. Questa sera, nell’anticipo della Serie A2, a sorridere, è però Piacenza, avversario ostico e di grande carattere, in grado di rimettere in riga le sorti del match dopo aver subito il ritorno delle brianzole nel secondo e nel terzo parziale. Pur avendo accorciato il distacco da Bolzano a due lunghezze, l’aver ottenuto un solo punto sul campo della Bakery Piacenza allontana ulteriormente la possibilità della Saugella di conquistare la promozione diretta in Serie A1, al termine della stagione regolare.

Giuliodori da una parte e Rossi Matuszkova dall’altra, regalano grande intensità agli attacchi delle due formazioni. In due, a fine match, mettono a segno 45 punti. Insidioso anche il servizio delle due formazioni, con i sei ace di Piacenza ribattuti dai 7 di Monza. A muro, la formazione di casa riesce a essere più incisiva, trascinata dai 5 block-in messi a segno da Giuliodori (best scorer di Piacenza con i suoi 23 punti). La partenza delle padrone di casa è delle migliori: le ragazze di Pistola trovano subito il ritmo e colgono di sorpresa le ospiti che si trovano subito a rincorrere. Nei due set successivi, la reazione di Monza non si fa attendere: Rossi Matuszkova e compagne ribaltano il conto dei set grazie al miglior gioco corale. Migliorano le percentuali d’attacco delle bocche da fuoco, che sembrano poter avere la meglio anche a inizio del quarto set. Qualcosa però si inceppa nei meccanismi delle lombarde e Piacenza coglie l’occasione per rientrare prepotentemente in partita. Il quinto set prende presto la via dell’Emilia, che mantiene ancora vive le speranze di salvezza delle piacentine.