A2 F.: Il riassunto di giornata. Talmassons sgambetta Soverato

106
CDA Talmassons

MODENA – Il riassunto della 7. giornata.

RisultatiTabellini girone EstTabellini girone Ovest

GIRONE EST
Quattro vittorie interne nella 7. giornata del Girone Est di Serie A2 Femminile. Il Cuore di Mamma Cutrofiano prosegue la sua corsa al primo posto della classifica grazie al successo per 3-1 sulla CBF Balducci HR Macerata. Gli attacchi di M’bra e i muri di Menghi vincono la resistenza delle marchigiane, che pure erano riuscite a strappare alla capolista il terzo set (21 punti per Lipska tra le ospiti). Le salentine salgono a quota 16 punti, due in più della Megabox Vallefoglia, che vince anch’essa in quattro set sulla Omag San Giovanni in Marignano: assoluta protagonista del match è Pamio, autrice di 30 punti con 5 ace e il 43% di rendimento offensivo. Le ragazze di Fabio Bonafede contengono il ritorno delle marignanesi, limitando Fiore e Conceicao, tenute sotto il 30% di positività. 

Sale al terzo posto l’Olimpia Teodora Ravenna, che tra le mura di casa ha la meglio per 3-1 sulla Sorelle Ramonda Ipag Montecchio dopo una battaglia molto equilibrata a partire dal secondo set. Sia nel terzo che nel quarto parziale le vicentine provano a rientrare (da 23-18 nel terzo e da 20-14 nel quarto) ma si arrendono in volata: 19 punti per Kavalenka, 16 con 5 muri per Guidi tra le ravennati, 19 per Cagnin tra le ospiti. Perde il podio il Volley Soverato, stoppata in Friuli dalla CDA Talmassons dell’ex tecnico Barbieri. Nonostante le assenze di Tirozzi e Mazzoleni, le padrone di casa confezionano una prestazione solidissima e concreta, in cui Smirnova (23 punti) trasforma in oro il lavoro delle compagne. La CDA raggiunge così la sesta posizione.

GIRONE OVEST
Il 3-1 esterno sul campo della Green Warriors Sassuolo consente alla LPM BAM Mondovì di impadronirsi del secondo posto in classifica nel Girone Ovest. Le pumine di coach Delmati attaccano bene e soprattutto murano tanto: le neroverdi restano vicine nel punteggio ma nei finali di set gli allunghi di Hardeman e compagne risultano decisivi. Antropova sigla 29 punti, ma Scola, Molinaro e soprattutto Mazzon riescono a limitarne la straordinaria incisività. 

Sostieni Volleyball.it