A2 F.: Trento vince a Macerata e blinda il 1. posto del Girone B. Piani top scorer con 23 punti

La Delta Informatica Trentino si ripete: dopo Montecchio le gialloblù espugnano anche Macerata, aggiudicandosi la regular season con tre giornate d’anticipo. Brava Berasi, brillano Piani, D’Odorico e Fondriest. L'8 gennaio il Trofeo Cesarini Sforza con l'Imoco Conegliano

6a Giornata Ritorno Serie A2 Girone B
ROANA CBF H.R. MACERATA – DELTA INFORMATICA TRENTINO 1-3 (20-25 25-22 22-25 23-25)
ROANA CBF H.R. MACERATA: Lancellotti, Pomili 13, Rita 6, Smirnova 16, Mazzon 14, Martinelli 8, Pericati (L), Taje’ 4, Peretti. Non entrate: Giubilato, Spitoni, Nonnati. All. Paniconi.
DELTA INFORMATICA TRENTINO: D’Odorico 14, Fondriest 14, Berasi 3, Melli 15, Furlan 6, Piani 23, Moro (L), Barbolini 3, Cosi, Vianello (L). Non entrate: Giometti. All. Bertini.
ARBITRI: Chiriatti, Di Bari.
NOTE – Durata set: 25′, 26′, 28′, 30′; Tot: 109′.

MACERATA – La Delta Informatica Trentino non si ferma più e dopo Montecchio espugna anche il parquet di Macerata, dedicando così il successo alla sfortunata Elisa Moncada, ai box per il serio infortunio al ginocchio rimediato in Veneto nel giorno di Santo Stefano. La vittoria di Macerata porta con sé la soddisfazione del primo posto matematico nel girone con ben tre giornate d’anticipo, essendo 11 i punti di vantaggio su Mondovì.

Una vittoria davvero molto importante contro un’avversaria validissima, tra le cui file milita Smirnova, miglior realizzatrice dello scorso campionato di serie A2 con la maglia di Perugia. Ottima prestazione come ulteriore prova di determinazione dell’intero collettivo trentino.

Oltre alla solita Piani, Berasi ha interpretato nel migliore dei modi la partita trovando ottime risposte da D’Odorico, autrice di 14 punti, e da Fondriest, autrice di 14 punti con 5 muri e che ha festeggiato così al meglio il compleanno.

SESTETTI – Tra le fila marchigiane non bastano i 41 punti realizzati dal terzetto di palla alta Smirnova-Mazzon-Pomili. Unica novità è Berasi in cabina di regia per la Delta Informatica Trentino, resto del sestetto immutato con Piani opposto, Melli e D’Odorico laterali, Furlan e Fondriest al centro e Moro libero. Paniconi, orfano di Kosareva, risponde con Lancellotti al palleggio, Smirnova opposto, Pomili e la ex Giorgia Mazzon schiacciatrici, Rita e Martinelli al centro e Pericati libero.

LA PARTITA – Parte subito forte la Delta Informatica Trentino grazie all’efficace turno al servizio di Fondriest che trova il +4 (0-4). Berasi al servizio trova il primo punto in serie A e le trentine allungano ulteriormente (1-6). E’ nuovamente il servizio gialloblù a creare i maggiori problemi alle padrone di casa di Macerata: il nastro aiuta la battuta di Piani e massimo vantaggio trentino (7-14). Le marchigiane iniziano a macinare gioco e commettere meno errori diretti. Smirnova dai nove metri, due muri consecutivi di Martinelli su Furlan e qualche errore gratuito di troppo trentino riportano nel set Macerata (14-16). Berasi trova in Piani e Fondriest il modo migliore per uscire da una rotazione complicata (16-20). Due errori in attacco di Melli ricuciscono il distacco tra le due squadre ma subito dopo è nuovamente Melli con un gran muro su Smirnova a riallontanare le padrone di casa dal possibile pareggio (20-22). Un muro di Furlan su Mazzon e il successivo primo tempo attaccato fuori dalla neoentrata Tajè portano il primo set in casa Delta (20-25).

Come nella frazione precedente l’inizio è a tinte gialloblù, complice l’ostica battuta di D’Odorico (0-3). Lancellotti trova in Mazzon e Smirnova buone soluzioni e sono proprio le due schiacciatrici a suonare la carica (7-7). L’ace di Pomili vale il +4 per le padrone di casa (15-11). La Delta Informatica Trentino si ferma sulla fatidica rotazione con la palleggiatrice in posto 1 non riuscendo a trovare le giuste contromisure (20-13). Nonostante un buon finale di set, chiude la seconda frazione in favore di Macerata un attacco in diagonale di Smirnova (25-22)

A differenza dei due parziali successivi il terzo set viene giocato punto a punto (13-13). Barbolini entra per Melli nel tentativo di rinforzare la seconda linea ed è proprio una pipe della schiacciatrice gialloblù a dare il via al tentativo di fuga trentino (13-15) concretizzato poi dai due errori consecutivi di Pomili e Smirnova (13-17). La Delta Informatica riesce a mantenere il vantaggio grazie al fondamentale del muro: Fondriest ferma Mazzon, Barbolini mura la fast di Martinelli e nuovamente Fondriest blocca Smirnova (20-24). Alla terza palla set ci pensa un attacco di un’infermabile Piani a chiudere la frazione (22-25).

Dopo una prima parte di quarto set molto equilibrata, il primo allungo è firmato dal muro di Furlan su Rita (6-8). Al termine di un’azione spettacolare quanto rocambolesca con super difese nella metà campo trentina il punto in attacco di Piani porta le trentine sul +3 (7-10). Martinelli in fast viene spesso chiamata in causa da Lancellotti rispondendo sempre presente (13-12). La Delta Informatica Trentino non si dà per vinta e ci pensa D’Odorico a suonare la carica a suon di parallele vincenti (17-17). Barbolini come nella frazione precedente entra e risponde alla grande realizzando l’ace del +2 (17-19). L’ace di Martinelli impatta nuovamente il risultato (22-22). Piani in attacco prende per mano la squadra e due punti consecutivi chiudono set ed incontro (23-25).

Il nuovo anno inizierà con il botto per la truppa di Matteo Bertini. Dopo il match contro la Futura Volley Busto Arsizio, in programma il 5 gennaio, tre giorni dopo, sempre al Sanbàpolis, giungerà il meglio della pallavolo mondiale. All’interno del Trofeo Spumanti Cesarini Sforza, mercoledì 8 gennaio con fischio d’inizio alle ore 18, arriveranno a Trento infatti le atlete dell’Imoco Volley Conegliano per un match imperdibile.

“Sono stati due giorni per noi particolarmente difficili dal punto di vista psicologico, perché l’infortunio di Elisa Moncada l’abbiamo accusato non solo in termini tecnici ma soprattutto in termini umani, perché Elisa è uno dei nostri leader carismatici e il faro della squadra – commenta a fine partita Matteo Bertini, tecnico della Delta Informatica – Siamo scesi in campo per provare a dedicare a lei la vittoria e con grande determinazione e concentrazione siamo riusciti a portare a casa tre punti importantissimi che ci permettono di chiudere l’anno con un grandissimo sorriso e di vincere con tre giornate di anticipo la regular season. L’obiettivo del 2020 è, chiaramente, quello di continuare su questa strada”.

Sostieni Volleyball.it