A2 Femminile. I Commenti alla 2. Giornata

104

Modena – I Commenti delle protagoniste e dei tecnici alla fine dei match della Seconda Giornata di Andata

GIRONE A
Olimpia Teodora Ravenna – Omag MT S.G. in Marignano 1-3
Simone Bendandi (coach Ravenna): “Purtroppo per il momento riusciamo ad avere una certa qualità solo in alcune situazioni. Dobbiamo lavorare molto, non tanto sulle situazioni perfette, ma soprattutto sulla scelta dei colpi su palla scontata, perché abbiamo preso troppe murate gratis oggi. Ci sono mancate un po’ di freddezza e lucidità, soprattutto dopo il primo set, dove invece ho visto quello che vedo nella gran parte della settimana di allenamenti. Ci vuole pazienza perché abbiamo un assetto totalmente nuovo e non siamo pronti per queste partite qui, contro squadre così equilibrate e con una fuoriclasse come Serena Ortolani. Complimenti a loro che con il passare del tempo ci hanno preso le misure, dal canto nostro possiamo migliorare molto nella tecnica e continueremo a lavorare duro per farlo”.

Futura Volley Giovani Busto Arsizio – Banca Valsabbina Millenium Brescia 2-3
Giuditta Lualdi
(Busto Arsizio): “E’ stata una bella partita che avremmo potuto chiudere a favore nostro vincendo il terzo, l’abbiamo dimostrato nella frazione successiva ma purtroppo nel quinto ha pagato un po’ l’inesperienza. E’ un punto d’oro perché abbiamo lottato e abbiamo dimostrato di poter giocare sempre per vincere, non ci manca nulla; sono contenta anche della mia prestazione personale anche se la mancata vittoria non mi soddisfa”.
Matteo Lucchini (coach Busto Arsizio): “Di solito queste sconfitte bruciano, in realtà ora abbiamo la consapevolezza di essere tosti e di fare paura, anche senza Angelina. La nostra partita è stata di un’intensità estrema contro un team in grado di portare a casa il campionato, come settimana scorsa siamo riusciti a mettere in campo il nostro sistema”.
Alessandro Beltrami (coach Brescia): “All’inizio del campionato avremmo firmato per venire qui a vincere. Stasera loro hanno trovato una quadra importante e nonostante fossero senza Angelina, ognuno ha giocato le proprie carte. Loro hanno messo in campo una grandissima difesa, anche noi abbiamo dato tanto ma non tanto quanto Busto. Alla seconda giornata, una partita così lunga, così tesa, così importante dà tanta soddisfazione. Stiamo facendo cose belle e abbiamo mostrato di saperci rialzare, come nel finale di terzo set e nel quinto”.
Alice Tanase (Brescia): “Una partita lunghissima e mentalmente tosta, Busto è un’ottima squadra ed è stata una bella battaglia. La Futura ad un certo punto è stata ovunque in difesa, siamo state brave a ritrovarci e alla fine si è vista una maggiore lucidità da parte nostra”.

Green Warriors Sassuolo 2 – CBF Balducci HR Macerata 3
Maurizio Venco
(coach Sassuolo): “Per come si era messa la partita, devo ammettere che questo è davvero un punto d’oro: di oggi apprezzo soprattutto la reazione, certo se avessimo vinto sarebbe stata l’apoteosi però questo punto io lo metto in cascina, non tanto per il valore del punto ma perché ci possa aiutare a capire certe situazioni, soprattutto dopo la partita di domenica scorsa a Marsala. Io dico sempre che le squadre devono avere in primo luogo un’identità e noi siamo ancora alla ricerca: abbiamo giocatori al primo anno in A2, alcune intese e meccanismi ancora ci mancano. Oggi siamo riusciti a mettere in campo Civitico, che era fuori da un mese per distorsione; Anikeeva si sta ancora ambientando, è arrivata che era fuori forma e con problemi al ginocchio e pian piano si sta riprendendo e sta iniziando a capire ed adattarsi alla pallavolo italiana. Oggi abbiamo pescato un jolly con Zojzi che oggi è stata strepitosa, quando entra a partita iniziata fa meglio di quando è schierata dall’inizio perché sente meno la pressione. Sono tutti rischi, chiaro che se oggi fosse finita 0-3 adesso saremmo in un baratro. E invece è finita diversamente, quindi dopo oggi sappiamo che abbiamo carattere e qualità”.
Luca Paniconi (coach Macerata): “ Arrivavamo da un settimana sia mentalmente che fisicamente pesante e credo che oggi ci sia mancata quella verve per tenere su il livello di gioco nel terzo set, dove si sarebbe potuta chiudere la partita: penso che questo risultato sia dipeso più da noi che dalle nostre avversarie: sicuramente Sassuolo è cresciuta tantissimo dopo i primi due set in ricezione permettendo al palleggiatore  – che è un signor palleggiatore – di smistare in un certo modo e lì è cambiata un po’ la partita perché noi abbiamo iniziato a soffrire a muro e siamo diventati molto meno efficaci al servizio e molto spesso questo è termometro della convinzione che una squadra ha. E quindi per noi è diventato difficile, perché dall’altra parte avevamo un avversario che giocava bene, come del resto ha sempre fatto quando giochiamo qui”.

GIRONE B
Tecnoteam Albese Volley Como – Crai Club Italia 3-0
Cristiano Mucciolo
(coach Albese): ”Molto contento della prestazione delle ragazze, bella prova di tutte. Bello il nostro palazzetto pieno e caloroso. La cosa importante era muovere la classifica e lo abbiamo fatto. Brave ed attente. Le ragazze avevano voglia di riscattare la sconfitta di Soverato: abbiamo fatto un passo in avanti”.
Marco Mencarelli (coach Club Italia): “Albese ha disputato una buona partita, noi siamo stati un po’ al di sotto delle nostre possibilità in attacco e un po’ disordinati a muro. Questi sono un po’ i nostri punti di forza e quando vengono meno una squadra come il Club Italia fa fatica a trovare delle soluzioni e degli espedienti che nascono invece dall’esperienza. E’ comunque difficile uscire da una partita così, con un gruppo giovane e promettente come quello del Club Italia, senza aver visto delle buone cose in campo. Le cose buone si sono viste frequentemente e in modo incoraggiante. Dobbiamo sicuramente trovare maggiore continuità, per una formazione con poca esperienza la discontinuità diventa un problema quando si incontra una squadra che non sbaglia o lo fa molto poco”.
Anna Pelloia (Club Italia): “Abbiamo sicuramente pagato l’emozione del debutto della stagione e fatto qualche errore di troppo contro una squadra forte che difende tanto e molto organizzata. Non abbiamo giocato una brutta partita, ma siamo consapevoli che abbiamo grandi margini di miglioramento. Ora proseguiremo a lavorare con impegno”.

Lpm Bam Mondovì– Eurospin Ford Sara Pinerolo2-3
Michele Marchiaro
(coach Pinerolo): “È stata una bella battaglia, per noi fondamentale perché ci serve prendere ritmo e per la nostra crescita mentale. Prendere punti e vincere ci aiuta anche per costruire questa mentalità. Noi abbiamo fatto una bella settimana di allenamento, attenta, e non pensavo di vedere una prestazione così migliorata rispetto alla settimana scorsa quindi devo fare i complimenti alle ragazze”.
Federica Carletti (Pinerolo): “È stata una bellissima gara, combattuta ed è stata una vittoria di squadra perché l’aiuto di tutte è fondamentale per portare a casa una partita come questa. Loro sono un avversario fortissimo, brave noi che siamo riuscite a portarla a casa. La scorsa settimana abbiamo avuto alti e bassi mentre oggi siamo partite un po’ tirate ma ci siamo sciolte durate la gara e questo è un grande miglioramento”.

Anthea Vicenza – Ipag Sorelle Ramonda Montecchio 1-3
Luca Chiappini (coach Anthea Vicenza): “Peccato, non abbiamo sfruttato un’occasione. Al di là degli aspetti tecnico-tattici, abbiamo mostrato troppo nervosismo e troppa tensione. Ci sono mancati i finali di set; è vero che il gioco sta crescendo, ma bisognava capitalizzare”.
Daris Amadio (coach Montecchio):  “Bisognava vincere e così è stato. Considerato che abbiamo giocato con due titolari in meno rispetto allo starting six ideale (l’opposto Mazzon e alla palleggiatrice Bortoli out per problemi fisici), non posso che fare un grande applauso alle ragazze. Vicenza ha difeso molto, dunque mettere palloni a terra non era facile”.

Sostieni Volleyball.it