MODENA – Le notizie dalle sedi in vista della quarta giornata di ritorno del campionato di serie A2 Maschile, in programma domenica 23 gennaio alle ore 18.

BCC Castellana Grotte – HRK Diana Group Motta (ore 17.00)
Qui Castellana: Tra campionato e Coppa Italia. Tra il successo interno con Ortona nel recupero dell’ultima giornata di andata e l’appuntamento dei quarti di finale con Porto Viro. Da mercoledì a mercoledì con il weekend di mezzo e una gara non meno importante. A distanza di soli tre giorni dall’ultimo impegno, torna nuovamente in campo la Bcc Castellana Grotte. Si gioca il big match della 17esima giornata, quarta di ritorno: in campo la terza (Castellana con 26 punti e 12 gare giocate) e la quarta (Motta con 23 punti e 13 gare giocate) forza del torneo. La Bcc Castellana di Flavio Gulinelli cerca soprattutto continuità dopo i tre punti conquistati con Ortona al ritorno in campo dopo 40 giorni di stop forzato causa contagi Covid. L’Hrk Diana Group Motta del tecnico castellanese Pino Lorizio, invece, punta a ritrovare il sorriso riaffacciandosi in campo dopo le due gare rinviate il 9 e il 16 gennaio. Da una parte l’imbattibilità casalinga dei pugliesi (finora 6 successi nelle 6 gare disputate al Pala Grotte), dall’altra la voglia di riscatto dei veneti che in trasferta non vincono dallo scorso 28 novembre ad Ortona e in generale finora lontano dal palazzetto di casa hanno raccolto 2 vittorie su 6 partite. Difficoltà, peraltro, bilanciate da un rendimento interno praticamente infallibile (6 vittorie su 7, compresa quella su Castellana lo scorso 31 ottobre). Squadra di carattere e dal grande entusiasmo quella guidata dall’ex Lorizio (per un anno assistente proprio di Gulinelli in serie A1 nel 2012/2013, per due anni e mezzo head coach della New Mater Volley tra il 2016 e il 2018 con due promozioni di fila dalla B1 alla Superlega e una stagione piena nel massimo campionato): forza come detto già dimostrata nell’unico precedente storico tra le due squadre (quello dell’andata, appunto).

Conad Reggio Emilia – Cave Del Sole Lagonegro
Qui Reggio Emilia
 – La Conad Volley Tricolore sfiderà Cave del Sole Lagonegro durante la quarta giornata del girone di ritorno, nella sfida che ha visto le squadre fronteggiarsi i ragazzi di coach Mastrangelo si sono imposti sui lucani per 0-3. Lo schiacciatore Federico Marretta ribadisce che anche se la squadra non è nelle condizioni ottimali, lui e compagni si impegneranno al massimo per portare a casa il risultato: “Come tante altre squadre arriviamo da un momento di stop e sarà necessario in questi giorni ritrovare la forma fisica ottimale; sarà importante mettere gli avversari in difficoltà in ricezione per far si che la palla sia staccata, così che nella nostra metà campo si metta in atto un buon muro-difesa e un buon contrattacco. Lagonegro arriva, al contrario, da un periodo particolarmente positivo, in cui hanno vinto molte partite e questo li farà arrivare a Reggio Emilia con tanta voglia di continuare a far bene”. Riccardo Mian, schiacciatore che nel girone di andata si è messo a disposizione nel ruolo di opposto ed che è stato chiamato spesso al servizio da coach Mastrangelo, analizza come la squadra potrebbe contrastare gli avversari: “Di Silvestre, Milan e Argenta sono sicuramente i giocatori che dovremo tenere maggiormente marcati, personalmente penso che anche in questo match il servizio sarà decisivo per metterli in difficoltà. Durante il girone di andata abbiamo dimostrato che possiamo dire la nostra e giocarcela contro chiunque, nonostante i momenti di difficoltà tutti hanno dato il loro apporto e il loro contributo per raggiungere gli obiettivi; per questo motivo, domenica, scenderemo determinati in campo per portare a casa punti importanti”.
Qui LagonegroTrasferta ostica per la Cave del Sole Lagonegro che domenica pomeriggio è ospite della Conad Reggio Emilia. Attualmente le due formazioni sono distanti due punti con 23 per Lagonegro e 21 per Reggio Emilia, ma gli emiliani devono ancora recuperare tre turni causa stop del Covid. Dalla loro i lagonegresi vorranno confermare il buono stato di forma che arriva dopo 3 vittorie consecutive, dall’altra Reggio vorrà riscattarsi dalla gara di recupero infrasettimanale contro Bergamo, quando gli emiliani sono riusciti a strappare un solo set ai lombardi. Tutto classico tra le fila di Lagonegro che dopo la vittoria casalinga di domenica scorsa, ha trascorso una settimana in fiducia e  sabato mattina è partita alla volta di Reggio. “Durante la settimana di preparazione alla gara abbiamo dato il massimo delle nostre capacità tattiche e tecniche. Sappiamo che il nostro prossimo avversario è molto forte e dobbiamo essere pronti per una lunga battaglia- spiega il centrale della Cave del Sole Alex Maziarzsiamo ben motivati dopo le ultime partite in cui abbiamo avuto prestazioni alte e realizzato il nostro gioco”, sottolinea il polacco che ha ben figurato in questo campionato italiano dove è approdato per la prima volta con la maglia del Lagonegro e con la quale si avvicina a realizzare 100 punti messi a segno fin ora (gliene mancano solo 5 ).  Sempre nel novero dei dati per il libero di Reggio, Davide Morgese, questa sarà la sua 200ma gara in serie A.  Tra le altre  curiosità della gara c’è da segnalare il vantaggio degli emiliani nel computo delle gare fin qui disputate in serie A2, con 5 vittorie di Reggio contro le due di Lagonegro nel totale delle 7 sfide avute in questi anni.

Pool Libertas Cantù – Kemas Lamipel Santa Croce
Qui Cantù –
Coach Matteo Battocchio presenta così la sfida: “Santa Croce ha disputato due partite questa settimana, essendo appena rientrati dal Covid, e sono andati in crescendo sia di condizione che di livello di gioco. Sono stati in grado di recuperare dallo svantaggio di 2-0 e andare al tie-break con Brescia, e non è mai così semplice fare questo, soprattutto quando sei fermo da un po’. Questo dimostra che probabilmente c’era un po’ di ‘ruggine’ di gioco che si sono scrollati di dosso. A Siena hanno dominato una partita senza storia, quindi possiamo dire che sono già discretamente in forma. Tra tempo di guarigione e tempo per ritrovare la forma prima di giocare, hanno potuto sicuramente trovare la ‘quadra’, e quindi arrivano da noi in buone condizioni. Sono una squadra che ha un ritmo di gioco molto importante, un palleggiatore che fa viaggiare la palla con molta abilità, ed è bravo a variare i punti di attacco del suo team. Nelle ultime gare hanno mostrato tante belle cose anche a muro e in difesa. Tra le loro individualità spiccano battitori importanti come Fedrizzi e Colli, e se aggiungiamo questo alla loro buona fase di muro-difesa, il quadro della loro fase break è presto delineato. Sarà una gara molto tosta, perché noi stiamo facendo un percorso diverso dal loro a livello fisico, spingendo tanto in sala pesi per ritrovare lo smalto, e approfittare dei rientri per poi giocarci tutte le nostre carte al meglio nell’ultimo mese e mezzo di campionato. Sarà sicuramente un match dove sarà complicato stare dietro al loro ritmo, e dovremo essere bravi a mantenere la lucidità senza farci prendere dall’enfasi del singolo momento o della singola azione, ma dovremo essere un po’ più maturi rispetto alle ultime gare nella gestione e dell’accettazione del momento e di quello che succede in campo”.
Qui Santa Croce – Match importante per i “Lupi” che puntano a dare continuità alla bella vittoria ottenuta nel recupero a Siena per crescere e migliorare ancor di più la propria classifica. Dall’altra parte della rete ci sarà però Cantù, la squadra che per prima ha fatto conoscere il sapore della sconfitta alla Kemas Lamipel violando per 2-3 il PalaParenti all’andata e che vorrà rifarsi dopo un periodo complicato. Nel complesso una gara da affrontare con la massima concentrazione per i “Lupi”, vista l’importanza dei punti in palio e la classifica cortissima: al momento i conciari sono al sesto posto in graduatoria ma con due gare in meno rispetto a diverse rivali e quindi con la possibilità di risalire notevolmente.

Banca Alpi Marittime Acqua S.Bernardo Cuneo – Sieco Service Ortona
Qui Ortona – 
Smaltito il recupero dell’ultima del girone di andata, già è tempo di giocare la quarta di ritorno con la Sieco impegnata in trasferta a Cuneo, dopo aver osservato il suo turno di riposo. Reduce dalla sconfitta di Castellana Grotte, gli Impavidi sono pronti a dimostrare di saper reagire, anche contro un avversario particolarmente ostico come la BAM Acqua San Bernardo Cuneo. Cuneo, reduce dalla gara contro Motta di Livenza rinviata per Covid, è in piena lotta per il vertice della classifica. Con i suoi 27 punti, i piemontesi occupano attualmente il secondo posto in classifica ma devono ben guardarsi le spalle dalla BCC Castellana Grotte che ha un punto in meno e una gara in meno. All’andata la gara terminò con la vittoria degli avversari per tre set a due. Il risultato, alla fine, andava stretto alla Sieco che è stata in grado di lottare e di tenere testa a Cantù per tutta la gara. Tutti i parziali terminarono infatti con il minimo scarto. “La squadra a Castellana non ha giocato male. Abbiamo tenuto testa ad una squadra che è stata costruita per andare in Superlega e questo ci fa onore. C’è del rammarico per quei cinque minuti di follia che forse hanno cambiato l’esito finale. Non siamo stati capaci di gestire il vantaggio, loro hanno avuto un buon turno al servizio e noi ci siamo innervositi. Ma fa parte del gioco. Il nostro dovere è guardare sempre avanti e cercare di mettere nel carniere più punti possibile. I conti li tireremo a fine stagione”.

Delta Group Porto Viro – Agnelli Tipiesse Bergamo
Qui Bergamo – 
Casa dolcissima casa. Se l’Agnelli Tipiesse ha fatto 7/7 al PalaPozzoni, Porto Viro non è andata molto lontano dal rendimento immacolato della capolista. La matricola veneta, infatti, ha pagato dazio solo al debutto stagionale con Lagonegro per poi ottenere uno scalpo dietro l’altro. Un dato che racconta in maniera lampante la pericolosità di un avversario, pur fermo da 20 giorni, che vuole sorprendere ancora. Come aveva già fatto lo scorso anno fermandosi solo in finale di Coppa Italia contro Cargioli e compagni. E proprio come l’annata passata aveva saputo costruire la sua promozione tra le mura amiche, lo stesso sta facendo quest’anno costruendo un ragguardevole bottino per rimanere ben lontano dalle sabbie mobili della zona calda. Merito di una squadra profondamente rinnovata che ha fatto leva su una serie d’innesti di lungo corso, dal capitano Marco Fabroni allo schiacciatore bergamasco Romolo Mariano, intenzionati a giocare con il braccio sempre più sciolto. “Mercoledì – spiega il libero Matteo De Luca – abbiamo colto una delle vittorie più pesanti del campionato. Oltre che per il vantaggio in ottica Coppa Italia, rafforza le sicurezze, aumenta la consapevolezza dei nostri mezzi ed è un’importante iniezione di fiducia. Battere in trasferta una compagine decisamente attrezzata come la Conad è stata una prova di forza sul piano mentale, nonostante non si sia espresso il miglior gioco”. Il planning non concede tregua e non ammette cali di tensione, quantomeno dal punto di vista della prestazione e delle prerogative da mettere sul taraflex: “Porto Viro – continua – è la terza avversaria in otto giorni, da affrontare facendoci trovare pronti sul piano fisico tanto quanto su quello psicologico. Sta dimostrando d’essere molto competitiva, specialmente davanti ai propri tifosi. E all’andata ci ha fatto sudare parecchio. Il campo di casa, peraltro, è un fattore non da poco a loro favore: lì hanno fatto scattare la cavalcata culminata con il passaggio di categoria lo scorso anno, lì ha vinto solamente Lagonegro il 10 ottobre. Motivo per cui credo che questi saranno i punti che, alla fine, faranno la differenza. Perciò dovremo affrontare la sfida con il piglio giusto”. Una sorta di avviso ai naviganti per non distrarsi rispetto al richiamo dell’impegno di mercoledì contro Pool Libertas. Il primo “dentro o fuori” può attendere: “Non è un periodo semplice – conclude De Luca – tra stop per covid e impegni ravvicinati. La spunterà chi avrà gestito meglio tutte queste problematiche in serie. Per farlo è indispensabile ragionare partita per partita. Ecco perché su Cantù e sulla Coppa Italia ci concentreremo solo da domenica sera”.